Il governo ha giurato. Renzi: "E' finita la ricreazione"

1' di lettura

La cerimonia al Colle (FOTO), poi gelido passaggio della campanella tra il premier e Letta e il primo Cdm. Berlusconi: "Se l'esecutivo non è eletto non è democrazia". Civati lancia un sondaggio web: "Votare la fiducia?" DIRETTA -LIVEBLOG

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi e tutti i ministri hanno giurato nelle mani del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (FOTO). Il governo è ora nella pienezza dei poteri ed è già terminato il primo Cdm, in cui Graziano Delrio è stato nominato sottosegretario alla presidenza del Consiglio.
Il ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, attualmente all'estero, presterà giuramento successivamente, come ricorda il comunicato finale diffuso dal Quirinale.
Dopo il giuramento la squadra di governo, formata da otto donne e otto uomini (la fotogallery - l'infografica), si è poi trasferita a Palazzo Chigi per il passaggio di consegne fra Enrico Letta e Renzi.
Rapidissimo e freddo lo scambio della campanella tra il premier uscente e il suo successore (VIDEO - FOTO). Una stretta di mano, la consegna del simbolo delle riunioni del Consiglio dei ministri e poi ognuno è andato per la sua strada.
Letta è sceso nel cortile d'onore, accolto dal picchetto militare, ha messo una mano sul cuore ed ha salutato i dipendenti della presidenza del Consiglio che lo hanno applaudito dalle finestre interne (VIDEO).

Letta: "Ultimo di 300 giorni difficili" -Prima del passaggio della campanella, Letta, via Twitter ha definito la giornata di oggi come "l'ultima di 300 difficili", aggiungendo una dedica a Giuseppe Giangrande, il carabiniere ferito nell'attentato davanti a Palazzo Chigi durante il giuramento del suo governo. Poi, lasciato Palazzo Chigi, ha aggiunto: "Lascio#Chigi. Grazie Napolitano e tutti quelli che mi hanno sostenuto! Ora uno stacco via da Roma per prendere le migliori decisioni".

Renzi: "Compito tosto e difficile" - "Grazie per i messaggi. Compito tosto e difficile. Ma siamo l'Italia, ce la faremo. Un impegno: rimanere noi stessi, liberi e semplici". Così Renzi ha commentato via Twitter il day after dell'annuncio del suo governo. Poi, in apertura del Cdm, ha detto scherzando: "La ricreazione è finita". E ha ringraziato il presidente Napolitano e il premier uscente Letta (QUI IL COMUNICATO).

Reazioni  -
Continuano intanto le reazioni e le critiche al nuovo esecutivo. Se il presidente del Consiglio incassa l'ok sulla scelta di Padoan all'Economia da parte dell'Ue (secondo Rehn il neoministro "sa cosa deve essere fatto"), i mal di pancia più preoccupanti, secondo diversi analisti (la rassegna stampa), arrivano dalla minoranza del Pd che fa capo a Pippo Civati, che lancia un sondaggio via web per chiedere un parere sul voto alla fiducia. Non la prendono bene neanche i Popolari, che perdono la Difesa di Mario Mauro, mentre l'Udc di Casini conferma un ministero (al posto di D'Alia alla Pubblica amministrazione, arriva Gian Luca Galletti all'Ambiente). Critiche anche dai 5 Stelle, che parlano di un "film di serie b". All'attacco anche Silvio Berlusconi che sottolinea: "Se governo non è eletto non è democrazia".
L'ex ministro degli Esteri, Emma Bonino, ha invece convocato un comizio a Roma (VIDEO) per sottolineare il suo impegno alla Farnesina. Visibilmente commossa per essere stata sostituita al dicastero da Federica Mogherini, Bonino ha sottolineato: "Serve rispetto per le istituzioni".

Tutti gli aggiornamenti:



Leggi tutto