Grillo chiede un incontro a Napolitano: "Sciolga le Camere"

1' di lettura

Il leader del Movimento 5 Stelle si rivolge al capo dello Stato: "Vada in televisione, in prima serata e parli alla nazione. Dica la verità sullo stato dell'economia". E aggiunge: "Ci si avvia verso la catastrofe. Quest'agonia deve finire"

"Napolitano vada in televisione, in prima serata e parli alla Nazione. Dica la verità sullo stato dell'economia, sulle misure che dovremo prendere, sui sacrifici enormi che ci aspettano. Imponga la cancellazione del Porcellum, contro cui alla Camera ha votato soltanto il M5S e un solo deputato del pdmenoelle e sciolga il Parlamento. Quest'agonia non può durare. Chiedo un incontro con Napolitano". E' questo il testo dell'appello che il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, rivolge al capo dello Stato.


Grillo: "Questa agonia non può durare - Il comico genovese sceglie dunque di rivolgersi direttamente al presidente della Repubblica. E lo fa attraverso il suo blog, in un post accompagnato da un fotomontaggio della prima pagina del Corriere della Sera del 25 luglio 1943 alla quale ha sostituito il titolo originale, che annunciava la caduta del regime Mussolini, con: Le dimissioni di Letta. Grillo capo del governo, un proclama di Napolitano.
"Oggi, 2 luglio 2013, il tempo è sereno su quasi tutta l'Italia, isole comprese. - scrive Grillo - La disoccupazione ha toccato il record storico dal 1977, da quando viene misurata, la produzione industriale precipita, le aziende chiudono o espatriano, il debito pubblico aumenta, qualcuno si suicida, ma è ormai un dettaglio. Il Governo, nel frattempo, fa solo annunci e tira a campare per non tirare le cuoia sotto l'attenta regia di Napolitano che dal Colle, elargisce segni di sostegno quotidiano ai ministri. Tutto secondo la norma. Nessuna nuova, pessima nuova. Ci si avvia verso la catastrofe economica senza che nessuno nel Governo, nei partiti, nelle istituzioni abbia il coraggio di denunciarlo, di fare qualcosa". Con questi, aggiunge, "non cambieremo mai". E conclude: "L'italiano viene descritto come "brava gente", ma può diventare feroce".

Restituiton day -  Intanto, il Movimento ha annunciato che giovedì 4 luglio si terrà a Montecitorio il 'Restitution Day', l'evento organizzato dai parlamentari del M5S per la restituzione della parte eccedente della diaria. Alla conferenza stampa, dove verrà presentata ufficialmente la somma raccolta dai parlamentari '5 Stelle', non dovrebbe partecipare Beppe Grillo.

Leggi tutto