Pd, scontro sulle regole. Ritirate le modifiche a statuto

1' di lettura

Nell'assemblea nazionale non è stata superata l'impasse sull'automatismo tra segretario e candidato premier. Primarie fissate per l'8 dicembre. "Il Pd abbia l'ambizione di governare da solo" invoca Matteo Renzi dal palco. LIVE BLOGGING

Intesa solo a metà all'Assemblea del Pd. Passano le regole per il congresso con 378 sì, 74 contrari e 24 astenuti. Ma manca il quorum per cambiare lo statuto (almeno 471 voti a favore) e resta il caos. E' stato infatti approvato il regolamento per svolgere le primarie l'8 dicembre, ma senza le modifiche statutarie mirate a snellire l'iter congressuale e arrivare al voto a dicembre. La decisione è ora rinviata alla Direzione del partito del 27 settembre. La proposta della commissione era di cancellare l'automatismo tra segretario e candidato premier.

Dissensi su premier-segretarioA dividere i delegati è la proposta di modifica dell'art. 3 e dell'art. 18 dello Statuto, varata venerdì 20 settembre dalla commissione e ritirata sabato dopo le divisioni. Dall'articolo 3 viene di fatto eliminato l'automatismo tra segretario e candidato premier con la cancellazione della parte che prevede che il segretario sia proposto dal partito per Palazzo Chigi. Contestualmente, all'art. 18 si prevede che il candidato alla premiership sia scelto attraverso primarie di partito o di coalizione alle quali partecipano oltre al segretario altri iscritti al Pd.

Renzi: "Il Pd abbia l'ambizione di governare da solo"- All'assemblea è intervenuto, tra gli altri, anche Matteo Renzi (VIDEO). "Sogno un Pd che abbia l'ambizione di governare l'Italia da solo perché la linea dobbiamo darla noi. La crisi è anche nostra, non solo della destra" ha affermato. E ha poi bacchettato il governo Letta: "Lo dico a Enrico", che va sostenuto, ma "sostenere" sullo sforamento del deficit-Pil che "compito del governo è farsi carico di un problema che deriva dall'instabilità politica è ingiusto. E' antipolitica" (VIDEO).

La cronaca dell'Assemblea

Leggi tutto