Quirinale, doppia fumata nera. Bersani: "Nuova proposta Pd"

1' di lettura

Accantonata la candidatura di Marini, solo 521 voti. M5S e Sel insistono su Rodotà. Diplomazie al lavoro per trovare una soluzione dalla quarta votazione. Renzi attacca il leader: ha spaccato il partito. Berlusconi fischiato a Udine. LO STREAMING

Lunga giornata al Quirinale che ha visto il Parlamento riunito in seduta comune per eleggere il presidente della Repubblica. Giornata di fumate nere. Al primo scrutinio, infatti, Franco Marini, nome scaturito dall’intesa tra Berlusconi e Bersani e sostenuto anche da Scelta civica e Lega Nord, ha ottenuto solo 521 voti, non raggiungendo così la maggioranza di due terzi, cioè i 672 voti. A Rodotà, sostenuto dal M5S e Sel, sono andate 241 preferenze. E nulla di fatto anche per la seconda votazione. Democratici e centrodestra hanno infatti votato scheda bianca. Rodotà ha ottenuto 230 voti. Le schede bianche sono state 418. Si cerca un'intesa dalla quarta votazione. E tornano in pista Prodi e D'Alema. Intanto, Grillo promette: "Il M5S voterà Rodotà fino alla quarta votazione". E mentre Renzi afferma che "Marini è saltato", Bersani mostra ottimismo: "Prendiamo atto di una fase nuova. Tocca al Pd fare la proposta".

Tutti gli aggiornamenti:

20.50 Renzi: "L'obiettivo non era far fuori Marini" - "L'obiettivo non era abbattere Marini ma dare all'Italia un presidente che durerà fino al 2020". Lo ha detto Matteo Renzi giungendo a Roma alla stazione Termini. E ha aggiunto: "Vediamo cosa dirà domani Bersani all'assemblea dei gruppi". Interpellato se ci sia stata una spaccatura dentro il partito, Renzi ha replicato: "Mi sembra evidente, speriamo che domani la superiamo".  E ha concluso: "Domani ci saranno degli incontri,  credo che vedrò il gruppo dirigente del Pd. Non credo Bersani".



20.25 Pdl: "No slittamento quarta votazione" - I capigruppo del Pdl del Senato, Renato Schifani, e della Camera, Renato Brunetta, esprimono la loro contrarieta' ad ogni ipotesi di slittamento della quarta votazione per l'elezione del presidente della Repubblica. E' quanto si legge in una nota congiunta firmata da Renato Schifani e da Renato Brunetta. No a "manovre dilatorie' del Pd.

19.54 Pd chiede rinvio di qualche ora - Il Pd ha chiesto uno slittamento di qualche ora della 4/a votazione per l'elezione del presidente della Repubblica, prevista per venerdì pomeriggio. Lo si è appreso da fonti parlamentari che precisano come la richiesta del Pd sarà esaminata dalla capigruppo convocata domani che potrebbe anche optare per uno slittamento a sabato.

19.14 Nulla di fatto nei primi due scrutini - Ecco i risultati della seconda votazione: Rodotà 230 voti, Chiamparino 90, D'Alema 38, Marino 15, Mussolini 15, Prodi 15. Bonino 10. Voti dispersi 41. Schede bianche 418, nulle 14.

19.02 Berlusconi a Udine: "Mai fatto in 20 anni quello che ha fatto il Pd" - Silvio Berlusconi è volato a Udine per partecipare al comizio organizzato in piazza in vista delle prossime elezioni in Friuli Venezia. "In 20 anni noi non abbiamo mai fatto quello che ha fatto il Pd" ha detto alla folla. E tra gli applausi si sono più spesso levati cori contro il Cavaliere. "Buffone, buffone". E "in galera". Alla fine, dopo i sorrisi, Silvio Berlusconi si indispettisce: "Abbiamo capito che mi considerate un buffone. Non c'è bisogno di ripeterlo" (IL VIDEO).

