Senato, Piero Grasso eletto presidente. M5S si divide

1' di lettura

L'ex procuratore nazionale antimafia vince il ballottaggio con Schifani. "Dobbiamo iniziare una nuova fase costituente", dice. Laura Boldrini eletta alla Camera: "Ascoltiamo la sofferenza sociale". Berlusconi contestato dalla folla: "Vergognatevi"

Laura Boldrini e Piero Grasso sono i nuovi presidenti di Camera e Senato. Al secondo giorno di votazioni sono stati eletti i vertici delle assemblee della XVII legislatura.
A guidare Montecitorio sarà l'ex portavoce portavoce dell'Alto commissariato Onu per i rifugiati, eletta nelle liste di Sel, (LA SCHEDA - IL DISCORSO).
L''ex procuratore nazionale antimafia, eletto nel Pd, sarà invece alla guida di Palazzo Madama. L'elezione di Grasso ha diviso i grillini che solo a maggioranza hanno optato per un atteggiamento neutrale. Questa decisione, sommata a quella di Mario Monti di votare scheda bianca, ha consentito a Grasso di battere Schifani nel ballottaggio per 137 voti contro 117 voti. A differenza della Boldrini che ha ottenuto solo i consensi di Pd e Sel, Grasso, ha guadagnato una dozzina di voti fuori dal centrosinistra.
Nel corso della giornata è arrivato inoltre dal Quirinale lo stop a una possibile candidatura di Mario Monti alla guida di Palazzo Madama. In questa delicata fase, è stato il ragionamento del Capo dello Stato, il governo non può permettersi di cambiare premier.

Tutti gli aggiornamenti:

21.10 Boldrini incontra rappresentanti M5S - Il Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, ha incontrato questa sera alcuni rappresentanti dei deputati del Movimento 5 Stelle, guidati dal capogruppo designato Roberta Lombardi, con i quali ha avuto un cordiale e aperto scambio di opinioni sui primi passi dell'attività della Camera nella XVII Legislatura. Lo riferisce una nota dell'ufficio stampa di Montecitorio.

20.20 Folla applaude Grasso fuori dal Senato - Una piccola folla di circa 200 persone ha applaudito il neopresidente del Senato, Pietro Grasso, all'uscita da Palazzo Madama. Dopo essere passato al gruppo del Pd, Grasso, accompagnato dalla moglie, ha lasciato Palazzo Madama uscendo dal portone principale. Qui, da circa un'ora stazionavano circa 200 persone: appena l'ex procuratore antimafia è uscito dal portone per salire sulla vettura che lo attendeva è scattato un lungo applauso.

20.15 Crimi: "Qualcuno non sel'è sentita di vedere rieletto Schifani" - "Avevamo deciso all'unanimità di non votare per Schifani, nell'urna il voto è segreto, ciascuno ha deciso secondo coscienza". Così il capogruppo del Cinque Stelle al Senato, Vito Crimi, ha commentato i voti dei senatori del M5S che sono confluiti su Piero Grasso."Qualcuno - ha aggiunto Crini - non se l'è sentita di vedere rieletta alla presidenza del Senato una persona come Schifani", ha aggiunto.

19:32 Berlusconi a Grasso: "Suo discorso ottimo"
- "Il suo discorso è stato ottimo: non c'è stato nulla che abbia destato in noi alcuna perplessità": lo ha detto Silvio Berlusconi fuori dall'aula di Palazzo Madama al presidente del Senato Piero Grasso, al termine del discorso di insediamento.

19:20 Grasso: "Politica va ripensata, Camere come casa di vetro" - "Penso alla politica che va cambiata e ripensata dal profondo nei costi, nelle regole, nei servizi e nelle consuetudini, nella sua immagine rispondendo ai segnali che i cittadini ci mandano. Quest'aula spero diventi come una casa di vetro". Cosi' il neopresidente del Senato Piero Grasso.

19:09 Grasso: "Dobbiamo iniziare una nuova fase costituente" - "Siamo in un passaggio storico straordinario, abbiamo il diritto della responsabilità di indicare un cambiamento possibile, dobbiamo iniziare una nuova fase costituente che sappia stupire e stupirci". Cosi' il neopresidente del Senato Piero Grasso.

