Cancellieri: "Nessuna tensione sulla giustizia"

1' di lettura

Il Guardasigilli, da Napoli, rassicura sulla tenuta del governo e afferma: "Stiamo lavorando serenamente. L'esecutivo non rischia nulla"

"La tenuta del governo sulla giustizia non è assolutamente a rischio". Parola del ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri, a Napoli per l'incontro su 'Economia e mafia' organizzato dall'Università Suor Orsola Benincasa a Castel Capuano e al quale ha partecipato anche lo scrittore Roberto Saviano (VIDEO). "Non c'è alcuna tensione nel governo sul tema della giustizia, stiamo lavorando serenamente", ha poi aggiunto il Guardasigilli. Precisazione questa, arrivata il giorno dopo le parole di Silvio Berlusconi, che ha rilanciato il ritorno di Forza Italia ("La guiderò io") ed è tornato a parlare di riforma della giustizia, tema che venerdì 28 giugno ha creato tensioni nella maggioranza. "Se c'è un settore nel nostro Paese che ha bisogno assolutamente di una profonda riforma è quello della giustizia" ha affermato il Cavaliere. "Da Berlusconi parole chiare - ha affermato da Lampedusa il vicepremier Angelino Alfano - Ora tocca al governo dimostrare di essere in grado, sull'economia, di fare quello che gli italiani si aspettano che faccia" (VIDEO).

Ministro Cancellieri contestato - Durante il convegno a Napoli, intanto, il ministro Cancellieri è stato contestato da avvocati napoletani che, accompagnati da alcuni sindaci, hanno prima organizzato un sit nel cortile di Castel Capuano e poi sono entrati nell'aula per protestare contro il riordino delle circoscrizioni giudiziarie e la media conciliazione obbligatoria. Immediata la reazione del Guardasigilli, che, in un fuori programma, ha deciso di lasciare il palco del convegno per incontrare i manifestanti nella Biblioteca dell'ex tribunale. GUARDA IL VIDEO


Sovraffollamento delle carceri - Cancellieri è poi intervenuta sul nodo del sovraffollamento delle carceri: "E' una questione che stiamo affrontando e sulla quale dobbiamo dare risposte rapide". E ha aggiunto: "Stiamo lavorando su una progettazione molto seria, che va da una parte verso l'implementazione dei posti e dall'altra verso una depenalizzazione dei reati e misure alternative al carcere".

Leggi tutto