Grillo: "Commenti negativi sul blog scritti da gente pagata"

1' di lettura

Il leader del Movimento 5 stelle risponde alle critiche comparse sul suo sito: "Da mesi orde di trolls, di fake, di multinick scrivono con regolarità dai due ai tremila commenti al giorno". E aggiunge: "Si tratta solo di schizzi di m...."

Sono "schizzi di merda digitali" i commenti critici che appaiono sul blog di Beppe Grillo, dai quali "telegiornali e i talk show colgono fior da fiore, con lerci e studiati 'copia e incolla' per spiegare che Grillo è un eversivo, che il Movimento 5 Stelle è spaccato". Ma "dato che nel blog chiunque può commentare questo non vuol dire nulla".
A scriverlo è lo stesso Beppe Grillo sul suo blog, in un post dal titolo eloquente: "Schizzi di merda digitali".
Nel post si spiega: "Da mesi orde di trolls, di fake, di multinick scrivono con regolarità dai due ai tremila commenti al giorno sul blog. Qualcuno evidentemente li paga per spammare dalla mattina alla sera. Questi schizzi di merda digitali si possono suddividere in alcune grandi categorie. Quella degli 'appellanti' per la governabilità per il bene del Paese, del 'votaBersani, votaBersani', o del 'votaGrasso, votaGrasso' (l'unico procuratore antimafia estimatore di Berlusconi). Quella dei 'divisori', venuti per separare ciò che per loro è oscenamente unito, che chiedono a Grillo di mollare Casaleggio, al M5S di mollare Grillo e a tutti gli elettori del M5S di mollare il M5S per passare al sol dell'avvenire delle notti polari del pdmenoelle".

"Lerci e studiati copia e incolla" - Grillo conclude: "Da questa brodaglia i telegiornali e i talk show colgono fior da fiore, con lerci e studiati "copia e incolla" per spiegare che Grillo è un eversivo, che il Movimento 5 Stelle è spaccato. Di solito partono così: "Il Movimento 5 Stelle si divide sulla linea Grillo, ecco i commenti dal blog".
Dato che nel blog chiunque può commentare questo non vuol dire nulla. Prima vomitano i commenti sul blog e poi li rivomitano nelle televisioni".

Fo a SkyTG24: "Non so come possa uscirne Bersani" - Intanto a SkyTG24 Dario Fo torna a commentare la situazione politica attuale e in particolare l'elezione dei due presidenti delle Camere, nuovamente attaccati dal leader di M5S: "Anch'io penso che non c'è un grande cambiamento e uno svolgimento straordinario. E' la solita funzione di prendere il meno peggio per evitare di andare a vuoto".



Fo, intervistato nel giorno del suo 87esimo compleanno, aggiunge poi una frase anche sul conferimento dell'incarico a Bersani: "Io non so come possa uscirne, gli faccio tanti auguri, ma è certo che si trova in una via non stretta, addirittura inesistente, forza ad ogni modo".
"Era ovvio, ed era logico, è costretto da regole, da forme e tradizioni", aggiunge relativamente al conferimento dell'incarico da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Fo poi contesta chi dice che il Movimento 5 stelle non voglia stringere un accordo. "Grillo le offerte le ha fatte: ha chiesto di levare certi privilegi di cui godono i partiti, ma fino adesso nessuno gli ha risposto positivamente. Sono gesti di questi valore che possono darci la speranza che cambi qualcosa".

Leggi tutto