Rifiuti, Orlando: "C'è stata una sospensione dello Stato"

1' di lettura

Il ministro dell'Ambiente a SkyTG24: "Dovremo fare tantissima fatica per recuperare credibilità in Campania e nel Lazio". E rilancia la sua proposta: "I soldi sequestrati alle organizzazioni criminali potrebbero essere utilizzati per delle bonifiche"

Sul traffico dei rifiuti, in Campania e nel Lazio, "c'è stata una sospensione della sovranità dello Stato nella quale si sono insinuati poteri criminali". A dirlo a SkyTG24 è il ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando: "Lo Stato dovrà fare ancora tantissima fatica per recuperare credibilità. La distanza da colmare è tantissima". Parole che arrivano dopo l'intervista al canale all news di Carmine Schiavone in cui si parlava delle "terre avvelenate" dal business dei rifiuti tossici.

Secondo il ministro "i soldi sequestrati e poi confiscati alle organizzazioni criminali potrebbero essere utilizzati per delle bonifiche" (IL VIDEO). Una proposta che, spiega Orlando, "ha creato fraintendimenti perché per esempio l’associazione Libera si è detta perplessa perché teme siano spezzettate le risorse destinate alla lotta alla criminalità o al sostegno e all’attività di indagine".

Leggi tutto