Napolitano blinda Letta. Il Pd: "No alla sfiducia ad Alfano"

1' di lettura

Il Capo dello Stato: "Non ci si avventuri a staccare la spina all'esecutivo". I democratici decidono di respingere la mozione contro il ministro dell'Interno sul caso Ablyazov. Renzi: "Io logoro il governo? Si logora da solo". LA CRONACA DELLA GIORNATA

Il Partito democratico voterà contro la mozione di sfiducia nei confronti di Angelino Alfano presentata da M5S e Sel e che sarà votata venerdì 19 luglio. Lo ha deciso l'assemblea dei senatori del Pd che ha respinto la richiesta dei renziani: 80 hanno votato a favore del respingimento della mozione, mentre in 7 si sono astenuti.
Nel corso della mattina di giovedì 18 è arrivato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano un forte richiamo a favore della continuità con il governo Letta. Se viene messa "a repentaglio la continuità di questo governo" ha spiegato il capo dello Stato "i contraccolpi a nostro danno, nelle relazioni internazionali e nei mercati finanziari, si vedrebbero subito e potrebbero risultare irrecuperabili". E ha lanciato il monito: "Non ci si avventuri a creare vuoti, a staccare spine" (VIDEO).
Intanto il governo prova ad andare avanti. In mattinata si è svolto un vertice di maggioranza per affrontare i nodi di Imu e Iva. L'esecutivo ha confermato "l'impegno a fornire soluzioni strutturali" per il superamento dell'imposta sulla casa; l'individuazione delle coperture per evitare l'aumento dell'imposta sul valore aggiunto e l'accelerazione al pagamento dei debiti della Pubblica amministrazione.

La cronaca della giornata (qui per la versione mobile)

Leggi tutto