Casaleggio: svolta in economia o possibili rivolte

1' di lettura

Nei prossimi mesi potrebbero verificarsi "situazioni difficilmente controllabili dal punto di vista dell’ordine pubblico" dice il guru del M5S in un'intervista pubblicata sul blog di Beppe Grillo. E precisa: governo M5S-Pd? "Io esco dal Movimento"

"Il Paese avrà nei prossimi mesi uno shock economico che potrebbe portare" a "disordini, rivolte. Qualcosa che non può essere dominato dalla politica". Così il guru del M5S Gianroberto Casaleggio, in un'intervista a Gianluigi Nuzzi per la rassegna letteraria Ponza d'autore pubblicata sul blog di Beppe Grillo.


"O svolta in economia o scoppierà la rivolta" - Casaleggio, in particolare, vede come possibilità "uno shock che potrebbe portare a una ridefinizione della rappresentanza politica". Altrimenti, spiega, il rischio è "uno spostamento della politica da problemi politici a problemi di carattere sociale: disordini, rivolte".
Una guerra civile, dunque? "No, una guerra civile no. Sicuramente delle  situazioni difficilmente controllabili dal punto di vista dell'ordine pubblico. Il Paese ha bisogno di una svolta e questa svolta tarda a venire mentre l'economia continua a peggiorare sensibilmente",  aggiunge.

Governo M5S-Pd? Io esco dal movimento - Il fondatore, insieme a Beppe Grillo, del Movimento Cinque Stelle esclude inoltre l'ipotesi di un governo Pd-M5S, definendolo "impraticabile". Se Giorgio Napolitano ci chiedesse di entrare in un nuovo governo con il Partito Democratico, "uscirei dal movimento" aggiunge tranchant.

Leggi tutto