Bersani migliora, i medici: "Non ci sono danni neurologici"

1' di lettura

Condizioni stabili per l'ex segretario Pd dopo l'intervento a seguito dell’emorragia cerebrale. La moglie: "E' sempre lo stesso". Renzi in visita: "Lo aspetto per tornare a discutere e litigare". Grillo: "Non fare scherzi". LA CRONACA DELLA GIORNATA

Pier Luigi Bersani sta meglio. Certo, i medici dell'ospedale di Parma, dove domenica 5 è stato operato per ridurre un'emorragia cerebrale, usano ancora tutte le prudenze e le cautele che sono necessarie in questi casi: il decorso operatorio sta andando bene, l'ex segretario del Pd è vigile, ha incontrato la moglie e le figlie e, cosa più importante, sarebbero al momento esclusi danni neurologici, anche se la riabilitazione non sarà breve e la situazione andra' tenuta sotto strettissimo controllo (VIDEO).

Al di là dell'ottimismo dei medici, sono tanti, piccoli ma importantissimi segnali che autorizzano a sperare. Alla moglie Daniela, Bersani è apparso in discrete condizioni, "è il marito che ho sempre avuto", ha detto alle tante persone che l'hanno incontrata. Lui ha sorriso alle figlie che gli hanno riferito dell'ondata di dichiarazioni di affetto seguite alla notizia del suo malore e si è anche preoccupato che gli fosse stata registrata, come da sua richiesta prima di entrare in sala operatoria, la partita di ieri sera fra Juventus e Roma. Al momento Bersani rimane ricoverato in rianimazione e la prognosi resta riservata. Il chirurgo Ermanno Giombelli, che lo ha operato, ha escluso un possibile collegamento con lo stress degli eventi politici della scorsa primavera che lo hanno visto diretto protagonista. "Sarebbe scoppiato allora", ha osservato.

All'ospedale Maggiore di Parma Bersani ha avuto brevi incontri solo con la moglie e le due figlie. Ma ha ricevuto moltissime visite, prima fra tutte quella del segretario del Pd Matteo Renzi che, nel pomeriggio, ha portato alla famiglia "l'abbraccio di tutta la comunità del Pd. Lo aspetto per tornare a discutere, anche a litigare - ha detto - ma l'importante è che sia riuscito a superare questa fase che è la più difficile" (VIDEO).

Renzi ha anche ringraziato tutte le forze politiche che hanno manifestato a Bersani il loro affetto. "Finalmente tutte, nessuna esclusa", ha detto Renzi, con evidente riferimento al post sul blog di Beppe Grillo. "Ti aspettiamo - ha scritto il leader del Movimento 5 Stelle - non fare scherzi. In fin dei conti, la tua volontà di smacchiare il giaguaro si è avverata". Anche se sono stati tantissimi quelli che hanno inviato, pubblicamente e privatamente, messaggi di incoraggiamento a Bersani. Enrico Letta ha chiamato in mattinata la moglie: verrà a trovarlo appena uscirà dalla rianimazione e potrà ricevere visite. Anche il Quirinale si tiene costantemente informato sulle sue condizioni. Fra quelli che hanno inviato un abbraccio a Bersani anche Umberto Bossi e Gianna Nannini, la cantante senese che da un po' di tempo ha preso una casa a Bettola, il paese dell'Appennino piacentino di cui Bersani è originario.

A trovarlo anche moltissimi esponenti del Pd (FOTO): oltre al sempre presente Vasco Errani, sono arrivati a Parma, in mattinata, anche Gianni Cuperlo, Roberto Speranza, Davide Zoggia, Stefano Bonaccini e Stefano Fassina. "Spero che Bersani torni presto fra di noi - ha detto Fassina - perche' abbiamo ancora bisogno di lui". In ospedale, per un saluto, anche i sindaci di Parma, Federico Pizzarotti del Movimento 5 Stelle, e di Piacenza Paolo Dosi.

LA CRONACA DELLA GIORNATA

Leggi tutto