18.48 Terminato lo spoglio delle schede, inizia la conta

18.36 Verso fumata nera anche per la seconda votazione

18.30 Spuntano i nomi di Trapattoni e Rocco Siffredi - Prosegue la tendenza registrata già al primo turno delle elezioni per il prossimo Presidente della Repubblica (LE FOTO). Senza battere un ciglio Laura Boldrini ha letto in rapida successione, nel corso del secondo spoglio, i nomi di Giovanni Trapattoni e Rocco Siffredi, evidentemente ritenuti entrambi in
possesso di un curriculum e di esperienze sufficienti per aspirare alle più alte magistrature.

18.29 Bersani: prendere atto della fase nuova - "Al Pd spetta la proposta - ha detto Bersani - Sarà decisa nell'assemblea dei grandi elettori".

18.17 Grillo: Rodotà fino alla quarta votazione - Il M5S porterà avanti il nome di Stefano Rodotà fino alla quarta votazione. Lo ha annunciato Beppe Grillo a Trieste.

18.10 Bersani: vedrete che si troverà una soluzione - "Vedrete che si troverà una soluzione". Pier Luigi Bersani è sicuro che il Pd non imploderà per lo scontro interno sul Quirinale. "No", ha risposto il leader del Pd ai cronisti, ma "certo che sono preoccupato, sono preoccupato per l'Italia. E' troppo solenne?".

18.05 Conclusa la seconda votazione

17.55 Carfagna: "Bersani non riesce a governare il suo gruppo" -
Durante lo spoglio delle schede per l'elezione del presidente della Repubblica è spuntanto anche un voto per Mara Carfagna. Voto dichiarato nullo per "mancanza dei requisiti", cioè la formula che si usa per un voto dato a una persona che non ha l'età minima per diventare presidente della Repubblica. Ai microfoni di SkyTG24, Mara Carfagna commenta il voto,  e non ha dubbi: "Bersani non riesce a governare il suo gruppo". (VIDEO)


17.50 Renzi: "E' evidente che Marini è saltato" - "A questo punto è evidente: Marini è saltato". Così il sindaco di Firenze ha risposto ai giornalisti a margine di una iniziativa in Palazzo Vecchio a Firenze".

17.40 Civati: si valuti Prodi - Il deputato del Pd Pippo Civati, che ha dichiarato di aver votato Rodotà alla prima votazione, chiede ora al Pd di valutare il candidato Prodi. Guarda il video

17.35 Bersani 'sonda' Marini, ma il candidato resta - Pier Luigi Bersani, a quanto si apprende da fonti parlamentari, avrebbe 'sondato' Franco Marini per capire se, alla luce della prima votazione, l'ex presidente del Senato aveva intenzione di ritirarsi. Ma Marini per ora avrebbe escluso un passo indietro, convinto di potercela fare, con il sostegno del Pdl, dalla quarta votazione.

17.25 Renzi a Roma per incontrare Bersani - Matteo Renzi nel tardo  pomeriggio prenderà un treno per Roma. Secondo quanto riferiscono  fonti del suo staff, il sindaco in serata dovrebbe vedere il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, per trovare una soluzione sulla scelta del presidente della Repubblica.

17.17 Vendola: spero pd converga su Rodotà -
"Mi auguro che il Pd converga sul  nome di Rodotà. Sarebbe un atto di coraggio per il bene del  centrosinistra". Lo dice Nichi Vendola parlando con i cronisti di  fronte a Montecitorio. Il leader di Sel ha fatto visita al sit-in a  favore di Rodotà organizzato davanti alla Camera, accolto dagli applausi. "La gente ci chiede buona politica - afferma - Oggi un profumo di buona politica porta il nome di Stefano Rodotà".




17.03 Fico (M5S) "Nessuna apertura a Prodi"
- "Nessuna apertura a Prodi. Noi voteremo fino alla fine Rodotà. Anche se alla quarta votazione spuntasse il nome di Prodi, noi voteremmo ancora per Rodotà". Così Roberto Fico, deputato 5 Stelle, parlando con i giornalisti a Montecitorio. E su Facebook ribadisce: "Il nostro candidato si chiama Stefano Rodotà fino alla fine".

