Milano: Pisapia ritira le deleghe a Boeri

1' di lettura

Dopo l'ultimo diverbio nella seduta di Giunta di venerdì, il sindaco ha deciso di revocare l'incarico all'assessore alla Cultura. Al suo posto arriva il compositore Filippo Del Corno. L'architetto: "Amareggiato, decisione che non mi è stata motivata"

Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha revocato l’incarico di assessore alla Cultura a Stefano Boeri. Un comunicato di Palazzo Marino rende noto infatti il rimpasto di giunta deciso dal sindaco. L’operazione va oltre le 'caselle' mancanti (Lavori pubblici e Bilancio, dove entrano rispettivamente la capogruppo Pd Carmela Rozza e l'europarlamentare democratica Francesca Balzani) e coinvolge anche la Cultura. La decisione dopo l'ennesimo diverbio registrato nell'ultima seduta di Giunta di venerdì scorso sulle spese per le mostre. Al posto di Boeri arriva il compositore Filippo Del Corno, 43 anni, fondatore dell'ensemble Sentieri Selvaggi e nominato proprio da Pisapia, nel 2011, a presidente della Fondazione Milano (che riunisce le scuole civiche).

La conclusione di un rapporto difficile
- In più di un'occasione, prima d'ora, si era arrivati a un filo dalla rottura totale tra i due ex sfidanti alle primarie milanesi. Per questo, la decisione di Pisapia non è arrivata del tutto inaspettata. Inoltre era ancor più nell'aria da venerdì, in seguito al siverbio nato nella riunione dell'esecutivo cittadino dopo il richiamo del sindaco alla sua squadra a spendere meno, citando ad esempio le uscite per alcune mostre. Prima della decisione definitiva, al primo cittadino l'invito a fermarsi è arrivato da più parti. 14  consiglieri comunali - tutti del Pd - hanno scritto una lettera a Pisapia, chiedendo delucidazioni, invitandolo a fermarsi e a confrontarsi con tutta la maggioranza prima di fare il passo definitivo. La risposta è arrivata in serata. "Manca ormai il rapporto fiduciario e la Giunta è un lavoro di squadra".

Boeri: "Amareggiato, decisione che non mi è stata motivata" - "Pochi minuti fa, nel corso di un incontro a Palazzo Marino, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha revocato il mio incarico di Assessore del Comune di Milano” scrive Boeri su Facebook. “In questi due anni ho fatto del mio meglio -insieme ai colleghi d Giunta, ai dirigenti, ai consulenti e agli uffici del mio assessorato - per rilanciare la cultura a Milano - continua l’architetto - sono amareggiato per una decisione che non mi è stata motivata, che mi è davvero difficile interpretare e che rischia di compromettere importanti progetti per il futuro della città.  La cultura per Milano non è un lusso, ma una risorsa fondamentale per lo sviluppo".

Rozza ai lavori pubblici, Balzani al Bilancio - Per quanto riguarda le altre nomine, alla capogruppo Pd Rozza è andata la delega ai Lavori pubblici per sostituire Lucia Castellano, che si era dimessa per candidarsi alle regionali, ma Casa e Demanio rimangono all'assessore al Decentramento Daniela Benelli che le aveva ricevute ad interim. All'europarlamentare democratica ed ex assessore al Bilancio di Genova, Balzani, vanno le chiavi delle casse di Palazzo Marino, succedendo così a Bruno Tabacci (che aveva lasciato per candidarsi alle elezioni politiche). I nuovi assetti dell'esecutivo cittadino verranno annunciati ufficialmente dal sindaco lunedì nell'aula del Consiglio comunale.

Leggi tutto