Bersani al Colle: "Ora cambiamento, spero di dare una mano"

1' di lettura

Concluse le consultazioni. Il segretario Pd: "Aperti a tutti, ma la destra ha impedito il cambiamento". Anche Grillo da Napolitano, M5S: "A noi il governo". Berlusconi: "Pdl e Pd devono fare esecutivo". Napolitano: "Decido domani"

Nella giornata di giovedì 21 marzo, al termine del colloquio tra Napolitano e la delegazione del Pd guidata da Pier Luigi Bersani, si sono concluse le consultazioni (iniziate mercoledì) in vista della formazione del nuovo governo. Al Colle in mattinata è stato il turno di Beppe Grillo (FOTO), con i capigruppo di Camera e Senato del Movimento 5 Stelle Roberta Lombardi e Vito Crimi (VIDEO). Il M5S ha chiesto al presidente Napolitano l'incarico per formare un governo e ha elencato i punti del programma. I grillini hanno poi rivendicato, nel caso in cui restassero all'opposizione, la presidenza della Commissione di vigilanza Rai e del Comitato parlamentare per la sicurezza.
Dopo Grillo è salito al Colle Silvio Berlusconi, accompagnato dalla delegazione del Popolo della Libertà. "M5S è indisponibile, Pd e Pdl diano un governo al Paese", ha detto il Cavaliere (VIDEO).
Alle 18, invece, Napolitano ha accolto Pier Luigi  Bersani con i capigruppo del Pd.
Al termine dell'incontro il segretario democratico ha detto che il Paese ha bisogno di un governo di cambiamento "con la corresponsabilità di tutti" (VIDEO). Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha annunciato che nella giornata di venerdì 22 marzo comunicherà la sua decisione (VIDEO).


Tutti gli aggiornamenti:

20.50 Senato, questore a M5S - L'Aula del Senato elegge tra i Questori Laura Bottici del M5S. Mentre le vicepresidenze vanno al Pdl con Maurizio Gasparri, al Pd con Valeria Fedeli, alla Lega con Roberto Calderoli, a SC con Linda Lanzillotta. Gli altri Questori sono Lucio Malan (Pdl) e Antonio De Poli (SC).

19.32 Napolitano: "Domani presenterò le mie decisioni" - Al termine delle consultazioni sull'incarico per formare il nuovo governo dopo le elezioni del 24 e 25 febbraio, questa sera il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha annunciato ai giornalisti al Quirinale che domani presenterà le sue decisioni. "Devo riordinare le idee per vedere quali decisioni prendere. Domani le presenterò e le motiverò", ha detto Napolitano ai giornalisti che hanno seguito le consultazioni al Quirinale.

Guarda il video



19.27 Bersani: “Tempi certi e corresponsabilità di tutti” - Pier Luigi Bersani, al Quirinale, indica la necessità di "tempi certi" per la nascita del nuovo governo e  la "corresponsabilità di tutte le forze politiche". Poi ha risposto ad alcune domande dei giornalisti: "Ho visto che nessuno qui accetta domande. E’ una cosa singolare. Io ne accetto due o tre volentieri". "Ci rivolgiamo a tutto il parlamento ma alcuni dei nostri punti dalla destra sono stati impediti anche nell'ultimo anno". Così Pier Luigi Bersani, al termine delle consultazioni, alla domanda se la proposta di governo del Pd si rivolge anche al centrodestra.

Guarda il video



19.25 Bersani: “Noi al servizio del cambiamento” - "Siamo al servizio del cambiamento lavorando su due versanti: governo con proposte per l'avvio di una legislatura in chiave di cambiamento sul piano sociale e sul piano della moralizzazione della vita pubblica". Cosi Pier Luigi Bersani.

