Berlusconi: "Un piacere fare volontariato". VIDEO

1' di lettura

Il leader di Fi parla della condanna che sconterà ai servizi sociali: "Cercherò di essere utile". Poi presenta le candidature per le elezioni europee: "Ci sono tutti i trattati da rivedere. Occorre annullare il Fiscal compact"

LIVE STREAMING SU SKY TG24

"Il tribunale di sorveglianza mi ha obbligato a dedicare parte del mio tempo a persone in difficoltà: questa cosa mi ha fatto addirittura piacere perché nella mia vita ho fatto sempre attività di supporto". Così Silvio Berlusconi in conferenza stampa. Lo farò "più che volentieri e cercherò di essere utile", aggiunge.

Il video


Rivedere i trattati - L'ex premier è intervenuto così in pubblico in occasione della presentazione delle candidature per le elezioni europee del 25 maggio: nelle liste di Forza Italia - spiega - ci sono "amministratori locali ben radicati" ma anche "nomi nuovi dal mondo dell'università e delle professioni". Per l'ex cavaliere "ci sono tutti i trattati da rivedere: il patto di stabilità, rivedere o annullare il fiscal compact".

Il video

"La mia non candidatura vantaggio per la sinistra" - Parlando ancora della sua condanna per frode fiscale Berlusconi si dice "certo" che i legali "arriveranno ad ottenere un annullamento totale della sentenza" a Strasburgo. E sottolinea che "avere reso impossibile la mia candidatura va a tutto vantaggio della sinistra".

"Nostro impegno per approvare riforme" -
Dall'ex premier anche un riferimento all'attuale esecutivo: "Il governo di Renzi propone finalmente delle riforme" e "abbiamo dato il nostro impegno ad approvarle". Si tratta della "riforma dei poteri che riguardano le Regioni e lo Stato" e "cambiare l'assetto parlamentare del Paese atrrarso la fine del bicameralismo perfetto". Berlusconi rivela anche di avere chiesto a Renzi "che si vada finalmente all'elezione diretta del Capo dello Stato".

Scajola, "Dolorosa la rinuncia al suo apporto" -
A proposito dell'esclusione di Claudio Scajola dalle liste Berlusconi spiega: "Ho stima per lui che è stato nostro coordinatore nazionale e che ha lavorato benissimo. Era nostra intenzione immetterlo nella lista dei nostri candidati alle Europee ma abbiamo dovuto fare i conti con la battaglia sul nome di Scajola che si stava preparando in certi giornali. Abbiamo visto dei sondaggi e abbiamo dovuto rinunciare dolosamente al suo apporto. Spero che ci sarà ancora la possibilità di collaborare con lui".

Leggi tutto