Maroni attacca Napolitano: "Con senatori a vita fa politica"

1' di lettura

Il segretario della Lega critica duramente il Colle per le ultime nomine: "Una vergogna italiana". E sul decreto Imu dice: "Si sta rivelando senza coperture e questo creerà maggiori difficoltà ai sindaci". E sull'attacco in Siria: "Sarebbe un disastro"

"Napolitano fa politica, e la nomina dei quattro senatori a vita, che sono una vergogna italiana, lo testimonia".
E' duro il commento del segretario della Lega Nord, Roberto Maroni sulla decisione del Quirinale. "Il messaggio a Berlusconi e al Pdl è chiaro - dice - 'se fate cadere il governo ne è pronto un altro con il sostegno appunto dei senatori a vita. Noi non siamo d'accordo, meglio andare al voto subito, perché la sovranità appartiene al popolo e non ai rappresentanti delle istituzioni".

"Decreto Imu senza coperture" - Critico il commento anche sul decreto sull'Imu: "Si sta rivelando senza coperture e questo creerà maggiori difficoltà ai sindaci".
"La Lega si è sempre battuta per l'abolizione dell'Imu", ha aggiunto il governatore lombardo, secondo cui "il governo Letta è ancora peggio del governo Monti".

"In Siria sarebbero solo disastri" - Quanto a un possibile attacco in Siria, dice Maroni, "sarebbero solo disastri. Si spenderebbero un sacco di soldi, non si risolverebbe nulla, si rischia un altro Iraq e un'altra invasione di profughi come avvenuto l'anno scorso. Noi non siamo i gendarmi del mondo, dobbiamo risolvere i problemi nostri e ne abbiamo tanti. Se Obama vuole intervenire lo faccia, ma l'Italia deve stare fuori".

Leggi tutto