Napolitano: "Non credo stiamo perdendo tempo"

1' di lettura

In mattinata Matteo Renzi aveva sollecitato a fare presto, invocando un'intesa con Berlusconi o elezioni. Malumori tra i democratici: "Se vuole governare con il Cavaliere si accomodi".  Bersani e Monti: "Percorsi condivisi sul Quirinale"

"Io personalmente non credo" che si stia perdendo tempo. A drilo è il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che risponde così ad una domanda dei giornalisti sullo stallo politico.
Le parole del Quirinale arrivano dopo le ultime dichiarazioni di Matteo Renzi e al suo attacco contro la politica che "perde tempo". Renzi, in un’intervista al Corriere della Sera ha poi affondato il colpo sfidando Bersani: "Il Pd deve decidere: o Berlusconi è il capo degli impresentabili, allora chiediamo di votare subito; oppure è un interlocutore perché ha preso dieci milioni di voti. E il Pd "deve smettere di fare melina. Non si può stare fermi in attesa che Bersani ottenga l'incarico', aggiunge sottolineando: 'Io sono pronto a candidarmi. Se corro io, Berlusconi è in difficoltà". Poi su Twitter scrive: "Basta perdere tempo. Urgenti scelte sul lavoro e tagli alla politica".


Ma nel partito sono molti i distinguo, mentre dal Pdl non mancano gli applausi all’apertura di Renzi per superare lo stallo. Intanto, in attesa di un governo, continua, tra le polemiche, il lavoro dei "saggi" scelti da Napolitano per formulare proposte programmatiche il più possibile condivise tra le forze politiche. In serata incontro tra Pier Luigi Bersani e Mario Monti, che avrebbero deciso di dare il via a "consultazioni continue" per giungere a un percorso condiviso sulla questione del Quirinale.

20.50 Onida sarebbe pronto a dimettersi
- Valerio Onida, a quanto si apprende, dopo l'incidente dell' intervista rubata dalla 'finta' Margherita Hack ha chiamato Giorgio Napolitano, pronto al ritiro dal gruppo di lavoro. E' stato il Capo dello Stato - viene riferito - a sostenere che alle provocazioni si risponde con la responsabilità. Di qui il chiarimento con Quagliariello e gli altri componenti del gruppo dei saggi. E infine la dichiarazione con il rammarico e le scuse del Presidente emerito della Consulta.

20.20 Renzi: "Berlusconi, ossessione da mandare in pensione" - "Berlusconi è l'ossessione di vent'anni del centrosinistra, è uno che fa molto bene la campagna elettorale e molto male il Governo: ma non voglio vivere nell'angoscia di mandarlo in galera, voglio mandarlo in pensione".

20.17 Renzi: "Vedono fantasmi dove non ci sono"
-  "Vedono fantasmi anche dove non ci sono". Cosi' il sindaco di Firenze Matteo Renzi ha risposto alla giornalista del Tg1 che gli ha ricordato come le sue parole "abbiano suscitato irritazione fra Bersani e i suoi, che - ha detto la giornalista - l'accusano di aver la stessa ricetta di Berlusconi" per la soluzione dello stallo politico. Secondo Renzi, la gente per la strada chiede ai politici: "Fate qualcosa, decidete cosa fare, se non vi trovate d'accordo si va votare sennò vi trovate d'accordo e fate il governo. Non state lì a traccheggiare".

19.55 Veltroni: "Governo di scopo e capo di Stato condiviso"
- "C'è la possibilità di fare un governo Pd-Pdl? Mi pare di no. C'è la possibilità, è utile fare un governo fragile? No. Si puo' andare a elezioni subito, con questa legge elettorale? No. Per questo per me c'è un solo spazio: fare un governo che abbia un programma su economia e legge elettorale che vada in parlamento per avere consenso". Così Walter Veltroni, parlando a Skytg24, spiega quali sono i suoi auspici. Ovviamente il governo potrebbe nascere solo dopo l'elezione del presidente della Repubblica. "Ma la costruzione della candidatura del presidente della Repubblica deve essere fatta come facemmo con Ciampi".



19.53 Top secret luogo d'incontro tra Grillo ed eletti M5S
-  E' top secret il luogo dove si terra' domani la riunione tra Beppe Grillo e i suoi parlamentari. Secondo quanto si apprende, neanche i deputati e senatori del Movimento 5 Stelle saprebbero con esattezza quale sarà la destinazione: un autobus li prelevera' domattina per condurli all'incontro. Con ogni probabilità, una localita' fuori Roma.

