Renzi: "Voto di protesta forte anche in Italia, Ue rifletta"

1' di lettura

Il premier dopo l'exploit dell'ultradestra alle elezioni in Francia: "Consultazione locale ma significativa, forte sentimento di contestazione". Grillo: "Nessun odio ma no ad accordi con Le Pen". La Lega: "Noi al fianco di Marine contro l'euro"

"Un voto locale, ma significativo", di "protesta", come accade "anche in Italia". Così il premier Matteo Renzi, dall'Aja, commenta i risultati delle amministrative in Francia. "Io non credo che dopo il voto in Francia si debba chiedere all'Europa di riflettere su se stessa, perché lo avevamo già chiesto prima", ha aggiunto il premier parlando con i giornalisti a margine del summit de l'Aja. "L'Ue deve prendere atto che è diffuso un sentimento di contestazione, di antipolitica, che in parte deriva dalle scelte dei singoli governi ma in parte da un forte sentimento di contestazione verso le istituzioni europee".
Il voto in Francia, prosegue Renzi, "è molto significativo anche se comunque locale, ma ha in sé, ne parlavo con il presidente Hollande, chiaramente un significato di protesta. Anche in Italia accade così, anche se magari a livello locale con minore intensità", ha ribadito.

Grillo: "Nessun odio ma nessun accordo con Le Pen" - E sull'exploit dell'estrema destra parlano anche le altre forze politiche, a cominciare  dal Movimento 5 stelle. "Nessuno odia Marine Le Pen. Ha però un'appartenenza politica diversa dal M5S e per questo non sono possibili accordi. Rien d'autre. Adieu", scrive in un tweet Beppe Grillo.


Concetti ribaditi anche dal deputato M5S Roberta Lombardi a Sky TG24: “Nessuna alleanza del Movimento 5 Stelle con il partito di Marine Le Pen perché è un partito che ha una connotazione ideologia che ovviamente non si abbina con il nostro essere molto pragmatici”.



Salvini: "Lega a fianco di Le Pen" - Diversa la posizione della Lega Nord, che con Salvini dopo aver attaccato il presidente della Repubblica per la sua posizione sull'Europa, aggiunge che il Carroccio “combatte al fianco di Marine Le Pen e di tutto quel fronte, quell’alleanza che vuole un’altra Europa. Le battaglie che ci accomunano sono contro un euro che si è dimostrato una moneta criminale, contro un’immigrazione di massa incontrollata e per riprendere il controllo sul lavoro, sul commercio, sull’agricoltura, sulla moneta”.

Leggi tutto