Da M5S mozione di sfiducia contro il sottosegretario Gentile

Il senatore di Ncd Antonio Gentile
1' di lettura

L'annuncio in un post del blog di Grillo. Mobilitazione anche su Twitter con l'hashtag #fuorigentile dal Parlamento. Ma Ncd continua a difendere il suo senatore. Sacconi: "Su di lui non c'è nulla"

"Il M5S sta preparando la mozione di sfiducia individuale contro il sottosegretario Gentile nominato da Renzie". A dare l'annuncio un post sul blog di Beppe Grillo dal titolo 'Fuori Gentile dal Parlamento', firmato dai parlamentari calabresi 5 stelle Nicola Morra, Paolo Parentela, Dalila Nesci e Federica Dieni.

"Gentile - si legge nel post - finisce agli onori della cronaca per un'incredibile vicenda di soffocamento della libertà di stampa"( Il caso Gentile: VIDEO). Ed è "questa la Calabria premiata da Matteo Renzi nel sottobosco dei sottosegretari”. “Caro Matteo, caro Pd, della vostra tardiva e forse strumentale presa di coscienza non sappiamo cosa farcene – continua il post - i calabresi veri si stanno svegliando, ed iniziano a coltivare il dono della memoria. Con cui gli ipocriti ed i bugiardi verranno puntualmente sputtanati".
All’iniziativa del Movimento 5 Stelle fa da controcanto anche la mobilitazione sui social network promossa dall’account twitter di Beppe Grillo con l’hashtag #fuorigentile dal Parlamento.


Anche dal Pd molte voci si sono levate contro la nomina di Gentile. Tra gli altri Rosy Bindi che a Sky TG24 ha detto: "Non può stare al suo posto". Il Nuovo centrodestra però continua a difendere a spada tratta il senatore. "La vicenda del collega Gentile – dice Sacconi - è maledettamente emblematica dell'ormai ventennale giustizialismo italiano cui si sono adeguati quasi tutti, dai mezzi di informazione (?) agli stessi settori politici autoproclamatisi garantisti". "Sul senatore Gentile – continua - non c'è nulla! Né in termini di fatto, né in termini di diritto. Mentre su altri sottosegretari sono in corso indagini giudiziarie".

Leggi tutto