19.41 Bersani-Monti: "Consultazioni continue"
- L'intenzione è quella di avviare "consultazioni continue" sui prossimi passi per concordare le posizioni di Pd e Scelta Civica, a cominciare dall'esito del lavoro dei saggi ma soprattutto dalla corsa per il Quirinale. Fonti vicine a Mario Monti riassumo cosi' l'esito dell'incontro fra il presidente del Consiglio e il segretario dei democratici, Pier Luigi Bersani. Spetterà ora ai rispettivi gruppi parlamentari proseguire il dialogo, aggiungono le stessi fonti.

19.26 Onida: "Ingenuità, ma resto al mio posto"
- Dopo l'intervista "rubata" dalla trasmissione La Zanzara, Valerio Onida in una nota scrive di essere stato "ingenuo nel pensare che l'autrice della telefonata provocatoria fosse davvero la professoressa Hack.  La pubblicazione del contenuto di una conversazione privata, nella quale l'interlocutore falsifica la propria identità, costituisce una grave violazione della libertà e segretezza delle comunicazioni    garantita dalla Costituzione. Cio' detto, che non sia inutile il lavoro che stiamo facendo, lo dimostra il fatto che sono qui con gli altri colleghi a lavorare. Esprimo il mio rammarico per l'imbarazzo che la pubblicazione puo' aver creato al Presidente della Repubblica, e le mie scuse al Presidente Berlusconi perche' un mio giudizio privato, espresso in chiave ironica  e autobiografica - ho detto che sono un suo coetaneo - diventando pubblico potrebbe averlo ingiustamente offeso".

19.22 Civati: "I nostri elettori vogliono una collaborazione con il M5S"
- In un'intervista all'Ansa il deputato del Pd Giuseppe Civati ha criticato l'intervista di Matteo Renzi al Corriere della Sera:  "Leggo le sue parole come, per usare un eufemismo, una fortissima critica su qualsiasi cosa". Entrando poi nel dettaglio di quanto detto dal sindaco di Firenze, ha sostenuto: "Bersani si è umiliato con i Cinque Stelle? Ma sono i nostri elettori che vogliono quello. I grillini hanno la possibilita' di scegliere il presidente della Repubblica e come far partire il governo, e' una cosa clamorosamente importante per loro. Altrimenti, mi dispiace, forse piu' a me che a Renzi, si va a votare."


19.05 Bersani-Monti: "Subito soluzioni condivise" -
"A giudizio di entrambi, soluzioni in merito alle scadenze politico-istituzionali vanno tempestivamente ricercate, nella chiarezza e trasparenza dei percorsi, attraverso la più ampia condivisione possibile fra le forze parlamentari". E' quanto si legge in una nota redatta al termine dell'incontro tra il premier Monti e il leader del Pd Bersani che si è tenuto a Palazzo Chigi.

18.50 Delrio: "Renzi non ha criticato Napolitano"
- "Il lavoro dei 'saggi' va fatto, Renzi non ha parlato rivolgendosi al presidente della Repubblica quando ha detto 'stiamo perdendo tempo'. Il presidente della Repubblica, nominando i saggi, ha fatto l'unica cosa che i partiti gli consentivano di fare". Così Graziano Delrio, presidente dell'Anci e esponente del Pd, intervenendo durante la registrazione di Porta a Porta.

18.00 La Zanzara beffa Onida che dice "saggi inutili" - Una 'finta' Margherita Hack beffa Valerio Onida, ex presidente della Consulta, e 'saggio' nominato da Giorgio Napolitano. Tutto orchestrato da 'La Zanzara' che in un colloquio con un imitatore dell'astrofisica toscana fa dire al presidente emerito che "è probabilmente inutile" il riunirsi dei saggi, che "serve a coprire questo periodo di stallo"."Penso che andremo a votare ancora, presto o prestissimo - continua Onida - è un parlamento bloccato, Grillo non ne vuol sapere, il Pdl vuole solo garantirsi di essere in campo, Berlusconi naturalmente spera sempre di avere qualche vantaggio o protezione, il Pd ha fatto questo tentativo di buttarsi con Grillo e non ce l'ha fatta. E c'è  il blocco".  Poi sempre sul Cavaliere: "E' anziano, speriamo si decida a godersi la sua vecchiaia e lasciare in pace gli italiani".



17.25 Napolitano: "Nuove consultazioni? Saprete quello che non farò"
- "Sapete quello che sto facendo e che non farò". Lo ha detto Giorgio Napolitano, rispondendo alla domanda se farà un nuovo giro di consultazioni per la formazione del governo.

