Serracchiani a Sky TG24: "Rimpasto? Compete solo a Letta"

1' di lettura

Il governatore del Friuli Venezia Giulia assicura il sostegno del suo partito al governo e sulle riforme dice: "Lontani da Berlusconi ma dobbiamo parlargli per cambiare le regole del gioco". E sulla polemica con Zanonato: "Ho chiesto un impegno specifico"

"Siamo lontani da Berlusconi ma siamo chiamati a fare riforme epocali, che riguardano le regole del gioco come la legge elettorale". Così Debora Serracchiani, governatore del Friuli Venezia Giulia e membro della segreteria nazionale di Matteo Renzi, commenta a Sky TG24 i tentativi di dialogo tra Pd e Forza Italia per il rinnovo della legge elettorale (L'INTERVISTA INTEGRALE).

"Governo avanti a condizione che le riforme si facciano" - Renzi non vuole far cadere il governo, dice Serracchiani, "ma a condizione che  si facciano le riforme (legge elettorale, Senato e costi della politica)".
E sulla legge elettorale, il governatore ricorda che "Matteo Renzi era uno dei pochi ad essere a favore delle preferenze, ma quando si fa a un accordo ognuno rinuncia a qualcosa. Noi abbiamo rinunciato ai collegi uninominali. Le preferenze sono sostituite da un sistema che consente di conoscere chi verrà eletto. Le persone in lista sono poche, riconoscibili e nel caso del Pd saranno democraticamente individuate con le primarie" (video).



Dopo le frasi di Berlusconi (che nelle ore scorse ha detto che "queste sono le sue riforme"), Serracchiani poi replica: "Renzi è segretario del Pd da un mese e mezzo e le riforme sono state promosse da lui e a lui vanno intestate".

"A Zanonato ho chiesto impegno in caso specifico" - Spazio poi al "caso" Electrolux, dopo la richiesta delle dimissioni da parte della stessa Serrachiani nei confronti del ministro Zanonato. Per il governatore del Friuli, il rischio della chiusura degli stabilimenti nasce dal costo del lavoro: "Occorre prendere atto - dice - che gli italiani hanno la busta paga lorda più alta d'Europa e la busta paga netta più bassa d'Europa".
Quanto poi a un possibile rimpasto di governo, "la scelta compete solo a Enrico Letta. Io non ho chiesto un cambiamento di natura politica, ho chiesto un impegno preciso al ministro Zanonato sul caso specifico, le risposte il ministro deve darle ai lavoratori".

Leggi tutto