Iva e Imu, soluzioni entro il 31 agosto

1' di lettura

Il governo conferma "l'impegno a fornire soluzioni strutturali" per il superamento dell'imposta sulla casa; l'individuazione delle coperture per evitare l'aumento dell'imposta sul valore aggiunto; l'accelerazione al pagamento dei debiti della P.A.

Governo e maggioranza confermano "l'impegno a fornire soluzioni strutturali per il superamento dell'Imu sulla prima casa nell'ambito di una revisione della tassazione sugli immobili" entro il 31 agosto. E' quanto si legge nella nota di Palazzo Chigi al termine della riunione della 'cabina di regia' a cui hanno preso parte la delegazione dell'esecutivo, guidata da Enrico Letta, e i capigruppo della maggioranza.

Non solo l'Imu, ma l'esecutivo si impegna, sempre entro il 31 agosto, "a imprimere un'accelerazione al pagamento dei debiti della Pubblica amministrazione, a individuare le coperture per evitare l'aumento dell'Iva che scatterebbe dal 1 ottobre, ad attuare provvedimenti in materia di ammortizzatori sociali e questione-esodati. Il tutto - conclude la nota - sarà finalizzato anche a definire strategie che saranno contenute nella Legge di Stabilità".

Al termine della riunione, il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni ha detto che "un nuovo metodo di lavoro consolida i rapporti" tra il Governo e la maggioranza. Positivo il commento del presidente dei senatori del Pdl Renato Schifani: "Il vertice tra i capigruppo della maggioranza ed il governo si è svolto in un clima di assoluta collaborazione con risultati positivi". Daniele Capezzone, presidente Commissione Finanze della Camera e coordinatore dei dipartimenti Pdl, invece, invita al "coraggio" per individuare le coperture finanziarie per le misure. Sul tavolo non è stato affrontato infine il caso Shalabayeva, di cui si parlerà al Senato. Sarebbe stata questa la premessa con cui il presidente del Consiglio Letta ha aperto stamane la 'cabina di regia' che si è riunita a Palazzo Chigi.

Leggi tutto