Legge elettorale, Renzi: "Se vedo Berlusconi è per chiudere"

1' di lettura

Il leader Pd rivendica la sua scelta di incontrare anche Forza Italia: "Se siamo seri non possiamo non considerare cosa hanno da dire sulle regole". In giornata incontro con Alfano. Letta al Quirinale per parlare del patto di coalizione

Trovare una legge elettorale condivisa da tutti, anche da Forza Italia. E' questo il nucleo dell'azione di Matteo Renzi che si dice disposto anche a incontrare Silvio Berlusconi "per chiudere" la questione.

Obiettivo una legge elettorale condivisa da tutti - Gli incontri sulla legge elettorale "li stiamo facendo in tutti i momenti, l'obiettivo è quello di trovare una legge elettorale condivisa che vada bene a tutti, o almeno a quante più persone possibili, perché non è giusto che la legge elettorale se la scriva la maggioranza" ha infatti affermato il sindaco di Firenze in un'intervista al Tg5.
Riguardo a chi gli contesta di cercare un incontro anche con Forza Italia il leader del Pd ha ribadito che "se noi siamo seri oggi, non possiamo non considerare quello che dice Forza Italia sulle regole. Poi - ha concluso Renzi - sul governo, sulla politica, alle elezioni ce le diamo di santa ragione, anzi facciamo delle regole che impediscano l'inciucio e le larghe intese per il futuro".

Renzi: "Se mi vedo con Berlusconi è per chiudere"
- Per chiudere sulla legge elettorale Renzi si dice disponibile anche a un incontro con Silvio Berlusconi. "Se ci vediamo è per provare a chiudere". In ogni caso, aggiunge "prima dovremmo sistemare per benino le cose perché l'incontro abbia un senso". Sempre in tema riforma elettorale Matteo Renzi ha scritto in mattinata su Twitter che questa e la prossima settimana sono quelle decisive. Regole, continua sempre il sindaco di Firenze su Twitter che "si scrivono tutti insieme, se possibile. Farle a colpi di maggioranza è uno stile che abbiamo sempre contestato".

Renzi vede Alfano e Vendola, no dei 5 Stelle alle sue proposte
- Intanto nel corso della giornata sono proseguiti gli incontri di Renzi con i leader degli altri partiti per cercare un'intesa sulla riforma elettorale. Dopo Nichi Vendola il leader Pd si è visto con Angelino Alfano. Un secco no alle sue tre proposte è arrivato però in giornata da Gianroberto Casaleggio, guri dei 5 Stelle, che in un incontro con i parlamentari pentastellati ha bollato le idee proposte dal sindaco di Firenze come "anticostituzionali"

Letta al Quirinale
- In serata inoltre il presidente del Consiglio Enrico Letta, di ritorno dal viaggio in Messico, è salito oggi al Colle per anticipare al capo dello Stato Giorgio Napolitano alcuni punti del patto di coalizione al quale sta lavorando con i partiti della maggioranza. Lo dice una nota del Quirinale, spiegando che il premier ha anche riferito sulla sua visita all'estero.

Leggi tutto