Elezioni comunali, affluenza in picchiata: -15,33%

1' di lettura

Alle 22 negli oltre 500 comuni chiamati a rinnovare consiglieri e sindaci ha votato il 44,67% degli aventi diritto contro il 60% della tornata precedente. Picco a Roma, dove il calo è di quasi 19 punti. Si vota anche oggi fino alle 15

Affluenza in picchiata per elezioni comunali. La percentuale di votanti rilevata alle ore 22 di domenica 26 maggio è stata del 44,67%, oltre quindici punti in meno rispetto alle precedenti omologhe quando i votanti furono il 60,00%. E' il dato definitivo diffuso dal sito del Viminale. A Roma, dove si tiene una delle sfide principali, il crollo è stato ancora più forte: ha votato infatti il 38,60% degli aventi diritto contro il 57,56% del 2008. Si tratta di quasi il 19% in meno. Lunedì 27 maggio si potrà votare fino alle 15.

L'affluenza alle 19 - Il dato alle 19 aveva già dato un'idea chiara del calo rispetto alla precedente tornata elettorale: 34,36%, quasi undici punti in meno rispetto alle precedenti omologhe quando i votanti erano stati il 45,24%. A Roma il 30,65% degli aventi diritto contro il 43,96% del 2008 (oltre il 13% in meno).

Circa sette milioni al voto - Sono circa sette milioni gli elettori chiamati alle urne per votare in oltre 500 comuni (lo speciale).  Tra i comuni interessati, sono 2 i capoluoghi di regione, Ancona e Roma, e 14 capoluoghi di provincia (Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Isernia, Lodi, Massa, Pisa, Siena, Sondrio, Treviso, Vicenza e Viterbo).  Oltre alle comunali domenica 26 maggio si vota anche per rinnovare il consiglio regionale della Valle d'Aosta.

Eventuali ballottaggio a giugno - Le operazioni di scrutinio inizieranno lunedì 27 maggio alle ore 15, subito dopo la chiusura della votazione e l'accertamento del numero dei votanti. In caso di ballottaggio per l'elezione dei sindaci, si voterà domenica 9 giugno e lunedì 10 giugno.

Leggi tutto