16.43 Renziani mettono in campo strategia Chiamparino -  Secondo diversi deputati, il drappello di grandi elettori renziani starebbe puntando a coagulare un consenso attorno all'ex sindaco di Torino Chiamparino. O, almeno, a indicare la possibilità concreta di scegliere un nome dello stesso profilo, fuori dalla rosa circolata negli ultimi giorni.  Questa mattina Chiamparino ha avuto 41 voti. "Vedremo quanti ne avrà oggi pomeriggio...", è stato il sibillino commento di un parlamentare vicino a Matteo Renzi. Se i numeri crescessero, sarebbe il segnale la via giusta "è puntare sulla novita', su un candidato che non sia un politico di più o meno lungo corso". Per quanto abbia sulle carte ben poche chance, quella di Chiamparino ha anche la non secondaria caratteristica di essere una candidatura in funzione anti-grillini. L'ex sindaco di Torino è stato infatti in prima fila tra i sostenitori della Tav, duramente avversata invece dal Movimento 5 Stelle.

16.32 Gianmarco Tognazzi su Twitter commenta il voto dato a Mascett
i -


16.26 Scilipoti ironico: voto per Rodotà - "Può essere un un esempio di nuovismo - scrive - Solo per undici anni ha calcato i banchi del parlamento europeo; è stato per otto anni garante per la protezione dei dati personali, e ora, a soli 80 anni, ha davanti a sé un fulgido e splendente futuro”.



16.15 Grillo sul suo blog: "Liberateci dalla vostra presenza"
- In un nuovo post sul suo blog Beppe Grillo paragona il momento attuale all'immediato dopoguerra e chiede al Pd di votare per Rodotà. "Nessuno ha spiegato a Bersani che l'Italia è cambiata, che non vuole più accordi sottobanco con lo psiconano come è avvenuto negli ultimi vent'anni. Il Paese vuole togliersi, definitivamente, il sudario in cui l'hanno avvolta i caporioni del pdl e del pdmenoelle. La guerra è finita, arrendetevi. Liberateci per sempre dalla vostra presenza. Siamo esausti."

16.09 Roberta Lombardi: "Non abbiamo piani B, il Pd voti Rodotà"
- "Non abbiamo piani B, siamo poco strategici e molto lineari. I cittadini hanno dato un'indicazione, non abbiamo incastrato il Pd e non c'è nessun motivo perché non possano votare Rodotà". Lo ha detto Roberta Lombardi, capogruppo M5S a Montecitorio,



16.03 Alfano: "Si cerchi soluzione idonea" - "Il Pd comunica di votare scheda bianca alla seconda e alla terza votazione. Ne prendiamo atto e invitiamo tutti a impegnare questo tempo per individuare la soluzione più idonea per eleggere il capo dello Stato alla quarta votazione". Lo afferma il segretario del Pdl Angelino Alfano. "Questa mattina Franco Marini, candidato del Pd a noi proposto e da noi lealmente votato - prosegue Alfano - pur non raggiungendo il quorum  dei due terzi previsto per i primi tre scrutini, ha comunque superato la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto".

15.52 Scelta Civica voterà scheda bianca
- Scheda bianca. E' questa l'indicazione emersa per il secondo voto dopo la riunione dei gruppi di senatori e deputati di Scelta Civica - alla quale ha preso parte anche il premier Mario Monti - a Montecitorio.  Durante la riunione però, alcuni parlamentari (in particolare quelli di Italia Futura) avevano espresso la volontà di votare un candidato di 'bandiera' montiano. Tra i nomi fatti quello di Ilaria Borletti Buitoni e Linda Lanzillotta.

15.45 Iniziata la seconda votazione
- Al via, alla Camera, la seconda votazione per l'elezione del Presidente della Repubblica. Anche il secondo scrutinio richiede la maggioranza dei due terzi dell'Assemblea.

