Tosi chiede scusa al ministro Kyenge per le offese leghiste

1' di lettura

Il sindaco di Verona incontra l'esponente del governo: "Le porgo le mie scuse se qualcuno della mia parte politica l'ha insultata". Con Maroni? "Nessuna polemica aspra". La titolare dell'Integrazione ringrazia il primo cittadino

Il sindaco di Verona Flavio Tosi ha chiesto scusa al ministro all'Integrazione e per le politiche giovanili Cecile Kyenge per le offese che le erano state rivolte da alcuni esponenti leghisti e che avevano indotto lo stesso ministro a declinare l'invito alla festa del Carroccio. La Kyenge aveva chiesto, come condizione, un deciso intervento del segretario Roberto Maroni in sua tutela, che però non c'è stato.

Tosi, che è anche vice segretario federale della Lega Nord, ha approfittato del suo intervento all'Africa Summer School per rivolgersi al ministro Kyenge: "Le porgo le mie scuse - ha detto - se qualcuno della mia parte politica l'ha offesa e se qualcuno non le ha fatte, fermo restando che in democrazia si possono avere idee diverse, ma il rispetto come ministro e soprattutto come persona e come donna è una cosa dovuta".

Il primo cittadino della città veneta ha poi aggiunto: "Tra il segretario Roberto Maroni e il ministro Cecile Kyenge non c'è stata una polemica aspra. C'è stato qualcuno che nella Lega Nord, in maniera stupida, ha sbagliato insultando il ministro. E la Lega ha preso provvedimenti".

Il ministro Kyenge, rivolta a Tosi che era in platea con le massime autorità cittadine, ha "ringraziato il sindaco per le sue parole".

Leggi tutto