Rodotà: "Non è vero che voglio spaccare il M5S"

1' di lettura

Il professore replica a Beppe Grillo che lo aveva accusato di voler creare un polo di sinistra per dividere il movimento. E sul finanziamento ai partiti dice: "La politica non può essere lasciata solo ai soldi dei privati"

"Ho letto sui giornali che io intenderei spaccare il Movimento 5 Stelle: non è vero. Un processo alle intenzioni non è opportuno soprattutto se non sono quelle le intenzioni". Stefano Rodotà così risponde alle accuse di Beppe Grillo che, nei giorni scorsi aveva scritto sul suo blog che il professore si era posto come punto di riferimento "per un polo di sinistra che ha come obiettivo la divisione del M5S". Rodotà poi aggiunge di non aver "mai avuto l'abitudine di polemizzare Peferisco toni ragionati. La notizia mi viene nuova e incomprensibile".

Rodotà: "Politica non può essere lasciata ai soldi dei privati" - "Se mi permettete una battuta, non sono stato in freezer in questi anni, credo di essere stato molto attivo non solo nella difesa della Costituzione, ma anche sul campo" aggiunge poi Rodotà, che si smarca da Grillo anche riguardo alla questione del no al finanziamento pubblico ai partiti. "Da tanti anni la mia opinione è che la politica non può essere lasciata soltanto ai soldi dei privati" dice il professore.

Fico (M5S): "Non siamo un movimento di sinistra" - A Rodotà risponde, indirettamente, Roberto Fico, deputato del M5S candidato alla guida della Commissione di vigilanza Rai. Lo strappo con Stefano Rodotà è stato un "punto doloroso", ma "il M5S non è un movimento di sinistra o che vuole essere di supporto alla sinistra, è un movimento popolare" dice Fico nel corso dell'intervista con Lucia Annunziata nella trasmissione In Mezzo'ora. "Mi dispiace - spiega il deputato M5S - che invece di alzare il telefono e di chiedere conto di cose che scrivevano i giornali, Rodotà abbia  fatto un'intervista al Corriere della sera. Noi dobbiamo uscire fuori dall'idea degli accordo, ho grande rispetto per Rodotà, ci ha molto aiutato negli anni nelle nostre battaglie", assicura.

Leggi tutto