15.44 Berlusconi salta seconda votazione e va a Udine
- Silvio Berlusconi non parteciperà alla seconda votazione per l'elezione del presidente della Repubblica. Alla luce dell'esito del primo voto e della situazione di impasse che si è determinata, l'ex premier ha deciso di non presentarsi in aula e partire direttamente per Udine, dove è atteso alle 18 per una iniziativa elettorale per le amministrative. Prima, però, il Cavaliere ha riunito i maggiorenti del Pdl per stabilire la linea: confermata la scheda bianca almeno al secondo scrutinio, in attesa di conoscere le prossime mosse del Pd.

15.28 Vito Crimi: "Rodotà non è il candidato solo del M5S" -



15.23 Rodotà: "Ringrazio chi mi ha votato" - "Ringrazio sinceramente i grandi elettori che mi hanno votato. Ringrazio allo stesso modo i molti che diversamente e con generosita' stanno sostenendo la mia candidatura". Lo ha detto all'ANSA Stefano Rodotà.

15.22 Stefania Pezzopane: "Ho votato Rodotà" -



15.22 Civati: "Ho votato Rodotà" -



15.04 Civati: "Pd punti su Prodi" - "Quello che vedo è scheda bianca alla prossima votazione e poi una nuova linea per il Pd: una linea che ha un nome e si chiama Prodi". Cosi' Beppe Civati commenta il risultato della prima votazione per il presidente della Repubblica. Civati ha votato Rodota' "ma non credo che possa ancora crescere" afferma.

14.59  Pd voterà scheda bianca - "Alla seconda votazione per l'elezione del presidente della Repubblica il Pd voterà scheda bianca. Lo hanno stabilito gli uffici di presidenza dei gruppi parlamentari democratici di Camera e Senato", lo rende noto una nota del partito.

14.57 Lega non partecipa a seconda e terza votazione
-  "Abbiamo deciso di non partecipare alla seconda e terza votazione di oggi per evitare che il nostro voto  possa essere in qualche modo strumentalizzato. Vogliamo, invece, che i nostri 40 voti risultino decisivi nella votazione di domani  pomeriggio", al quarto scrutinio quando basta la maggioranza assoluta. Lo ha detto il presidente dei senatori della Lega Massimo Bitonci,  parlando con i giornalisti alla Camera. Domani all'ora di pranzo i  grandi elettori del Carroccio faranno il punto della situazione, per  quanto riguarda il candidato alla presidenza della Repubblica, con il  segretario Roberto Maroni

14.55 Pdl voterà scheda bianca - Al prossimo scrutinio per l'elezione del Capo dello Stato, il Pdl votera' scheda bianca. Lo apprende  l'Adnkronos da fonti del Gruppo parlamentare.

13.45 Marini non ha raggiunto il quorum -
Franco Marini non ha raggiunto il quorum per l'elezione del presidente della Repubblica. A scrutinio ancora in corso i voti che non sono andati a Marini hanno superato quota  335. A questo punto Marini non può più raggiungere la maggioranza dei due terzi, pari a 672 su 1007 grandi elettori.

13.40 Sit-in di elettori Pd a Montecitorio: vogliamo Rodotà. Foto



13.30 Dopo 300 schede Marini ha il 50% dei voti -
Quando lo spoglio è arrivato a circa 300 schede, Franco Marini  ha ottenuto circa il cinquanta per cento dei voti. Per essere eletto al Quirinale avrebbe bisogno di una maggioranza di due terzi. Ovviamente il dato non puo' essere considerato stabile perche' mancano ancora  circa settecento di schede da scrutinare.

13.23 Berlusconi: "Marini? Passerà"
- "Scusate, non parlo, è una situazione...". Resta sul vago Silvio Berlusconi ai giornalisti che, all'uscita dalla Camera, gli chiedono se Franco Marini ce la farà. Ma votate scheda bianca se Marini non dovesse essere eletto alla prima votazione? "Passera'", si limita a replicare Berlusconi.

