Lega Nord, Bossi: "Penso di ricandidarmi alla segreteria"

1' di lettura

"Mi spingono a tornare per sistemare le cose" dichiara il Senatùr. A proposito di Silvio Berlusconi afferma che "anche se decade ha i voti e li può indirizzare" e sulla discesa in campo di Marina spiega: "Io lascerei perdere i figli perché uccidono..."

Pensa di ricandidarsi alla segreteria, consiglia all'amico e alleato Silvio Berlusconi di "lasciar perdere i figli.... perché uccidono" (il riferimento è alle voci della discesa in campo di Marina Berlusconi, ndr) e non nasconde l'antipatia verso Forza Italia ("La sola parola Italia mi fa venie l'orticaria"). Parla così Umberto Bossi a margine della cerimonia di intitolazione di una piazza di Lazzate (provincia di Monza) al defunto sindaco e senatore leghista Cesarino Monti.

Bossi: torno per sistemare le cose - A chi gli domanda se si candiderà, risponde "penso di sì" spiegando che "c'è una montagna di gente che si è spaventata nel vedere quello che è avvenuto". "Espulsioni di troppa gente e il sospetto che la Lega possa finire. Mi spingono a tornare - precisa - per sistemare le cose". E a chi gli chiede del suo rapporto con l'attuale segretario Roberto Maroni, risponde senza sbilanciarsi affermando che "è normale".

Bossi: Berlusconi ha i voti - Parla poi di Silvio Berlusconi e della questione della decadenza. Che decada o meno "i voti li ha comunque, deve solo trovare l'accordo con un partito forte come in passato è stata la Lega". Quel che è certo, aggiunge il Senatur, "è che chi ha i voti li può indirizzare". Poi commenta le voci che vorrebbero Marina Berlusconi alla guida del partito di centrodestra. "Io lascerei perdere i figli perché uccidono..." afferma e aggiunge: "Basta lui a far politica, non c'è bisogno della figlia". Quanto poi il ritorno di Forza Italia, Umberto Bossi è molto chiaro: "La sola parola Italia mi fa venire l'orticaria".

Leggi tutto