19:03 Grasso: "Mai come oggi storia Italia-Ue comune" - "Mai come oggi la storia dell'Italia e della Ue sono comuni". Lo afferma in aula al Senato il Presidente Piero Grasso nel suo discorso di insediamento. E ha aggiunto: "Rivolgo il primo discorso a quei cittadini che stanno seguendo i lavori di quest'aula con apprensione e speranza per il futuro di questo Paese. Il Paese mai come oggi ha bisogno di risposte rapide ed efficaci all'altezza della crisi sociale, economica, politica che sta vivendo".

19:02 Vendola: "Piero Grasso dalla parte giusta"



19:01 Bersani: "Se si vuole cambiare si può"



19:00 Grasso, 12 voti in più della sua coalizione - Piero Grasso è stato eletto alla presidenza del Senato con 12 voti in più rispetto a quelli di cui dispone al Senato la coalizione di centrosinistra (ne ha 125, ne ha presi 137). Renato Schifani ha ricevuto invece tutti i voti di cui dispone la coalizione di centrodestra.

18:50 Risultato ballottaggio: 20 voti in più per Grasso - Piero Grasso (Pd) diventa presidente del Senato con 137 voti validi: 20 voti in più di Renato Schifani (Pdl) che ne ha presi 117. Luis Alberto Orellana (M5S) ha avuto 5 voti, Gaetano Quagliariello (Pdl) un voto. Le schede bianche sono state 52, le nulle (in cui si contano quelle per
Orellana) sono 7. Presenti 313, votanti 313.

18:43 Schifani fa i complimenti a Grasso - Renato Schifani sale le scale dell'Emiciclo e va a complimentarsi con Piero Grasso, ancora prima che ne venga proclamata l'elezione. Dopo una lunga stretta di mano è tornato al suo posto mentre Grasso ha raggiunto il centro dell'Emiciclo stringendo le mani dei senatori del Pd.

18:35 Grasso eletto presidente del Senato -
Un applauso del centrosinistra in pieno spoglio si è levato per Pietro Grasso, che si è alzato in piedi per stringere le mani ai colleghi. Lo spoglio non si è ancora chiuso, e il presidente Colombo ha chiesto silenzio.

18:10 Colombo: "Vince chi ottiene più voti" -
Il Presidente anziano Emilio Colombo non accoglie la tesi di Calderoli e ritiene che il ballottaggio sia vinto  da chi ottiene più voti, indipendentemente dal numero delle schede bianche, anche alla luce del precedente del 1994 tra Scognamiglio e Spadolini.

18:05 Calderoli contesta l'esito della votazione -
Il senatore leghista Roberto Calderoli, prima dello spoglio del ballottaggio, chiede, ai sensi del regolamento, che per il calcolo della maggioranza vengano computate anche le schede bianche. Nitto Palma (Pdl) appoggia la richiesta di Calderoli.

17:45 M5S, Berlusconi: "Sono come Scientology"
- C'è una setta che mi ricorda molto Scientology e che non dovrebbe nemmeno essere ammessa tra i partiti democratici per le regole che ha o non ha". Lo afferma Berlusconi sottolineando come M5S"rappresenti una protesta per certi versi valida ma senza nessuna prospettiva di soluzioni. E' solo una preoccupazione per la democrazia del Paese".

17:40 Berlusconi: "Sono qui per votare Schifani" - "Sono qui per votare Schifani". Lo dice ai giornalisti arrivando al Senato Silvio Berlusconi. A chi gli chiede se ha possibilità di vincere, Berlusconi replica: "Non lo so, ma tanto non ha nessuna importanza questa elezione".

17:35 Berlusconi contestato: "Vergognatevi" - Silvio Berlusconi è stato contestato da una parte della folla assiepata davanti al Senato. L'ex premier, che portava un paio di occhiali scuri, sceso dalla macchina e sentite le contestazioni è tornato sui suoi passi, si è voltato verso la folla e ha detto: "Vergognatevi" (VIDEO).

17:30 Grasso scaramantico durante il voto: "Sono in conclave" - Piero Grasso non rilascia dichiarazioni ma scherza con i giornalisti che lo inseguono tra i corridoi di Palazzo Madama mentre in aula è in corso la votazione decisiva per la presidenza del Senato che lo vede al ballottaggio con il candidato del Pdl, Renato Schifani. "Sono in conclave", dice ai cronisti che lo incalzano. E poi con un pizzico di ironia aggiunge: "E' per scaramanzia...ci sono parecchi del Sud", motivando così la scelta di non parlare fino all'esito della votazione.

