M5S decide sull’espulsione di Adele Gambaro

1' di lettura

I parlamentari 5 Stelle si esprimono sulla senatrice che, a SkyTG24, aveva duramente criticato Beppe Grillo. Il capogruppo alla Camera Nuti: “Penso che alcuni lasceranno il Movimento”. E su Facebook nasce il gruppo “Dissidenti dimettetevi”

I parlamentari del M5S decidono oggi, lunedì 17 giugno, sull'espulsione della senatrice ribelle Adele Gambaro, “colpevole” di aver criticato duramente il leader del Movimento Beppe Grillo in un’intervista rilasciata ai microfoni di SkyTG24. Il clima è tesissimo. "Penso che alcune persone lasceranno il Movimento” annuncia in un’intervista a la Repubblica il capogruppo alla Camera M5S Riccardo Nuti. Ma rassicura: “Questo non deve preoccupare né gli elettori né gli attivisti; la nostra priorità è lavorare per il programma e far conoscere le nostre proposte che da mesi sono coperte da questo tipo di dichiarazioni”. E, mentre il sindaco di Parma Pizzarotti invita all'unità, si moltiplicano le voci pro o contro provvedimenti punitivi. Il vicepresidente della Camera Di Maio parla di 'compravendita' di parlamentari, il deputato Curro' e la senatrice Fucksia si schierano invece contro l'espulsione della collega.

Intanto, la voce dell’elettorato, o almeno di una parte di questo, si fa sentire via web. Alla vigilia del voto sull’espulsione della Gambaro, un gruppo di utenti ha dato vita al gruppo Facebook “Dissidenti M5S dimettetevi”. Nel video appare un uomo mascherato da Anonymous (personaggio divenuto noto grazie al film 'V di Vendetta' del 2005) in un vecchio filmato stile telegiornale. Sta leggendo un comunicato con il quale chiama in causa addirittura l'evangelico Giuda per affermare che "il tradimento è nell'indole dell'uomo" e che, pertanto, "uno su dodici è un traditore".

Leggi tutto