Governo, ancora nessun accordo. Renzi: ok in poche ore

1' di lettura

Il premier incaricato non partecipa al summit di maggioranza e continua a lavorare al programma. Sacconi: "Criticità ". Schifani: "Un passo avanti ma non definitivo". Delrio: "Per me è andato benissimo". Alfano: "No ministro delle tasse".  LIVEBLOG

Un passo in avanti ma ancora nodi da sciogliere. Lo dicono i rappresentanti del Nuovo centrodestra e dei Popolari per l'Italia al termine del vertice tra i partiti che si apprestano a dar vita alla nuova maggioranza di governo, svoltosi negli uffici del ministro per gli Affari regionali Graziano Delrio.
Un incontro a cui il premier incaricato Matteo Renzi non ha partecipato. L'ex sindaco di Firenze si è limitato semplicemente a dire: "Ancora poche ore e chiudiamo tutto". La data più probabile è sabato. Resta l'incognita del Ministero dell'Economia. Il leader del Nuovo Centrodestra Angelino Alfano ha chiesto un ministro che non sia affezionato alle tasse, mentre Maurizio Sacconi parla di "molte criticità" nel programma.
Il Nuovo centrodestra ha riunito in mattinata i propri gruppi parlamentari per preparare le proprie proposte di programma. Alfano chiede "meno tasse su famiglie, imprese e lavoratori" e di dare vigore alla nuova legge elettorale solo "appena concluso il cammino delle riforme".  E ha aggiunto: "Noi crediamo ad un governo che abbia veramente una straordinaria capacità riformatrice. Perché questa si sprigioni ovviamente non si può campare 6-7-8 o 10 mesi".
Continua intanto a fare discutere il faccia a faccia in streaming con Beppe Grillo (FOTO - VIDEO - IRONIA IN RETE).

Tutti gli aggiornamenti

Leggi tutto