Casaleggio: "Se alle quirinarie vince Prodi lo sosteniamo"

1' di lettura

Passo indietro del guru del Movimento 5 Stelle, che aveva auspicato un nuovo capo dello Stato lontano dalla politica. "Noi ci rimettiamo alle scelte del movimento" dice

"Noi ci rimettiamo sempre alle decisioni del Movimento. Se la maggior parte del Movimento dovesse votare Prodi, o un'altra persona, sarà lui". Gianroberto Casaleggio corregge il tiro e, dopo aver auspicato un presidente della Repubblica non politico, apre invece all'ipotesi di una candidatura Prodi, nel caso io suo nome dovesse uscire dalle "quirinarie" del M5S. In mattinata il guro dei grillini aveva invece affermato che il prossimo capo dello Stato dovesse essere "super partes, preferibilmente non dal mondo della politica e che rappresenti tutti gli italiani" (VIDEO)

Casaleggio è a Torino per partecipare a un incontro con gli imprenditori promosso da Confapri, associazione fondata dagli imprenditori Arturo Artom e Massimo Colomban. A  chi gli domandava se la soluzione del Quirinale sarà importante per  superare l'attuale fase di stallo politico, Casaleggio ha aggiunto:  "lo vedremo dopo, quando avremo il presidente". A partecipare al convegno ci sono qualche decina di imprenditori.

Intanto sul tema dell'elezione del capo dello Stato si registra una nuova "gaffes" di Roberta Lombardi, capogruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle. "Una certa età anagrafica? Non mi pare che sia scritta in Costituzione..." ha detto la Lombardi a Radio Radicale (audio ripreso poi anche da Repubblica), dimenticando che l'articolo 84 della carta fondamentale stabilisce invece come bisogna avere almeno 50 anni per essere eletti al Quirinale. La parlamentare, corretta dalla giornalista che le da' la giusta indicazione, prova a ridimensionare la gaffe aggiungendo: "Vabbé, non è che c'è scritto dagli 80 anni o dai 70 anni in su che poi è l'età media dei candidati...".

Leggi tutto