Femminicidio, il testo alla Camera già ad agosto

1' di lettura

L'aula di Montecitorio, come preannunciato dalla presidente Boldrini, dovrebbe riunirsi tra il 20 e il 22 del mese. Vacanze brevi per i deputati in vista della discussione sul dl del governo che inasprisce le pene contro la violenza sulle donne

Il decreto legge contro il femminicidio approderà in Parlamento nel mese di agosto, ben prima della fine del periodo di ferie che, da calendario, termineranno il 6 settembre. Il provvedimento varato dal Csm sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 18 o 19 agosto e il testo dev'essere presentato in Parlamento entro cinque giorni dalla pubblicazione.

Dunque, fanno sapere fonti della Camera, il decreto approderà a Montecitorio il 20 o il 21 agosto e l'Aula sarà convocata con tutta probabilità per il 21 o il 22. La seduta servirà per incardinare il ddl di conversione e i deputati dovranno interrompere le ferie. In realtà il decreto contro la violenza alle donne e lo stalking non farà nessun passo avanti nell'iter parlamentare. La seduta servirà solo per l'annuncio ufficiale della presentazione del provvedimento. Poi alla ripresa dei lavori di settembre sarà la commissione Giustizia a entrare nel merito.

La possibilità non è una novità assoluta, anzi era stata già anticipata dalla presidente della Camera, Laura Boldrini: "Nel salutare i deputati per la pausa estiva, ho ricordato che l'aula e le commissioni possono essere convocate, se necessario, in ogni momento", aveva scritto sulla sua pagina Facebook. "E' prevedibile, infatti, che Montecitorio debba riunirsi già dopo il 20 agosto per la presentazione di un decreto".

Leggi tutto