Letta: "L'Imu non si pagherà nel 2013, service tax dal 2014"

1' di lettura

Il premier illustra la riforma della tassa sulla prima casa decisa nel Cdm e rivendica: "E' una vittoria del governo". Alfano su Twitter: "Missione compiuta". Berlusconi: "Mantenuta la parola data". Rifinanziata la cig, misure per 6.500 esodati. VIDEO

"L'Imu viene cancellata dal 2014. Dal primo gennaio nascerà la service tax che riguarda anche la Tares". Così, in conferenza stampa, il premier Letta ha illustrato la riforma della tassa sulla prima casa decisa nel Consiglio dei ministri. "L'Imu del 2013 sulla prima casa non verrà pagata e sarà gestita senza aumenti di nuove tasse" ha precisato inoltre Letta.



Letta: "Coperture da tagli alla spesa e da tasse sui giochi" - "Nel decreto che accompagnerà la legge di stabilità, ha spiegato Letta, "saranno indicate le coperture della seconda rata dell'Imu perché alcune coperture si svilupperanno nelle prossime settimane".  Parte delle coperture per il superamento dell'Imu, ha aggiunto, oltre che dai tagli delle spese e dal maggior gettito Iva che lo Stato dovrebbe incassare rimborsando alle imprese altri 10 miliardi aggiuntivi di debiti commerciali, arriveranno "dalla tassazione del mondo dei giochi".

Letta: "Service tax non sarà Imu mascherata" - Per quanto riguarda la service tax "non sarà un'Imu mascherata", si passerà ad una logica dei servizi, "come in un condominio, in cui si paga un canone condominiale per i servizi che si hanno" ha spiegato Letta, aggiungendo che la riforma: "E' una vittoria del governo che ha dimostrato coesione e compattezza. Credo che la giornata di oggi possa far finalmente finire giornate sulla durata del governo".

Berlusconi: "Rispettati i patti"
- Grande soddisfazione, tra le forze politiche di maggioranza, per la riforma decisa dal governo, e in particolare da parte del centrodestra. "Il Popolo della Libertà ha rispettato il patto con i suoi elettori e il presidente Letta ha rispettato le intese con il PdL. Gli effetti positivi vanno a beneficio di tutti i cittadini" è il commento dl leader del Pdl Silvio Berlusconi. Esulta  su Twitter, il vicepremier Angelino Alfano:

"E' una legge tax free. Per finanziare la cancellazione Imu non aumentano altre tasse: tagli alla spesa pubblica e altre scelte virtuose" prosegue Alfano in un altro tweet. In conferenza stampa Alfano ha poi ribadito la sua soddisfazione: "E' una buona notizia per gli italiani".

Fassina: "Governo Letta utile" - Esprime approvazione per le misure del governo, su Twitter, anche il viceministro dell'Economia, il democratico Stefano Fassina:


Epifani: "Bene la trasformazione dell'Imu in imposta federale" - Dal Partito democratico arriva anche il plauso del segretario Epifani. "Le decisioni prese oggi dal Consiglio dei ministri costituiscono una soluzione equilibrata dal punto di vista sociale e delle emergenze. Il governo ha tenuto conto delle situazioni più difficili - dice Epifani - anche la scelta sull'Imu è corretta, soprattutto in vista della riforma e della trasformazione nel senso di un'imposta federale a partire dal prossimo anno".

Misure per "morosità incolpevole", Cig e 6.500 esodati
-  Nel corso della conferenza stampa Letta ha illustrato anche altre misure, come gli interventi a sostegno di categorie disagiate dei cittadini, per dare una "risposta molto forte su mutui e affitti". "Parliamo di morosità incolpevole per perdita di lavoro, giovani coppie e lavoratori con contratti precari, più un intervento della Cassa depositi per incentivare l'edilizia sociale" ha spiegato il premier.  "Abbiamo rifinanziato la cassa integrazione per mezzo miliardo di euro" si tratta di "una prima risposta molto importante" per l'emergenza lavoro, ha detto inoltre il presidente del Consiglio, annunciando anche l'intervento per "6.500 esodati".

Leggi tutto