Letta alla Merkel: "Impegno per la crescita"

1' di lettura

Prima tappa all'estero per il premier che chiede maggiore impegno per lo sviluppo. La replica: "Roma ha fatto un pezzo di strada, collaboreremo". Il ministro Idem: "Comprensibile il risentimento dell'Italia per la Cancelliera". LA CRONACA DELLA GIORNATA

L'Italia ha rispettato gli impegni presi sul fronte dei conti pubblici e continuerà a farlo, ma il nuovo governo, forte di un'ampia maggioranza parlamentare, chiede che ora l'Europa faccia davvero di più sul fronte della crescita. Altrimenti c'è il serio rischio che l'antieuropeismo emerso nel voto italiano dilaghi nel resto del Vecchio Continente. Il tono con cui Enrico Letta si rivolge ad Angela Merkel è sorprendentemente fermo. E' la sua prima uscita internazionale, a poche ore dal voto di fiducia incassato in Senato. Eppure il presidente del Consiglio non va tanto per il sottile, costringendo la cancelliera a ripetere, quasi come fosse una giustificazione, che non c'è "contraddizione" fra rigore e sviluppo
(VIDEO). Letta e Merkel arrivano nella sala delle conferenze stampa della Cancelleria al termine di una ventina di minuti di faccia a faccia. Angela Merkeldà il benvenuto al neo-premier, complimentandosi per quanto fatto e dicendosi sicura che lavorerà per il bene dell'Italia e dell'Europa. Poi ribadisce la sua linea:"Il consolidamento di bilancio e la crescita sono due facce della stessa medaglia": senza il primo non si può avere il secondo e viceversa (VIDEO).

Tutti gli aggiornamenti (qui per la versione mobile):


Leggi tutto