17:20 Pepe (M5S): "Libertà di voto" - "Amici. Libertà di voto. Senza contrattazioni e senza trucchi", è questa la decisione dell'assemblea dei senatori del Movimento 5 Stelle, secondo le indicazioni su Facebook del senatore Bartolomeo Pepe. Indicazione di metodo seguita da riferimenti a un voto nel segno della lotta antimafia di Borsellino.

17:12 Senatori M5S: "Discussione accesa, dubbi non dipanati" -  "Stiamo per votare al ballottaggio e la discussione accesa tenuta nel gruppo non è stata sufficiente a dipanare tutti i dubbi di tutti quanti...". Lo scrive su Facebook il senatore Maurizio Buccarella. Anche il collega Guglielmo Pepe fa capire che i dubbi sulla linea nel gruppo non sono dipanati: "Amici, libertà di voto. Senza contrattazioni e senza trucchi. Borsellino ci chiede un gesto di responsabillità e noi non siamo irresponsabili, finché siamo qui dentro, a voi la scelta".

17:00 M5S: "Indicazione è scheda bianca" - "L'indicazione data dal capogruppo è quella di votare scheda bianca o nulla". Lo ha detto Luis Alberto Orellana, candidato del M5S alla presidenza dei 'grillini'.

16:50 Gasparri: "Camera con Boldrini è un soviet" - "Ora la Camera è un soviet". Così Maurizio Gasparri ha commentato l'elezione di Laura Boldrini a presidente della Camera, scherzando con Maurizio Lupi nel Transatlantico del Senato. "E' la più pericolosa estremista della Repubblica Italiana", ha aggiunto l'esponente del Pdl. "Infatti voglio venire qui", gli ha risposto Lupi.

16:43 Al via il ballottaggio Schifani-Grasso - E' cominciato nell'aula del Senato il ballottaggio tra Grasso e Schifani per la Presidenza di Palazzo Madama.

16:40 Orellana: "Scelta 5 Stelle non presa all'unanimità" - "Non c'è stata l'unanimità nella decisione del nostro gruppo", ha detto il senatore M5S Luis Alberto Orellana, al termine della riunione dei senatori grillini in vista della quarta votazione per la presidenza del Senato. "Come persone - ha aggiunto Orellana - non sono equivalenti: una è una scelta in continuità con il passato. Mi sono espresso personalmente contro la scelta del collega Schifani". Orellana ha detto anche che non c'è stato alcun contatto con Beppe Grillo.

16.35 Scelta civica vota scheda bianca - I senatori di Scelta Civica voteranno scheda bianca al ballottaggio per l'elezione del presidente del Senato. "La drammatica situazione del paese richiede una coraggiosa impostazione riformatrice che solo situazioni che siano rappresentative di una forte coesione nazionale possono assicurare". "Per queste ragioni - conclude la nota - abbiamo deciso di votare scheda bianca anche in occasione del ballottaggio per l'elezione del presidente del Senato".

16.28 Crimi:M5S non cambia intenzioni di voto - "Non faremo da stampella a nessuno. Il Movimento 5 Stelle ritiene di non modificare le proprie intenzioni di voto". Così il capogruppo del Movimento 5 Stelle Vito Crimi al termine della riunione dei senatori prima del voto per l'elezione del presidente dell'Aula.

16.19 Monti alla riunione di Scelta Civica - Il premier Mario Monti è appena entrato nella riunione di Scelta civica a Palazzo Madama, ad un quarto d'ora dall'inizio del voto dell'aula che deciderà nel ballottaggio tra Grasso e Schifani per la presidenza del Senato. Monti si è trattenuto in precedenza a lungo a Palazzo Giustiniani.

16.14 Fitto (Pdl):discorso Boldrini di parte - "Auguro buon lavoro a Laura Boldrini, nel solco del rispetto dovuto al Presidente della Camera, ma il suo discorso purtroppo è stato povero di contenuti e ricco di narrazione, ideologia, senso di appartenenza più alla sua parte politica che all'Istituzione che da oggi rappresenta. Neanche un accenno a crescita, sviluppo, lavoro che in questo momento sono le vere priorità degli italiani". Lo dichiara in una nota il deputato del Pdl Raffaele Fitto.