19.18 Concluso incontro tra Bersani e Napolitano

18.28 Elezioni Camera, scrutinio a rilento - Prosegue a rilento alla Camera l'elezione a scrutinio segreto dei quattro vicepresidenti, dei tre questori e dei segretari d'Aula. Lo scrutinio dovrebbe concludersi intorno alle 19,30 a cui dovrà seguire lo spoglio. Ciascun deputato riceve tre schede all'ingresso della cabina, e su di esse deve scrivere due preferenze per i vicepresidenti, due per i questori e quattro per i segretari.

18.05 Grasso si dimezza stipendio e scorta - Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha deciso di dimezzarsi lo stipendio e la scorta. Lo stipendio passerà da 18600 euro mensili netti a 9mila euro mensili netti. La scorta spettante al Presidente del Senato sarà dimezzata. Grasso rinuncia anche all'appartamento e agli autisti.

17.52 Bersani giunto al Colle - Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, è giunto al Quirinale per le consultazioni con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

17.40 Crimi (M5S): “Non volevo offendere Napolitano” - "Non era mia intenzione offendere il Presidente e ho già chiamato il Quirinale per chiarire onde evitare che si danneggi l'immagine del movimento per una mia frase estrapolata dal contesto". E' Vito Crimi a scriverlo sulla sua pagina Facebook a proposito della polemica dopo le sue frasi (“Abbiamo tenuto Napolitano sveglio”) pronunciate al termine delle consultazioni al Quirinale. "Ricordo - aggiunge il capogruppo M5S al Senato - che le nostre riunioni si svolgono in diretta streaming e nel corso di esse si parla liberamente, senza discorsi preparati e preconfezionati o artefatti e può capitare di dire qualcosa che risulti infelice come esposizione... Questa è comunque trasparenza, come la si voglia mettere". Ad ogni modo, "le mie scuse al Presidente qualora abbia inteso le mie parole come offensive...". "E spero che i giornali - puntualizza - trovino cose più importanti di cui parlare che vivisezionare ogni nostra parola....".

17.05 Zoggia: "M5S mente, il primo partito è il Pd" - "I rappresentanti del Movimento 5 stelle, dopo le consultazioni con il Capo dello Stato, hanno detto una bugia. Il Partito che ha preso più voti in Italia e all’Estero, sia alla Camera sia al Senato, è il Partito Democratico. Sostenere il contrario è semplicemente una bugia". E' quanto ha affermato il deputato del PD Davide Zoggia, responsabile Enti locali del PD. 16.10 Senato, nasce nuovo gruppo: Grande Autonomia e Libertà - Nasce un nuovo gruppo al Senato dalla scissione del gruppo misto. Il nuovo gruppo che raccoglie i senatori del centrodestra si chiama "Grande Autonomia e Libertà", è composto da dieci senatori ed ha come capogruppo Mario Ferrara. Il nuovo raggruppamento che è costituito poco prima dell'inizio dei lavori d'aula raccoglie i senatori di Grande Sud Mpa, Mpa, e alcuni del Pdl chiamati per fare numero. Il gruppo misto è formato, invece, dai senatori di Sel e da senatori del Pd e ha come capogruppo Loredana De Petris.

16.06 Al via le votazioni in Senato - Sono iniziate in Aula al Senato le votazioni per l'elezione dei 4 vice presidenti, dei tre questori e degli 8 segretari d'Aula. Ciascun senatore scrive sulla scheda 2 nomi per i vice presidenti, 2 per i questori e 4 per i segretari. Al Movimento cinque stelle, grazie all'appoggio del Pd, dovrebbe andare un incarico di questore che dovrebbe essere ricoperto da Laura Bottici.

16.00 Zanda (Pd): "Non ho condiviso le parole rivolte a Napolitano" - "Non ho percepito una sensazione di riguardo all'interesse nazionale nelle parole di chi è uscito oggi dalle consultazioni con il Capo dello Stato". Lo ha detto il presidente dei senatori del Pd Luigi Zanda intervenendo nell'Aula di Palazzo Madama. "Non ho condiviso le dichiarazioni che sono state rivolte a Napolitano", ha aggiunto.

