Franceschini: il governo dura. Renzi ha spazzato via i dubbi

1' di lettura

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, ospite de L'Intervista di Maria Latella, ribadisce quanto affermato da Renzi dal palco della Leopolda: "Mai più larghe intese". E afferma: "C'è tempo per lavorare fino al 2014, poi al voto nel 2015"

Dario Franceschini si dice "d'accordo con Renzi sul fatto che sicuramente non ci dovranno essere mai più larghe intese". Intervenendo a Sky TG24, ospite de L'Intervista di Maria Latella (il video integrale), il ministro per i rapporti con il Parlamento sottolinea come, "dall'interno, io abbia la consapevolezza che questa sia un'esperienza transitoria. E' un governo di servizio - aggiunge - che lavora senza cercare applausi e che non è un laboratorio politico per il futuro. Alle prossime elezioni il confronto sarà tra progressisti e conservatori e decideranno gli elettori". Ma, aggiunge Franceschini, abbiamo ancora tempo.

Prossime elezioni nel 2015 - "Il governo dura - assicura infatti -  e c'è il tempo per fare le riforme come ci ha chiesto il presidente della Repubblica. Renzi nel suo intervento ha spazzato via tutti i sospetti su cosa vuole fare" (VIDEO). Per il ministro, dunque, si può lavorare fino al 2014 e andare a votare nel 2015.

Il dopo Cav - L'intervista rilasciata a Sky TG24 è anche l'occasione per parlare di Silvio Berlusconi e del futuro del Pdl. "Le vicende di questi giorni dimostrano che il centrodestra è a un bivio: ovvero se il vuoto lasciato dal dopo-Berlusconi sarà colmato da una nuova forza anomala populista o da una forza europea che faccia riferimento al Ppe". Quanto poi al successore del cavaliere, dichiara: "Difficile fare previsioni" su cosa accadrà. "Se il loro modello è una destra europea che fa riferimento al Ppe, allora è più facile che sia Alfano; se invece la scelta sarà quella di proseguire con un berlusconismo senza correzioni, credo naturale la candidatura di Marina".

Leggi tutto