Camusso: "Da Pdl totale disprezzo per il Paese". Video

1' di lettura

"Continuiamo a inseguire una persona che dice che la legge non è uguale per tutti", spiega la leader della Cgil a L'intervista di Maria Latella. E auspica che non si vada al voto prima di aver approvato "una nuova legge elettorale e la legge di stabilità"

"La cosa che davvero sconvolge è il totale disinteresse e il totale disprezzo per il Paese". Così a L’intervista di Maria Latella su SkyTG24 la leader della Cgil, Susanna Camusso, parla della crisi di governo. "Le grandi aziende - dice Camusso - rischiano di essere svendute, c'è la necessità di legge stabilità e invece continuiamo a inseguire una persona che dice che la legge non è uguale per tutti. C'è un vero degrado democratico, una crisi delle istituzioni. Vedo un atteggiamento totalmente irresponsabile".

La leader della Cgil auspica poi che non si vada al voto prima di aver approvato "una nuova legge elettorale" e "una legge di stabilità che non imponga solo sacrifici ma provi a dare il segno di un cambiamento". Obiettivo per cui, secondo Camusso, ci si deve appellare alla responsabilità dei parlamentari, "al loro essere eletti dai cittadini e non al libro paga di qualcuno". Secondo la sindacalista infatti "l’idea che non si faccia la legge di stabilità sarebbe l’occasione per la Bce di intervenire come nell’agosto del 2011".

Nel giorno del compleanno del Cavaliere, "l'augurio che faccio a Silvio Berlusconi è quello di considerarsi una persona normale che rispetta la legge e i cittadini e che non pensi che tutto il Paese deve girare intorno a lui", aggiungendo: "Ha festeggiato il suo compleanno facendo il peggior regalo possibile al Paese".

Leggi tutto