15.35 Camera, per vicepresidenza Pd vota grillino Di Maio -  I deputati del Pd voteranno per la vicepresidenza della Camera, oltre a Marina Sereni e Roberto Giachetti del Pd, anche il deputato M5S Luigi Di Maio. Per la carica di questore i dem aiuteranno con i loro voti Stefano Dambruoso di Scelta Civica (oltre al Pd Paolo Fontanelli) e come segretario d'aula, oltre a votare i deputati Pd, l'indicazione è di votare Ferdinando Adornato (Udc).

15.25 Pdl, al Senato vice Gasparri-Calderoli, Malan questore - Il gruppo del Pdl al Senato, che si è riunito a Palazzo Giustiniani prima dell'avvio dei lavori dell'Aula, ha stabilito di indicare i nomi di Maurizio Gasparri e Roberto Calderoli quali vicepresidenti di Palazzo Madama per il centrodestra; per il ruolo di questore, invece, l'indicazione del Pdl ricade su Lucio Malan, mentre i nomi dei segretari d'aula indicati sono Mussolini, Gentile, Casellati e il leghista Stucchi.

15.15 Camera, al via seduta per elezione vicepresidenti e questori - E' iniziata la seduta della Camera nella quale verranno eletti a scrutinio segreto i quattro vicepresidenti, i tre questori e i segretari d'Aula che comporranno l'ufficio di presidenza. La seduta è presieduta dalla residente Laura Boldrini. Ciascun deputato riceve tre schede, per ciascun ruolo, sul quale potranno essere espresse due preferenze per le vicepresidenze e i questori, e quattro per i segretari. 

14.56 Camera, Brunetta: Lupi per vicepresidenza, Fontana questore -  "Alle votazioni di oggi per l'Ufficio di presidenza della Camera, la coalizione PDL-Lega-Fratelli d'Italia ha deciso di indicare, per la carica di vicepresidente, un solo nominativo, nella persona dell'onorevole Maurizio Lupi, ritenendo corretto lasciare l'indicazione di un altro vicepresidente della minoranza ad altro gruppo. Per quanto riguarda l'incarico di questore, sarà indicato il nome dell'onorevole Gregorio Fontana".

14.47 Il portavoce di Napolitano Cascella via Twitter: "Alla fine Grillo non chiamerà più Napolitano Morfeo"


14.15 Monti: "Nostro lascito a futuro governo è credibilità" - "Il percorso della credibilità di un Paese e di un governo non è facile, ma se si riesce a percorrerlo ci si trova poi in buona condizione e questo è un lascito che noi vogliamo trasmettere, quando sarà venuto il momento, al governo che ci seguirà". Così Mario Monti, durante una conferenza stampa a palazzo Chigi.

13.50 Grasso: "Mia disponibilità non va fraintesa" - "Ho detto che come servitore dello Stato sono disposto a qualsiasi prospettiva, perché il servitore dello Stato è sempre disponibile, ma non vorrei che questa mia frase venisse interpretata in modo distorto". Lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso parlando ai cronisti.

Guarda il video



13.44 Pd indica nomi vicepresidenza, questore e segretario
- L'assemblea del gruppo Pd alla Camera ha scelto all'unanimità di indicare Marina Sereni e Roberto Giachetti alla vicepresidenza della Camera, Paolo Fontanelli come questore e come segretari d'aula Pes, Miotto, Rossomando, Valente e Bocci.

13.34 Stucchi (Lega): “Napolitano darà incarico solo a chi ha numeri” - "Napolitano ci ha detto che chi riceverà l'incarico deve dimostrare di avere i numeri e che anche Prodi nel 2006 ha dimostrato di avere la maggioranza". Così Giacomo Stucchi, vicesegretario federale della Lega, contattato telefonicamente dall'Ansa dopo le consultazioni con il capo dello Stato. 

