Imu, Crimi a SkyTG24: sì al decreto ma con limiti di reddito

1' di lettura

Il capogruppo del M5S al Senato ospite de L'intervista: potremmo votare l'abolizione dell'imposta sugli immobili "ma non deve avvenire in maniera orizzontale". Su Copasir e Vigilanza Rai spiega: "La presidenza delle commissioni spetta a noi"

Vito Crimi, Capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato è l'ospite de L'intervista di Maria Latella su SkyTG24. Il futuro del movimento, il complesso rapporto con il nuovo governo, le polemiche legate al "furto" dei dati e delle email di alcuni parlamentari della formazione guidata da Beppe Grillo. Sono alcuni degli argomenti affrontati durante il programma.

L'abolizione dell'Imu -
Per Crimi il Movimento 5 Stelle tendenzialmente dice "sì" al decreto sulla sospensione dell'Imu a giugno, "ma deve essere non un sì orizzontale, altrimenti favoriremmo chi ha casa e redditi elevati. Invece deve essere garantito a soglie di reddito basse, con un limite". Il capogruppo dei grillini al Senato spiega che "l’abrogazione non può essere fatta così com’è ma deve essere comunque garantito che chi ha dei redditi elevati paghi le tasse, anche sulla prima casa"

"La presidenza di Copasir e Vigilanza Rai spettano a noi" -
Secondo il capogruppo del M5S al Senato, la presidenza del Copasir e della Vigilanza Rai dovrebbero andare al Movimento 5 Stelle. Perché, spiega Crimi, quella di Sel è una "falsa opposizione" in quanto "si è coalizzata con il Pd e ha usufruito del premio di coalizione". La Lega? "Sarebbe incostituzionale affidare al Carroccio queste commissioni, perché è un partito secessionista". Comunque, precisa Crimi, "le poltrone non ci interessano".

Il furto delle email: "Indignato dalla mancanza di interesse" - Crimi parla anche del "furto" della pubblicazione online delle mail di alcuni parlamentari grillini: "Ci stanno mettendo sotto pressione, ci stanno cercando di intimidire. Siamo indignati del fatto che non abbiamo visto nessuna indignazione da parte della stampa per una violenza così grave".

"Mastrangeli espulso per troppo assenteismo" - A proposito dell'espulsione dal gruppo parlamentare di Marino Mastrangeli, Crimi spiega che non è avvenuta soltanto per la partecipazione in tv ma per "l'eccessivo assenteismo".

Leggi tutto