Renzi al congresso Pse: "Conti in ordine per i nostri figli"

1' di lettura

"Cercheremo di utilizzare il semestre di presidenza Ue per un nuovo modello d'Europa" dice il presidente del Consiglio. "L'Italia ce la sta mettendo tutta" dice Schulz. Ufficializzata la sua candidatura alla guida della Commissione europea

Ha aperto il suo intervento in inglese, poi si è detto d'accordo col primo ministro Ayrault in francese e, successivamente, ha proseguito il suo discorso in italiano. Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi dal palco del congresso del Partito del socialismo europeo. Ha ringraziato quanti prima di lui hanno lavorato per giungere all'ingresso del Pd nel Pse, ha salutato Pierluigi Bersani, presente in sala, poi ha fatto una promessa: "Cercheremo di utilizzare il semestre di presidenza per un nuovo modello, ma prima l'Italia deve adempiere ai propri compiti, mettere a posto il bilancio non perché ce lo chiedono le istituzioni ma per i nostri figli" (L'intervento integrale - video).

Tre obiettivi: lavoro, riforme, scuole -
Matteo Renzi ribadisce al congresso del Pse gli impegni che il governo italiano intende portare avanti prima del semestre Ue. "Obiettivi ambiziosi", imperniati su tre assi portanti: la riforma del lavoro, della giustizia e del fisco, quindi la riforma elettorale e istituzionale e infine "una gigantesca scommessa educativa che parta dagli  investimenti nell'edilizia scolastica, nuove tecnologie nelle scuole e restituire agli insegnanti il valore che meritano".

Semestre per discutere nuovo modello -
Il presidente del Consiglio ribadisce poi che "il Pd e il governo italiano sono orgogliosi dell'ingresso nel Pse" e promette:"A breve presiederemo il semestre europeo e lo vogliamo fare non solo adempiendo a obblighi, ma per discutere un nuovo modello di Europa. Perché questo è un momento "terribile di spread non economico, ma per la vita dei cittadini. Dobbiamo fare in modo che il piccolo artigiano non veda l'Europa come il problema, ma come la soluzione dei problemi, come l'Europa dei cittadini e non dei burocrati. E' questo il nostro obiettivo" precisa.

Schulz: piano coraggioso, Italia - Parole, queste, che piacciono a Martin Schulz: "I nostri amici italiani - dice intervendo al congresso nel quale è stata ufficializzata la sua candidatura alla guida della Commissione europea -  ce la stanno mettendo tutta per rendere l'Italia un paese più forte, più giusto, un paese dove Matteo Renzi ha definito un piano di riforme coraggioso per ridare speranza e futuro all'Italia".

Leggi tutto