Marò, Mauro: il 5 luglio vertice coi ministri competenti

1' di lettura

"La nostra preoccupazione è per i due fucilieri del San Marco" trattenuti in India, ha detto il ministro della Difesa. E ha aggiunto: "Riteniamo che la missione di questo governo non sarà conclusa se non quando avremo risolto anche questo problema"

Venerdì 5 luglio è previsto a Roma "un nuovo incontro voluto dal presidente del Consiglio con tutti i Ministeri competenti per fare il punto della situazione" sul caso dei due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Lo ha annunciato il ministro della Difesa, Mario Mauro, alla caserma Carlotto di Brindisi. "Abbiamo adottato questo metodo fin dall'inizio - ha aggiunto Mauro - perché vogliamo che, evitando personalismi ed evitando che ci siano notizie date e non date, tutti sappiano tutto in qualsiasi momento di questa vicenda".

"La nostra preoccupazione è per i due fucilieri del San Marco - ha ribadito il titolare della Difesa alla stampa, dopo aver incontrato a Brindisi i familiari dei due marò - Riteniamo che la missione di questo governo non sarà conclusa se non quando avremo risolto con tenacia e perseveranza anche quel problema. Sono gli uomini il centro delle Forze armate, non i cannoni, gli aerei e le navi" ha poi aggiunto Mario Mario chiarendo di non essersi mai pronunciato in merito della vicenda giudiziaria e del processo ai due fucilieri appartenenti alla Forza da Sbarco della Marina Militare.

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono trattenuti in India dal 19 febbraio 2012. Sono accusati di aver ucciso due pescatori in un incidente in mare al largo delle coste del Kerala.

Leggi tutto