Bondi evoca la guerra civile. Quirinale: irresponsabile

1' di lettura

Dopo la condanna di Berlusconi, l'esponente Pdl parla di "esiti imprevedibili se la politica non trova soluzioni". Fassina: "Al limite dell'eversivo". Domenica 4 agosto sit-in davanti a Palazzo Grazioli. Letta: ascolteremo contenuti e toni. LA CRONACA

Il Pdl si mobilita dopo la condanna di Berlusconi in Cassazione e prepara la manifestazione per il pomeriggio di domenica 4 agosto in via del Plebiscito, dove si trova la residenza romana dell'ex premier. Intanto il dibattito politico si avvita sulle parole del coordinatore del Pdl Sandro Bondi, che nella mattinata di sabato 3 agosto ha evocato il rischio di una "guerra civile", parlando di "esiti imprevedibili se la politica non trova soluzioni".
Il viceministro Pd Fassina a SkyTG24 bolla la dichiarazione dell'esponente del Pdl come "al limite dell'eversivo" mentre ambienti del Quirinale definiscono "irresponsabili" le parole di Bondi. Il premier Letta da parte sua interviene per chiedere che il Quirinale sia lasciato fuori dalle tensioni politiche e avverte che ascolterà con attenzione "contenuti e toni" del presidio di domani 4 agosto, dove comunque non vi saranno ministri. Il leader della Lega Roberto Maroni commenta: "E questa sarebbe una maggioranza di governo? Letta go home, elezioni subito".

Tutti gli aggiornamenti (qui la versione mobile)

Leggi tutto