Grillo: “Vinceremo le Europee e poi io andrò dalla Merkel”

1' di lettura

Comizio del leader M5S, dopo la visita ai cantieri dell’Expo 2015 a Milano: “Non c’è niente, solo un campo”. E aggiunge: “Ma che ci andranno a fare milioni di persone a Rho?”. Sul Movimento 5 Stelle: “Sono commosso, sta funzionando tutto”

"Le elezioni Europee le vinceremo in modo assoluto e poi andrò io dalla Merkel e la guarderò negli occhi". Lo ha detto Beppe Grillo chiudendo il comizio che ha tenuto nel Parco delle Cave a Milano dopo aver visitato i cantieri dell’Expo 2015 (FOTO). “Questa è una comunità non è più un movimento e anche la Comunità europea deve tornare ad essere una comunità e si si deve chiamare Comunità Europea come era all'inizio e non Unione Europea". Poi ha aggiunto: “Il mondo della politica è già cambiato grazie al Movimento 5 Stelle. Noi la rivoluzione l'abbiamo già fatta e l'abbiamo già vinta: i partiti non ci sono già più. Restano vivi solo grazie al mondo dell'informazione”.

Grillo: “Sono commosso, nel Movimento sta funzionando tutto”
- Parlando poi del Movimento 5 Stelle Grillo ha detto: "Voi non votate più un ex comico o un leader state votando un progetto una idea, le cose stanno funzionando". E ancora "sono commosso. Era nato come il sogno di un pazzo, dalle menti di due persone. Sta funzionando tutto. Anni fa, quando parlavo io mi ascoltavano ma se ne andavano quando arrivavano loro. Adesso li ascoltano, anzi le piazze sono piene. Ci vanno loro a parlare e io sto a casa mia". Il passaggio fondamentale è stato fatto, secondo Grillo, perché adesso non si vota "più per un leader ma per un progetto, una idea meravigliosa. Non è neanche un sogno, siamo conservatori. Vorremmo prima che si iniziassero dei lavori che si facessero dei bilanci e un referendum propositivo senza quorum. Vince la maggioranza".

Expo, Grillo: “Non c’è niente, solo un campo” - Quanto al sopralluogo effettuato oggi ai cantieri dell’Expo 2015, Grillo ha osservato: “Expo? Ci hanno detto 'guardate', ma non c'è un c…o, non c'è niente, c'è un campo". E aggiunge: "Ci vengono a dire che all'Expo ci verranno milioni di persone. Ma che ci andranno a fare a Rho?". "Noi vorremmo che prima che si iniziassero certi lavori si facessero dei bilanci partecipativi o dei referendum propositivi dove vince la maggioranza. Non diciamo niente di rivoluzionario anzi siamo forse di conservatori ma questa ci sembra la strada da seguire".

Leggi tutto