Alfano: "Sul rimpasto di governo risolva Letta"

1' di lettura

Il vicepremier replica a Renzi dopo che quest'ultimo lo aveva invitato a fare un passo avanti su ius soli e unioni civili: "Ma il Pd vuole davvero aiutare il presidente del Consiglio?". E sulla telefonata a Ligresti: "Irrilevante, è uno yogurt scaduto"

Quella del rimpasto è "una grande ipocrisia perché tutti lo vogliono ma nessuno lo dice perché sarebbe antiestetico ammetterlo". "Le spinte ci sono - riconosce il leader Ncd - Letta dovrebbe rientrare oggi dal Messico e dovrà assumersi l'onere di trovare una composizione". Il vicepremier fa osservare che "siamo ampiamente sottodimensionati e quando porranno il problema delle sedie ce lo porremo senza ansie ma priorità è il lavoro italiani non le sedie".
"Le cose fatte sono tante, i mesi pochi e le fibrillazioni tante", dice il leader Ncd replicando a Renzi "segretario del Pd" e Letta "presidente del Pd" che "loro due devono andare bene per il bene dell'Italia: se vanno d'accordo il governo va meglio, se c'è la competizione, la gara su chi mantiene o toglie la sedia all'altro allora il governo va in fibrillazione e le cose si complicano per gli italiani".
Alfano sottolinea che "l'auspicio è che non si buttino addosso all'Italia le competizioni nel Pd, che il Paese ha già pagato per due volte in passato".

La lettera di Renzi - Le sue parole arrivano dopo la lettera a La Stampa scritta dal segretario Pd: "Il primo ministro è il capo del governo. Se si logora, si logora per le cose che fa. O che non fa. Non per il tentativo di altri di realizzare finalmente riforme attese da vent'anni", sostiene il sindaco di Firenze.
"Se facciamo la legge elettorale - sottolinea Renzi - lo facciamo per dare una speranza agli italiani, non per logorare Letta. Se Letta si logora è perché governa male, non perché c'è un nuovo segretario del Pd. Da parte mia mi sento obbligato a dare una mano perché Letta governi bene: gioco nella stessa squadra".
Qualche ora prima il segretario Pd aveva invitato su Twitter Alfano a far approvare le leggi su cittadinanza per i figli degli immigrati e sulle unioni civili.
"Non ci facciamo dettare l'agenda da nessuno l'arroganza non paga con gli italiani che hanno sempre pronto in tasca, per le urne, lo spray al peperoncino", ha replicato lo stesso Alfano.

Alfano: "Caso Ligresti, yogurt scaduto" - Il vicepremier ha poi liquidato come "del tutto irrilevante dal punto di vista tecnico" la telefonata con Ligresti, spiegando che "non ho mai avuto preoccupazioni di essere intercettato perché se anche mi mettessero una microspia tra un neurone e un altro a caccia di una psicoreato io tanto non ne faccio". Il leader Ncd invita anche a ricordare che Ligresti "era ai tempi un imprenditore affermato, un personaggio del salotto buono e dei poteri forti. Annoto che per fare questo andava bene e per parlare con me invece no". Battuta finale sul caso: "Se fosse uno yogurt sarebbe ampiamente scaduto".

M5S annuncia mozione di sfiducia contro De Girolamo - Intanto, a proposito di governo, il Movimento 5 stelle ha annunciato che presenterà "nelle prossime ore" alla Camera una mozione di sfiducia individuale nei confronti del ministro Nunzia De Girolamo. Lo annuncia il capogruppo a Montecitorio Federico D'Incà.

Leggi tutto