Bonaiuti: "Lascio Forza Italia". Toti: "Grottesco"

1' di lettura

"Resto nel centrodestra per dare una mano a una ricomposizione a breve di tutte le forze di quest'area in direzione riformista e moderata" dice il senatore, che lunedì dovrebbe incontrare Alfano. Il consigliere politico di Fi: "Ingrato"

Paolo Bonaiuti conferma la decisione di lasciare Forza Italia. “E' una decisione difficile, sofferta, anche a lungo rinviata – afferma il senatore in una nota - ma pienamente motivata, già da tempo, da divergenze politiche e da incomprensioni personali che si sono approfondite nell'ultimo anno. Resto nel centrodestra per dare una mano a una ricomposizione a breve di tutte le forze di quest'area in direzione riformista e moderata”. “A Silvio Berlusconi – aggiunge Bonaiuti - un augurio dal cuore, con la sincerità e con l'affetto dei diciotto anni in cui ho lavorato ogni giorno al suo fianco". Domani Bonaiuti dovrebbe incontrare Angelino Alfano, eletto oggi 13 aprile presidente di Ncd.

Una scelta, quella di Boaniuti, duramente criticata da Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia. "In questi mesi - dice - abbiamo visto molte sfumature di ingratitudine verso Silvio Berlusconi, stiamo completando la tavolozza dei colori". Con Paolo Bonaiuti ho avuto "un ottimo rapporto e pensavo di averlo ancora, sono andato a fare tutt'altro,  francamente tutta questa storia ha del surreale e del grottesco".    
Una persona che ha avuto "il ruolo, il successo, la visibilità, i mandati politici, le emozioni e le soddisfazioni accanto al presidente Berlusconi - continua Toti - in questo momento decide di andare via per iniziare una nuova verginità nel Nuovo centrodestra". L'ex  premier, aggiunge, "certamente l'ha presa male".

Leggi tutto