13.30 Crimi: "Napolitano? Beppe lo ha tenuto abbastanza sveglio"
- Il Presidente Napolitano è stato "attento" e Beppe "è stato capace di tenerlo abbastanza sveglio". E' una delle valutazioni del capogruppo al Senato del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi, nella relazione ai senatori M5S dopo le consultazioni.

13.28 Onida: “Io premier? Solo chiacchiere” - "Mi hanno riferito che sulla stampa c'è il mio nome, ma mi sembra un esercizio di fantasia. Sono veramente solo chiacchiere": così Valerio Onida, presidente emerito della Corte Costituzionale, ha risposto a Radio Popolare a una domanda sulla sua eventuale nomina alla guida di un governo tecnico. "Non credo sia giusto esercitarsi nel toto nomi, ma penso sia necessario capire quello che sta succedendo", ha aggiunto Onida.

13.17 Speranza (Pd) conferma proposta “governo cambiamento” - Il Capogruppo del Pd alla camera Roberto Speranza ha confermato, durante l'assemblea del gruppo, a quanto si apprende, che oggi Pier Luigi Bersani e i due capigruppo andranno alle consultazioni al Quirinale con la proposta votata in direzione, ovvero “un governo di cambiamento”' con Bersani premier e no a larghe intese con il Pdl.

12.50 Grasso: "Io premier? Per mio Paese pronto a tutto"
- "Sono sempre ottimista per natura, se posso fare qualcosa per il mio Paese sono pronto a tutto". Lo ha detto il presidente del Senato, Piero Grasso, rispondendo a chi gli chiedeva se fosse pronto per un eventuale incarico a Palazzo Chigi. Sulla possibilità di arrivare presto a un esecutivo, Grasso ha poi ribadito: "Sono un ottimista per natura".

12.44 Cei: "Urgente che Italia abbia governo stabile" -
"E' urgente che il Paese abbia una guida, un governo stabile". Lo ha detto il segretario generale della Cei, mons. Mariano Crociata, invitando a "non disperdere i sacrifici fatti dai cittadini per la tenuta dei conti pubblici". L'auspicio dei vescovi italiani, ha affermato, "è per una compagine di governo il più possibile stabile".

12.35 Crimi (M5S): "Beppe ha spiegato a Napolitano la nostra rivoluzione" -
"Beppe ha spiegato a Napolitano la rivoluzione politica del M5S". Lo dice Vito Crimi riferendo in Senato dell'incontro al Quirinale. "Pmi, reddito di cittadinanza e tagli
ai costi politica: sono i primi tre passi da fare subito". E ha aggiunto:  "A Napolitano abbiamo detto che è impossibile ragionare con chi ha fatto stalking al M55 e adesso è forza con cui trattare, con che faccia lo fanno".

Guarda il video



12.10 Napolitano arriva da Ciampi - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è arrivato a palazzo Giustiniani, dietro il Senato, per incontrare nel suo ufficio l'ex Capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi, nell'ambito delle consultazioni per la
formazione del governo.

11.50 Messora (M5S): "I parlamentari hanno portavoce e non siamo noi"



11:40 Berlusconi: "M5S indisponibile, Pd e Pdl diano un governo" -
"Tocca a Pd e Pdl la responsabilità di dare un governo al paese". Così Silvio Berlusconi al termine del colloquio con il capo dello Stato alla guida delle delegazioni di Pdl e Lega. "Con Napolitano abbiamo esaminato i risultati elettorali che presentano tre forze di pari entità; abbiamo presente che una di queste forze non è disponibile a una collaborazione con le altre e quindi restano in campo le altre due, Pdl e Pd, cui incombe la responsabilità di dare un governo al paese". E ribadisce: "Siamo assolutamente a disposizione per governo coalizione che intervenga con misure economia peraltro largamente condivise".