16.08 Boldrini rende omaggio a Moro - E' un omaggio ad Aldo Moro nell'anniversario del suo rapimento il primo atto ufficiale di Laura Boldrini da presidente della Camera. Lasciando Montecitorio a bordo di un'auto senza scorta, la presidente della Camera si reca a via Fani, dove depone una corona di fiori.

16.05 Vendola: con Boldrini ha vinto l'Italia migliore.

15.49 Pdl: stato maggiore riunito a Palazzo Grazioli - Silvio Berlusconi, dimesso ieri sera dal San Raffaele (LE FOTO), è rientrato a Roma nella giornata di oggi. In vista della votazione di questo pomeriggio per l'elezione del presidente del Senato, Berlusconi ha convocato a Palazzo Grazioli lo stato maggiore del Pdl, per una riunione attualmente in corso. (Questa mattina, i giudici del processo Mediaset hanno accolto la richiesta perché il leader del Pdl “è impegnato nella seduta al Senato”)

15.12 Tensioni alla riunione dei senatori M5S - Riunione tesa per i senatori del M5S a Palazzo Madama. Secondo quanto trapela, e' aperto il dibattito su un eventuale voto al candidato del Pd Piero Grasso e al momento vige l'incertezza. Probabilmente al termine del dibattito in corso si votera' per alzata di mano la linea da tenere in Aula. Al momento, raccontano, sono aperte tutte le opzioni, tranne quella di dare il voto a Schifani: a lui no, questo è certo.

15.04 Ichino: "Non voteremo per Grasso" - Piero Grasso sarebbe un ottimo presidente del Senato se fosse il risultato di una scelta condivisa tra i montiani e il centrosinistra, invece la sua candidatura è il risultato di uno strappo per noi inaccettabile, quindi non lo voteremo. Così a Reuters Piero Ichino, esperto di diritto del lavoro e oggi senatore di Scelta civica Ichino non ha tuttavia voluto dire se voterà anche al ballottaggio scheda bianca, oppure appoggerà Schifani.

14.39 Crimi: "Manteniamo nostra scelta" - Crimi "Abbiamo fatto una scelta e la manteniamo", chiarisce il capogruppo designato 5 Stelle al Senato, Vito Crimi, rispondendo a chi gli chiede, al suo arrivo alla riunione dei senatori grillini, se il Movimento potrebbe far convergere i suoi voti sul nome di Pietro Grasso.

14.17 Grillo plaude al Papa e trova analogie con M5S -
Beppe Grillo 'benedice' Papa Francesco. Sul suo blog il leader del M5S sottolinea i punti in comune tra il nuovo pontefice e il movimento 'a cinque stelle', entrambi 'francescani'. E lo fa in un post dal nome "l'importanza di chiamarsi Francesco".

14.10 Bersani: "Bene su rinnovamento politica e su sociale" - Pier Luigi Bersani commenta con favore il primo discorso della neo eletta presidente della Camera, Laura Boldrini. Per Bersani è da sottolineare il passaggio "sul rinnovamento della politica e l'attenzione grande sul sociale. Credo che abbiamo trovato la persona giusta, finalmente con uno sguardo sul mondo che fa bene alla politica". Ma c'è un nesso, chiedono i giornalisti, tra i nomi indicati dal centrosinistra, Grasso e Boldrini, per le presidenze di Camera e Senato e il governo? "No, assolutamente no", replica il segretario Pd (VIDEO).

14.05 Lombardi (M5S): "Vedremo se alle parole seguiranno i fatti" - "Le auguriamo buon lavoro. Si è presa un impegno grandissimo quando ha detto che 'da oggi questa Camera è la casa della buona politica. Ci aspettiamo di vedere i fatti". Così Roberta Lombardi, capogruppo a Montecitorio per il M5S, commenta la nomina di Laura Boldrini alla presidenza della Camera dei deputati. "Giovedì prossimo ci saranno le nomine di vicepresidenti e questori. Vedremo se i fatti seguiranno alle parole. Le auguriamo buon lavoro", conclude la Lombardi.

14.00 Alfano: "Discorso Boldrini deludente" - Angelino Alfano non ha per nulla apprezzato il primo intervento di Laura Boldrini da presidente della Camera. "E' stato un discorso veramente deludente", ha spiegato il segretario del Pdl rispondendo ai cronisti alla Camera. "Non si è parlato della crisi, del dramma economico e di come venirne fuori", ha sottolineato.

