Ilva, Zanonato: "Un decreto per il commissariamento a tempo"

1' di lettura

Il provvedimento, annuncia il ministro, prevede "la sospensione dei poteri degli organi societari e la nomina del commissario". Un' eventuale chiusura dello stabilimento avrebbe un impatto economico negativo per 8 miliardi all'anno

Il governo ha deciso di ricorrere al commissariamento temporaneo dell'Ilva finalizzato a realizzare le prescrizioni dell'Autorizzazione integrata ambientale per il risanamento che l'azienda ha attuato solo in parte. Lo ha annunciato il ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, nell'aula della Camera dove ha riferito su questo tema.
Per questo, ha detto il ministro, è stata decisa la convocazione di un Consiglio dei ministri per emanare un decreto legge.
"Siamo consapevoli che il risanamento non può essere condotto con la necessaria convinzione da chi ha determinato l'allarme ambientale di cui stiamo discutendo e che mette a rischio tante persone", ha detto  Zanonato (VIDEO).

Atteso in giornata il provvedimento del governo - Il decreto, che "è ormai definito", verrà adottato, ha aggiunto Zanonato, "nel primo pomeriggio" e prevede "la sospensione dei poteri degli organi societari e la nomina del commissario. Al termine di questa fase di gestione eccezionale e straordinaria potranno essere ricostituiti gli ordinari organi di amministrazione restituendo alla proprietà" i suoi poteri. Dalle decisioni che vengono prese sull'Ilva, ha spiegato Zanonato, "dipende il futuro della siderurgia italiana e più in generale la credibilità del nostro Paese".

Chiusura Ilva impatto negativo per 8 miliardi all’anno – Secondo il ministro Zanonato, un'eventuale chiusura dell'Ilva di Taranto "avrebbe un impatto economico negativo per 8 miliardi di euro annui". Tuttavia, ha aggiunto spiegando i motivi che hanno portato alla decisione di procedere con un commissario a tempo, "gli investimenti pur realizzati in questi anni non sono stati sufficienti a riequilibrare il rapporto tra produzione, salute e ambiente", visto che "molte disposizioni totalmente o parzialmente disattese dall'azienda".

Leggi tutto