M5S, Orellana a Sky TG24: "9 senatori pronti a uscire"

1' di lettura

Il giorno dopo l'espulsione, il parlamentare 5 Stelle commenta: "Un processo sommario che ha fatto male al Movimento". Lascia il gruppo anche il deputato Alessio Tacconi. L'INTERVISTA INTEGRALE - IL LIVEBLOGGING

“Compresi i 4 espulsi, dovremmo essere 9. Però potrebbe aggiungersene qualcuno. Questo per quanto riguarda la situazione al Senato. Alla Camera non la conosco molto bene, ma so che qualcuno è già passato al Gruppo Misto”. Così il senatore Luis Orellana a Sky TG24 - il giorno dopo l’espulsione decisa dal Movimento e poi “ratificata” dal voto online - a proposito dei parlamentari pronti a dimettersi in segno di protesta.
Mercoledì 26 febbraio è infatti stata decisa l’estromissione dei senatori Campanella, Battista, Bocchino e Orellana, finiti sotto accusa per le critiche a Grillo dopo il consultazioni con Renzi. Non senza lacerazioni all'interno del Movimento.

“Fare quel sondaggio con quelle premesse, con quel video pieno di stupidaggini nei nostri confronti […], dopo un processo sommario, senza capi d’accusa, ha fatto del male al Movimento. Tant’è che molti si sono dissociati”, ha spiegato Orellana (GUARDA L'INTERVISTA INTEGRALE).

Lascia il deputato Alessio Tacconi - Intanto, come annunciato ieri, il deputato Alessio Tacconi lascia il gruppo M5S alla Camera e passa al Misto. Lo ha comunicato al suo ormai ex capogruppo Federico D'Incà con una lettera nella quale gli conferma la sua decisione di lasciare il gruppo da oggi. Nella lettera inviata a D'Incà, che Tacconi ha postato su Twitter, il deputato che era stato una delle voci critiche interne al Movimento e che oggi lascia per protesta contro le espulsioni dei 4 senatori dissidenti, attacca Luigi Di Maio che ieri su Facebook aveva insinuato che la decisione di lasciare M5S fosse legata al fatto che D'Incà gli avesse chiesto conto di 7mila euro "di 'varie' non rendicontati e mai restituiti". Ma Tacconi nega e chiede a D'Incà una smentita.

Segui gli aggiornamenti


Leggi tutto