13.37 Boldrini: "Aula sia casa della buona politica. Inizia viaggio cambiamento" - "Facciamo di questa Camera la casa della buona politica": lo dice la neopresidente della Camera Laura Boldrini. "Scrolliamoci di dosso ogni indugio nel dare piena dignità" a questa istituzione che saprà riconquistare la propria "centralità".  E ha aggiunto: "Stiamo iniziando un viaggio e io con cura e umiltà" accompagnerò "la richiesta di cambiamento che arriva da tutti gli italiani, soprattutto dai nostri figli". (IL DISCORSO INTEGRALE)

13.35 Boldrini: "L'Aula darà ascolto alla sofferenza sociale" - "Questa aula darà ascolto alla sofferenza sociale di una intera generazione". Lo ha detto Laura Boldrini nel suo discorso di investitura alla presidenza della Camera ricordando i numerosi giovani costretti a cercare lavoro all'estero. E assicura: "Non abbiamo dimenticato gli esodati". Standing ovation, infine, quando parla delle donne che "subiscono l'umiliazione della violenza travestita da amore". VIDEO

13.31 Boldrini: "Napolitano custode rigoroso dell'Unità d'Italia e della Carta" - E' iniziato con un omaggio al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il primo intervento di Laura Boldrini come presidente della Camera. "Care deputati e deputati, permettetemi di esprimere il mio più sentito ringraziamento per l'alto onore e responsabilità che comporta il compito di presiedere questa assemblea", ha detto mentre l'Aula applaudiva. "Vorrei rivolgere il mio saluto rispettoso e riconoscente e quello dell'assemblea al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ècustode rigoroso dell'unità  del paese e dei valori della Costituzione repubblicana". Poi, Boldrini ha ringraziato il suo predecessore Gianfranco Fini.

13.26 Senato, fumata nera: alle 16:30ballottaggio Grasso- Schifani - Fumata nera per la terza votazione al Senato. Il Presidente verrà eletto al quarto scrutinio con un ballottaggio tra Grasso e Schifani. La distanza trai due è di nove voti (Piero Grasso 120 e Renato Schifani 111). Luis Orellana (M5S) ha avuto 52 voti. Schede bianche, 22. Due voti a Ignazio Marino, due ad Anna Finocchiaro, uno a Casini e Quagliariello. Presenti 311, votanti 311.

13.10 Boldrini viene dall'Onu - La presidente della Camera Laura Boldrini, eletta nelle file di Sel, arriva a Montecitorio dopo essere stata per 14 anni portavoce dell'Alto commissariato Onu per i Rifugiati (Unhcr). Nata a Macerata il 28 aprile 1961, si laurea in Giurisprudenza a Roma nel 1985 e dopo una breve esperienza in Rai, inizia nel 1989 la sua carriera all'Onu. LA SCHEDA

13.09 Boldrini eletta con 327 voti -  Questo il risultato della votazione: Presenti 618; Maggioranza richiesta: 310; Boldrini: 327;Fico:108; Schede bianche: 155; schede nulle: 10; Voti dispersi: 18. VIDEO

12.56 Boldrini eletta alla Camera
- Applauso quando scatta quota 310, mentre procede lo scrutinio delle schede per l'elezione del nuovo presidente. E' il segno che Laura Boldrini ha raggiunto la soglia di voti necessari e sarà il presidente della Camera nella 17esima legislatura.


12.46 Montiani e Cinque stelle si riuniranno prima di 4 voto - Prima della quarta votazione al Senato, dove si profila un probabile ballottaggio tra Renato Schifani e Piero Grasso, i senatori centristi e quelli del M5S si riuniranno per decidere come comportarsi. Soprattutto gli eletti grillini pare siano rimasti spiazzati dalla scelta di candidare Grasso e alcuni di loro ipotizzano una convergenza dei loro voti sull'ex procuratore anti mafia. Alcuni senatori 5 Stelle ammettono che il nome di Grasso e' piu' accettabile. E c'è chi lascia intendere che si potrebbe dare un 'segnale' al Pd.

12.33 Iniziato lo spoglio alla Camera
- E' terminata nell'Aula della Camera la chiama della quarta votazione dei deputati per eleggere il presidente. E' ora in corso lo spoglio, che avviene in Aula ed e' pubblico.