11.30 Zoggia (Pd): M5S primo partito? Clamorosa bugia -
I rappresentanti del Movimento 5 Stelle, dopo le consultazioni con il Capo dello Stato, hanno detto una bugia. Il partito che ha preso più voti in Italia e all'estero, sia alla Camera sia al Senato, è il Partito Democratico. Sostenere il contrario è semplicemente una bugia", afferma Davide Zoggia, deputato Pd.

ore 11.23 Grillo lascia Roma e mormora: "E' bellissimo" -
Beppe Grillo lascia Roma dopo le consultazioni al Quirinale con il presidente Giorgio Napolitano. Inseguito da fotografi e telecamere, Grillo ha prima imboccato la via del Senato, dove ha lasciato i capigruppo Vito Crimi e Roberta Lombardi, poi ha accennato a scendere dalla macchina ma, incalzato dalle domande dei giornalisti ('avete indicato un premier?', 'che governo votate?'), ha richiuso la portiera della macchina ed ha soltanto mormorato un: "E' bellissimo".

ore 10.58 Grillo: "Non votiamo la fiducia neanche a Grasso"
- La posizione del M5S è stata ribadita anche dallo stesso Grillo su Twitter , con un post sul suo blog e su Facebook nel quale aggiunge anche: "Il M5S non accorderà alcuna fiducia a governi politici o pseudo tecnici con l'ausilio delle ormai familiari 'foglie di fico' come Grasso. Il M5S voterà invece ogni proposta di legge se parte del suo programma".



ore 10.47 M5S: "Se all'opposizione vogliamo Copasir e Vigilanza Rai" - Incarico di governo pieno oppure la presidenza delle commissioni di garanzia: Copasir e Vigilanza Rai. E' la proposta-richiesta che la delegazioni del M5s guidata da Beppe Grillo ha rivolto al Capo delle Stato Giorgio Napolitano nel corso della 'lunga' consultazione, oltre un'ora, al Quirinale.

ore 10.43 Lombardi: "Se incaricati indichiamo nomi"
- Roberta Lombardi: "Nel caso il Presidente ci accordasse l'incarico pieno, indicheremmo il nostro premier" ha spiegato Lombardi che poi, ai giornalisti che le chiedevano se ci sia gia' il nome del premier o se sia stato già fatto al Capo dello Stato, ha replicato: "Abbiamo indicato un progetto per il Paese".

ore 10.39 M5S chiede incarico di governo - Crimi e Lombardi al termine del colloquio con il capo dello Stato hanno letto una dichiarazione in cui spiegano di aver chiesto l'incarico di governo. "Il Movimento 5 stelle è stata la prima forza politica alle ultime elezioni per numero di voti. Chiediamo perciò l'incarico di governo per realizzare il nostro programma" ha letto Lombardi. Vito Crimi ha letto i 20 punti del loro manifesto politico, tra cui redditto di cittadinanza, legge sul conflitto d'interesse, abolizione di equitalia

ore 10.37 Grillo non si presenta ai giornalisti - Alla fine del colloquio tra la delegazione del Movimento 5 Stelle e Giorgio Napolitano, dallo studio del capo dello Stato sono usciti solamente Vito Crimi e Roberta Lombardi, rispettivamente capigruppo di Senato e Camera

ore 10.24 Delegazione Lega Nord arrivata al Quirinale - Massimo Bitonci, Giancarlo Giorgetti e Giacomo Stucchi, della Lega Nord, sono giunti da qualche minuto al Quirinale per le consultazioni con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. I tre sono arrivati a piedi, al momento con loro non c'e' il segretario del Carroccio Roberto Maroni.

ore 10.22 Nuti (M5S): "Non condivido buonismo su espulsioni"
-"Ieri la riunione congiunta Camera-Senato ha scelto a maggioranza di non chiedere agli iscritti al sito di esprimersi sull'espulsione di alcuni senatori. Io ho votato per chiedere al portale di pronunciarsi. Noi non siamo l per mandare a casa solo il Pdl ma tutti compreso il Pd. Ha prevalso il buonisno purtroppo, era meglio chiedere". Lo scrive il vicepresidente del gruppo M5S alla Camera e prossimo capogruppo Riccardo Nuti su Facebook dove commenta la decisione presa ieri dai parlamentari sulla questione dei voti M5S a Grasso.

