Pd, Renzi dopo la vittoria: “Il meglio deve ancora venire”

1' di lettura

Il sindaco di Firenze stravince le primarie del Partito democratico, ringrazia Pittella, Cuperlo e Civati e dice: “Questa non è la fine della sinistra. Stiamo cambiando i giocatori, non stiamo andando dall’altra parte del campo”. VIDEO

“Ragazzi, il meglio deve ancora venire”. Matteo Renzi conclude così il suo primo discorso dopo la vittoria delle primarie del Pd (VIDEO 1-2-3). Un discorso che il sindaco di Firenze ha iniziato ringraziando tutti, i suoi sostenitori ma anche i suoi avversari: “Un grazie a Gianni Pittella, che ha combattuto una bella battaglia. Grazie a Pippo Civati: non l’avremmo mai detto, caro Pippo, che solo in tre anni la Leopolda sarebbe stata maggioranza nel Pd. Grazie a Gianni Cuperlo, a cui vorrei che dedicassimo non soltanto un applauso: se c’è una persona dentro il Pd con cui ho voglia di discutere e dialogare, con cui non essere sempre d’accordo, quella è Gianni Cuperlo. E lo ringrazio per i toni e la civiltà della battaglia che ha combattuto”.

“Questa non è la fine della sinistra – ha continuato Renzi – ma di un gruppo dirigente della sinistra. Stiamo cambiando i giocatori, non stiamo andando dall’altra parte del campo”. “Abbiamo avuto questi voti per scardinare un sistema – aggiunge il sindaco di Firenze –, non sostituiremo un gruppo dirigente con un altro”.

Tra le priorità, il vincitore delle primarie cita “una legge elettorale che garantisca il bipolarismo, che tagli i costi della politica”. Poi, dopo essersi definito il “capitano” della squadra che guiderà il Pd, promette: “Tocca a noi, ad una nuova generazione. E questa volta il cambiamento sarà vero”. E ancora: “Quando milioni di italiani vanno a votare non ci sono più alibi per nessuno”.

IL DISCORSO INTEGRALE DI MATTEO RENZI




Leggi tutto