Renzi: "Patto con il Pdl o subito al voto"

1' di lettura

La proposta del sindaco di Firenze: intesa con Berlusconi oppure si va alle urne: "Sono pronto a correre per le primarie". E su Bersani: "Si è fatto umiliare dal Movimento 5 Stelle". RASSEGNA STAMPA

Matteo Renzi incalza Pier Luigi Bersani. Dopo l'allarme lanciato mercoledì 3 aprile ("Stiamo perdendo troppo tempo"), il sindaco di Firenze torna a parlare in un'intervista al Corriere della Sera e propone: intesa con Berlusconi oppure si vada al voto. E "sono pronto a candidarmi alle primarie". Renzi chiede poi al segretario del Pd di non "farsi umiliare andando in streaming a elemosinare mezzi consensi a persone come la capogruppo dei 5 Stelle, che hanno dimostrato arroganza e tracotanza nei nostri confronti".
La situazione di stallo, le polemiche sul rinvio del decreto dei pagamenti della pubblica amministrazione e la partita Quirinale. Sono questi gli argomenti che occupano le prime pagine dei giornali (guarda la rassegna stampa).

Renzi: "Patto con il Pdl o urne" - "Il Pd deve decidere", dice il sindaco di Firenze al Corriere della Sera: "O Berlusconi è il capo degli impresentabili, e allora chiediamo di andare a votare subito; oppure Berlusconi è in interlocutore perché ha preso dieci milioni di  voti". E aggiunge: "Non si può stare così in mezzo al guado. Io ho tutto l'interesse a votare subito. Ma  l'importante è decidersi". Il rottamatore propone: "Bersani riunisca fin dalla prossima  settimana i gruppi parlamentari" e "lanciamo una proposta forte. Il sindaco di Firenze: una nuova legge elettorale, abolizione del Senato"; "in sei mesi si può fare. Come anche l'abolizione delle Province". Per Renzi, poi, i saggi  "non sono certo la soluzione della crisi, al più possono essere concausa della crisi".

Fassina su Repubblica: "Matteo offende anche il Colle" -
Su Repubblica Stefano Fassina, responsabile economico del Pd, risponde alle parole del sindaco di Firenze che mercoledì 3 ha lanciato un allarme sostenendo che "stiamo perdendo tempo". Per Fassina "è irrispettoso parlare di perdite di tempo. Né Bersani né gli altri leader dei partiti in Parlamento perdono tempo. Si cerca una soluzione a un problema".

Leggi tutto