13.22 Brunetta: "Nel Pdl nessuna defezione su Marini"
- "Non credo chi ci saranno defezioni su Franco Marini, votiamo coesi e speriamo che voti coeso anche il Pd". Cosi' Renato Brunetta del Pdl al TgLa7, sottolineando come  Bersani dovrebbe garantire questa coesione: "se uno è segretario ancora di quel partito deve garantire per i suoi, altrimenti ci sarebbe grave problema".

13.17 Renzi: "Due mesi di incedente perdita di tempo" - "Questi due mesi sono stati un'indecente e clamorosa perdita di tempo". Lo ha detto il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, riferendosi al mancato accordo sulla formazione del Governo.

13.07 Chiuse le votazioni, inizia lo spoglio -  Chiuse le votazioni per l'elezione del Capo dello Stato, che si stanno tenendo nell'Aula della Camera. Ora iniziera' lo spoglio delle schede.

13.05 Renzi: "Forte spaccatura nel Pd su Marini" -  C'è una "forte spaccatura" del
Pd sul nome di Franco Marini, e "io credo che quando si elegge un presidente della Repubblica ci sia in ballo il futuro dell'Italia, che è più importante del futuro del Pd". Lo ha detto Matteo Renzi, sindaco di Firenze, parlando a margine di un'iniziativa a Firenze

12.53 Maroni: "Lega vota per Marini, uomo del popolo" - La Lega ha "già votato compatta per Marini": così Roberto Maroni replica ai cronisti in Transatlantico che gli chiedono come il Carroccio intenda comportarsi per l'elezione del Capo dello Stato al primo scrutinio. E cosa farà il Carroccio al secondo scrutinio? "Aspettiamo - dice cauto Maroni - il risultato". Marini, aggiunge il leader della Lega, "è un uomo del popolo ed un esperto di lavoro": e queste sono le ragioni per cui la Lega lo ha votato.

12.40 Grillo: "Marini presidente di Berlusconi" - C'è da scegliere tra il presidente degli Italiani, che è Rodotà, e il presidente di Berlusconi, che è Marini". Lo ha detto oggi a Grado Beppe Grillo nel corso di un comizio. "Si sono chiusi all'Hotel Capranica di notte Berlusconi e Bersani, per decidere il destino di 60 milioni di italiani. E' una cosa da fantascienza".

12.30 Beppe Grillo in diretta da Grado - Segui la diretta streaming

12 Laura Puppato (Pd) su Twitter: "Voterò per Rodotà" -


11.45 Vicari (Pdl): "Per noi Marini è un ottimo candidato" -
Guarda il video

11.30 D'Alema: "Ora coerenza"
- "Il risultato" del "sofferto confronto è stata la convergenza attorno a Marini. Tale scelta è stata discussa e approvata dai nostri gruppi parlamentari. Un partito serio, non solo per la validità in sé della scelta, ma anche per dimostrare la sua affidabilità, non può che comportarsi con coerenza". Così Massimo D'Alema in una nota.

11.25 Il segretario del Pd Pierluigi Bersani con il segretario del Pdl Angelino Alfano -



11.20 Sostenitori di Rodotà davanti a Montecitorio - Qualche sostenitore democratico di Rodotà davanti al palazzo di Montecitorio. Già ieri sera è andato in scena un sit-in davanti al teatro dove si riuniva il Pd. 



11.15 Berlusconi vota in ritardo - Silvio Berlusconi vota ma in ritardo. Il Cavaliere infatti entra in Aula dopo la seconda chiama, e ultima, per i senatori. Scortato dal presidente del gruppo a Palazzo Madama Renato Schifani, si avvicina alle cabine elettorali e attende di essere ripescato prima dell'inizio della chiama dei deputati. Quando la presidente di Montecitorio chiede se vi siano altri senatori che debbono votare il Cavaliere alza la mano e si dirige verso i commessi per prendere la scheda.