ore 10.15 Blog di Grillo: "Messora e Martinelli non sono portavoce" - "Il MoVimento 5 Stelle in Parlamento ha come unici portavoce i capigruppo di Camera e Senato. A loro supporto vi saranno due strutture di comunicazione coordinate da due responsabili il cui compito sarà di sviluppare l'interazione con i cittadini e promuovere le iniziative dei parlamentari del M5S in Rete e attraverso i canali tradizionali. I due responsabili non hanno quindi, né avranno funzioni di portavoce". E' quanto si legge sul blog di Grillo, in post titolato 'Portavoce fasulli e gruppi di comunicazione'.

ore 9.35 Boccia (Pd): "Governo Bersani va costruito in Parlamento"
- Il percorso del governo Bersani "va costruito in Parlamento" su un "progetto per il Paese". In caso contrario, meglio andare a votare dopo aver cambiato la legge legge elettorale: Francesco Boccia (Pd), intervenendo ad Agora' (Rai Tre), sottolinea di non credere che si realizzi "il miracolo" di un dialogo tra democratici e Pdl.

ore 9.26 Grillo: "Devo vedere il signor Presidente" - "Sono arrivato?". Beppe Grillo arriva in auto scura al Colle e abbassa il finestrino, l'inconfondibile chioma riccioluta sbuca dal finestrino, e il leader M5S rivolge la domanda all'uomo di guardia all'ingresso del Quirinale. Il quale conferma che "sì, è arrivato". Grillo, al suo fianco ci sono i capigruppo di Camera e Senato, Roberta Lombardi e Vito Crimi, aggiunge: "Devo andare dal signor presidente" e qui aggiunge l'universale gesto del pollice che scorre sui polpastrelli delle altre dita: quello che si fa per riferirsi ai soldi, insomma. A quel punto, via libera e Grillo entra per avviarsi alle consultazioni con Giorgio Napolitano.



ore 9.10 Delegazione di Grillo al Quirinale - E' arrivata al Quirinale la delegazione del Movimento 5 Stelle per le consultazioni di Giorgio Napolitano. Ad incontrare il Presidente della Repubblica saranno i capigruppo al Senato, Vito Crimi, alla Camera, Roberta Lombardi, e lo stesso fondatore del Movimento, Beppe Grillo. I tre hanno fatto ingresso in auto al Palazzo del Quirinale, con un cospicuo anticipo visto che la tabella di marcia prevede l'avvio dei colloqui di oggi, proprio con loro, alle 9,30. Folta la folla di fotografi e cameraman, arricchita dalla presenza di un fan grillino che urlava incitamenti all'indirizzo dell'auto del guru 5 Stelle.

ore 9.03 Prevertice di Grillo
- Incontro tra Beppe Grillo e i capigruppo del Movimento 5 Stelle Vito Crimi e Roberta Lombardi prima di andare al Quirinale per le consultazioni. Secondo quanto si apprende, i rappresentanti del Movimento 5 Stelle giungeranno al Colle con la loro auto privata

ore 8.00 Fico (M5S): "Non diamo la fiducia a nessuno" - "Non diamo la fiducia a nessun  governo. Con Bersani o senza". Lo dice, a 'La stampa', Roberto Fico a  proposito delle consultazioni al Quirinale. "Il Paese a picco ce l'ha  mandato chi ha governato fino ad ora. Noi vogliamo scardinare il  sistema. Archiviare quella stagione", dice il deputato del Movimento 5 stelle. I nuovi parlamentari "non importa se sono colpevoli. Importa se  sanno ribellarsi a chi li guida. Ecco, questo sono io. Un ribelle  costruttivo", dice ancora Fico. (LA RASSEGNA STAMPA)

Leggi tutto