Alfano: Ncd è determinante per la vita del governo

1' di lettura

Il vicepremier all’indomani della decadenza da senatore di Berlusconi e dopo l’uscita di Forza Italia dalla maggioranza: "Abbiamo i numeri per far vincere il centrodestra in Italia. Dopo il congresso del Pd vogliamo un contratto con i partner di governo"

"Noi abbiamo parlamentari sufficienti per tenere in vita il governo, ma anche viceversa". Lo ha detto il vicepremier Angelino Alfano nel corso della conferenza stampa in Senato con i ministri del Nuovo centrodestra, all'indomani della decadenza di Silvio Berlusconi e dopo l'uscita di Forza Italia dalla maggioranza. "Noi siamo in una situazione del tutto privilegiata - ha spiegato Alfano - grazie al sostegno dei parlamentari di Nuovo Centrodestra e al sostegno potenziale che ci danno i sondaggi: abbiamo numeri parlamentari sufficienti per tenere in vita il governo ma anche viceversa". Così come, aggiunge il vicepremier, "abbiamo i numeri per far vincere il centrodestra in Italia".

"Al governo per realizzare obiettivi importantissimi" - "Siamo al governo per realizzare alcuni obiettivi importantissimi e per fare scudo ad alcuni  provvedimenti di politica economica che non farebbero gli interessi degli italiani", ha aggiunto il vicepremier Angelino Alfano. Il vicepresidente del Consiglio ha spiegato che il suo partito intende "fare scudo ad alcuni provvedimenti della sinistra, che sarebbero il male dell'Italia". Come esempio cita il nodo dell'immigrazione, dove si corre il rischio di "frontiere come groviere".

"Dopo congresso Pd, serve programma governo" - Alfano ha aggiunto che le forze politiche che sostengono il governo di Enrico Letta dovrebbero sottoscrivere un programma di governo per porre obiettivi chiari per il prossimo anno. "Subito dopo il congresso del Partito democratico e l'approvazione definitiva della legge di Stabilità vogliamo fare con i partner di governo un contratto di programma, che chiamerei 'Italia 2014", ha detto Alfano. "Noi abbiamo idee chiare: modifica della legge elettorale, riforma della Costituzione per cambiare il bicameralismo, diminuire la tassazione sul lavoro e premiare il salario di produttività", ha aggiunto il ministro dell'Interno.

L’irruzione di Alessandra Mussolini - “Buffoni, buffoni”. Alessandra Mussolini ha fatto irruzione nella sala Koch di Palazzo Madama, dove si stava svolgendo la conferenza stampa dei ministri di Ncd sulle misure economiche. All'incursione i ministri Lupi e Quagliariello hanno risposto con un sorriso. “Andiamo avanti”, ha tagliato corto Lupi.


Gli aggiornamenti in tempo reale:

Leggi tutto