Beppe Grillo: "Tra un anno referendum sull'euro"

1' di lettura

"L'Europa va ripensata" dice il leader del M5S a Mirandola per consegnare al comune colpito dal terremoto 420mila euro dello Tsunami tour. Poi, a proposito della proposta di legge anti-movimenti, afferma: "Hanno paura di noi"

"L'Europa va ripensata. Noi consideriamo di fare un anno di informazione e poi di indire un referendum per dire sì o no all'Euro e sì o no all'Europa". Queste le parole di Beppe Grillo a Mirandola."Sull'Euro e sull'Europa gli inglesi ci insegnano la democrazia. Nessun partito può arrogarsi il diritto di decidere per 60 milioni di persone".
Il leader del Movimento 5 Stelle è così tornato a lanciare una proposta già avanzata durante la campagna elettorale: l'abbandono dell'Euro e il ritorno alla Lira. L'occasione è stata la visita a Mirandola per consegnare i fondi per la ricostruzione raccolti durante lo tsunami tour: una donazione che ammonta a 420mila euro che andranno a una scuola del centro emiliano scosso dal terremoto nel maggio 2012 (lo speciale).
Grillo ha commentato anche le dichiarazioni del presidente di Confindustria Giorgio Squinzi: "Ha detto che siamo sull'orlo del baratro, io lo dico da 2 anni. E se lo dice lui...". E, a proposito del ddl presentato da Finocchiaro e Zanda e ribattezzato 'anti-movimenti', ha affermato: "Che senso ha fare una legge per non farci stare in Parlamento? Hanno un terrore fottuto".

Grillo: "Gabanelli non è proprio super partes" - Infine, è intervenuto sulla polemica nata per il servizio della trasmissione Report di Milena Gabanelli sui fondi del blog: "Ha fatto il suo lavoro riguardo il nostro blog e capisco anche il suo punto di vista nel fare il servizio, in maniera forse solo un po' superficiale, sotto le elezioni. Lei è dentro un'azienda che non è proprio super partes. Io ho risposto alle sue domande, non ho niente contro di lei". E ha aggiunto: "Abbiamo cinque o sei persone che lavorano al nostro blog con dei costi esagerati. Per questo abbiamo messo la pubblicità, per coprire forse i costi. Se volevo fare guadagni continuavo a fare quello che facevo prima".

420mila euro per la ricostruzione della palestra di una scuola - Un fiume di parole quello di Beppe Grillo durante la visita a Mirandola. Come preannunciato, il leader del Movimento 5 Stelle ha fatto visita a una delle zone più colpite dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 (foto e video), per la donazione al Comune di 420mila euro. "Durante la campagna elettorale - hanno spiegato Michele Dell'Orco e Vittorio Ferraresi, deputati modenesi del M5S - abbiamo raccolto 774.208,05 euro da donazioni volontarie e ne abbiamo spesi 348.506,49. Ci siamo impegnati a destinare tutto quanto non utilizzato a favore dei terremotati".
I fondi saranno destinati alla ricostruzione della palestra della scuola elementare nella frazione di Quarantoli. L'istituto, che aveva una piccola palestra interna, è rimasto
gravemente danneggiato.(VIDEO).




Per ripartire ci vogliono le risorse - Il leader del M5S non risparmia stoccate ai media: "Il messaggio che arriva è che qui è tornato tutto alla normalità, la produzione è ripresa, che il popolo emiliano è forte...". Per ripartire ci vogliono le risorse, e anche in questo caso Grillo ha le idee chiare: "I soldi ci sono, ma i politici sono dilettanti,  parassiti", perché ci sono "i doppi stipendi, mille province,  comuni da accorpare, pensioni da 30 a 90mila euro al mese, evasione  fiscale delle slot da 98 miliardi, l'Afghanistan, la Tav che sarà un buco che ci costerà 20 miliardi a debito".

Leggi tutto