16.55 Civati: "Intervista di Renzi fuori tempo" -
"L’intervento di Renzi è curioso e fuori tempo. Perché chiedere ora di fare in fretta non alcun senso: ci siamo affidati al Presidente della Repubblica e tra dieci giorni eleggeremo il suo successore". E' quello che dice Giuseppe Civati, parlamentare Pd, in un'intervista a Linkiesta.

16.03 Bersani: "Siam qua" -
Un governo con Berlusconi o il voto? "Siamo qua". Pier Luigi Bersani risponde così ai cronisti che gli chiedono un commento alle parole di Matteo Renzi al termine di un lungo pranzo con Enrico Letta in un ristorante nel centro di Roma.

15.45 Napolitano: "Non credo si stia perdendo tempo" -


15.36 Berlusconi smentisce incontro con Bersani - "La voce apparsa su internet di un incontro oggi tra il Presidente Berlusconi e il Segretario del Pd Bersani Š destituita di ogni fondamento". Lo precisa una nota di Palazzo Grazioli

13.45 Gasparri: "Ambizioni Renzi smodate come il vuoto che rappresenta"
- Attacca invece il sindaco di Firenze Maurizio Gasparri: "Renzi, le cui evidenti e smodate ambizioni sono grandi come il vuoto che rappresenta, liquida le inesistenti velleità di Bersani". "O nasce subito un governo di concordia  per l'Italia - aggiunge Gasparri che si pone così sulla stessa linea di Renzi o si dà la parola agli italiani con elezioni immediate".

13.00 Migliore (Sel): "No al voto e mai con Berlusconi"
- Bocciatura nette delle affermazioni di Renzi dal presidente dei deputati di Sel Gennaro Migliore: "Richiamare il voto così come fa Renzi è assolutamente fuorviante rispetto alle esigenze del paese. Spero non si vada al voto e si abbia un governo del cambiamento e soprattutto non si faccia mai un governo con  Berlusconi".

12.40 Gelmini: "Pd non ha senso del tempo" - "Ha ragione Renzi, il partito di Bersani non ha il senso del tempo. Dopo aver consultato chiunque non fosse titolato a dargli fiducia e rifiutato di ammettere a se stesso di aver fallito, Bersani assiste impavido al disastro dell'economia e alla indecisionismo di un governo che non aveva neppure la fiducia di un Parlamento che non c'è più". Così in una nota la vicecapogruppo dei deputati Pdl, Mariastella Gelmini.

12.15 Zoggia (Pd): "Se Renzi vuole governare col Pdl si accomodi"
- Duro attacco al sindaco di Firenze da Davide Zoggia, della segreteria nazionale Pd: "Se Renzi vuole governare con il Cavaliere si accomodi. Ma è disonesto intellettualmente attribuire a chicchessia l'impasse istituzionale. L'impasse deriva dall'incrocio delle scadenze con l'elezione del Presidente della Repubblica".

Guarda il video



12.10 Biancofiore (Pdl): "Parole di Renzi sembrano provenire da noi" - "Le parole odierne di Renzi, nelle plurime interviste rilasciate, ci sembrano strappate di bocca - dalla nostra bocca, ma soprattutto dal nostro cuore di giovani dirigenti di questo Paese che abbiano in animo di cambiare l'Italia. Lo possiamo fare,mettendo da parte stupidi ideologismi e pregiudizi,puntando direttamente al fulcro delle azioni immediate che servono al Paese". Così Michaela Biancofiore, deputato del Pdl, commenta con una nota le parole di Renzi.

11.00 Moretti (Pd): "Votare ora da irresponsabili" - "Sul fatto che ci sia un'esigenza di fare presto siamo d'accordo, infatti la proposta di Bersani è l'unica proposta credibile e forte che possa coinvolgere le forze del Parlamento. Però io ritengo che andare adesso al voto sarebbe da irresponsabili con questa legge elettorale". Così Alessandra Moretti (Pd), commenta le dichiarazioni di Matteo Renzi. E sul rapporto con il Pdl: "Noi al Pdl abbiamo dato la possibilità di fare insieme le riforme costituzionali e credevamo fosse una proposta importante - dice Moretti - altra cosa è un Governo politico presieduto da Bersani. Se per l'elezione del Capo dello Stato la linea del partito cambierà, vedremo". Posizione poi ribadita anche su Twitter.

Leggi tutto