11.05 Berlusconi non risponde alle prime due chiamate - Il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, non ha ancora votato al primo scrutinio per l'elezione del Presidente della Repubblica. Berlusconi è già stato chiamato due volte insieme agli altri senatori, ma è arrivato a Montecitorio appena dopo la seconda chiamata. Tra i senatori a vita hanno votato Monti e Colombo, non Andreotti e Ciampi.

11.00 Fassina: "Paese ha bisogno di unità" - Il Pd cercava una "soluzione condivisa", "la figura di Marini è indiscutibile come fedeltà ai valori costituzionali e vicinanza al mondo del lavoro" così Stefano Fassina a SkyTG24. "Il Paese è spaccato ha bisogno di unità". (VIDEO)

10.45 Pdl ottimista su Marini: 177 voti di margine - Con il sì di Lega e Scelta Civica già dal primo turno, Pdl ottimista sul via libera subito a Franco Marini. Sono 177 i voti di margine, mentre i 'dissidenti', viene calcolato dal partito di via dell'Umiltà, non dovrebbero superare la centinaia.

10.30 Vendola: "Marini lontano dal bisogno di cambiamento" - "La scelta di Franco Marini vede un inquietante compattezza delle forze del centrodestra, ma la frammentazione del controsinistra" e l'opinione pubblica ha l'idea del palazzo che si avvita su se stesso". Così Nichi Vendola a SkyTG24. "Marini è cronologicamente e culturalmente fuori dall'onda di cambiamento nel Paese". (VIDEO)

10.20 Marino: "Voto Rodotà" - Il candidato democratico a sindaco di Roma Ignazio Marino si smarca dalla linea del segretario e annuncia su Twitter: "Voterò Rodotà".

10.10 Da Scelta civica sì a Marini
- I grandi elettori di Scelta civica voteranno Franco Marini come Presidente della Repubblica. La decisione è stata formalizzata nella riunione congiunta dei gruppi presso la  sala De Gasperi.

10.15 Al via le operazioni di voto - Al via, nell'Aula della Camera, le votazioni del Parlamento riunito in seduta comune per l'elezione del presidente della Repubblica. A iniziare sono i senatori, seguiranno i deputati e i delegati regionali. Le chiame sono due per ciascuna 'categoria'. Lo scrutinio, segreto, dovrebbe durare tra le quattro e le cinque ore.



10.05 - Lega: "Sì a Marini dalla prima votazione" -  La Lega voterà per Marini fin dalla prima votazione. E' quanto ha deciso la riunione della Lega in corso alla Camera, secondo quanto riferito da alcuni partecipanti.

9.50 Vendola: "Voto a Rodotà non è fine dell'alleanza col Pd" - "Il voto di Sel a Rodotà, quello del Pd a Marini e tutta la vicenda Quirinale non è il tramonto dell'alleanza con Pd", "anche se oggi lo dice il titolo di qualche giornale". Così il leader di Sinistra, Ecologia e Libertà Nichi Vendola, conversando con i giornalisti in Transatlantico poco prima dell'avvio delle votazioni.

9.40 Lupi: "Marini buon nome per il Colle"
-

9.30 Civati a SkyTG24: "Voto Rodotà"
- "Il mio voto sarà molto positivo per Stefano Rodotà". Cos' il deputato Pd Civati La scelta di Marini non accontenta nessuno nel Pd, "non è la persona più indicata in questa fase politica".(VIDEO)

9.26 Marini: "Spero Pd ritrovi unità"
- "E' una battaglia dura e spero si possa fare bene. L'augurio è che il mio partito possa ritrovare una forte unità oggi". Così Franco Marini, intercettato dai giornalisti fuori dalla sua abitazione, commenta con poche parole la corsa al Quirinale.

9.10 Sel voterà Rodotà - Il capogruppo alla Camera di Sel Gennaro Migliore ha annunciato su Twitter che Sinistra e Libertà voterà per il candidato del M5S Stefano Rodotà.

Leggi tutto