12.31 Bundesbank avverte l'Italia: "Non fermare le riforme"
- La Bundesbank mette in guardia l'Italia contro una battuta d'arresto del processo di riforme o un'ipotetico ripensamento sull'euro, avvertendo che in questo caso il paese non si potrebbe poi aspettare "un'intervento della Banca Centrale". Lo sottolinea il presidente Jens Weidmann in un'intervista al settimanale Focus.

12.10 Berlusconi atteso al Senato al pomeriggio
-  Silvio Berlusconi, uscito ieri dall'ospedale San Raffaele di Milano, e' atteso nel pomeriggio al Senato per partecipare alla quarta votazione per eleggere il presidente del Senato. L'ex premier intanto lamenta, nelle 39 pagine di istanza di remissione per legittimo sospetto presentata per chiedere lo spostamento dei processi Mediaset e Ruby, l'impossibilità di proseguire l'attività politica a causa del serrato calendario giudiziario, "in assoluto contrasto non solo con la prassi e con il buonsenso, ma anche con gli auspici recentemente rivolti dalle alte cariche dello Stato".

11.49 Lega voterà Schifani - "Voteremo Schifani alla terza e alla quarta votazione". Lo afferma il leghista Roberto Calderoli, conversando con i giornalisti al Senato

11.28 Al via votazione al Senato -  Al via nell'Aula di Palazzo Madama la terza votazione per l'elezione del presidente del Senato. Nel terzo scrutinio è necessaria la maggioranza assoluta dei votanti. Se nessuno risulterà eletto, si procederà al ballottaggio tra i due più votati.

11.21 Al via votazione alla Camera -  Al via la quarta votazione alla Camera per l'elezione del presidente nella 17esima legislatura. Oggi, dopo le tre 'fumate nere' di ieri, il quorum si abbassa ed è sufficiente la maggioranza assoluta dei voti, contando anche le schede bianche.





11.16 Napolitano: "L'Italia sa trovare"
- "L'Italia ha sempre saputo trovare, nei momenti difficili della sua storia, la forza di reagire alle avversita'". Lo afferma il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

10.56 Pdl al Senato voterà Schifani, M5S Orellana - Il Pdl si assesterà verso l'indicazione di una candidatura di profilo istituzionale, quella del presidente uscente, Renato Schifani. E' la linea emersa dalla riunione dei senatori Pdl in vista della nuova votazione di oggi per la presidenza di Palazzo Madama nella 17esima legislatura. Il Movimento 5 Stelle ha invece comunicato che continuerà a votare per il suo candidato . "Noi fiducie in bianco non ne
diamo" ha detto il capogruppo Vito Crimi

10.45 Bersani: "Da Monti disimpegno sorprendente"
-  Con i cronisti si è limitato ad alzare
le braccia, ma davanti a deputati e senatori Pier Luigi Bersani non è stato altrettanto diplomatico nel valutare la linea di Mario Monti e Scelta civica che hanno rifiutato l'offerta di corresponsabilità nella presidenza delle camere. "Con il Movimento 5 Stelle c'è stato un confronto non improduttivo, ma non è andato a buon fine", ha premesso il segretario del Pd. "Da altri c'è stato un disimpegno che ha causato un'evidente sorpresa", avrebbe detto il segretario del Pd a quanto riferito dai presenti.

10.40 Lombardi: "Cosa intende per scelte condivise" - "Bisognerebbe capire cosa nel linguaggio comune cosa intende Napolitano per scelte condivise". Cosi' Roberta Lombardi sull'appello del presidente della Repubblica a "scelte condivise" per le elezioni dei presidenti di Camera e Senato.

10.01 Da Finocchiaro e Renzi ok a Boldrini e Grasso - Anna Finocchiaro ha commentato con favore la scelta di Laura Boldrini e Piero Grasso per le presidenze di Camera e Senato. "E' un segnale molto positivo, sono ottime scelte, figure di primissimo livello, su cui mi auguro si aggreghi il maggior consenso possibile e così le istituzioni comincino a lavorare", ha spiegato la senatrice del Pd, fino a ieri in pole position per la presidenza di palazzo Madama. Commento positivo anche di Matteo Renzi, secondo cui sono "due ottime proposte"

9.49 Napolitano: Monti resti al governo"
- "E' importante che in sede europea, e nell'esercizio di ogni iniziativa possibile e necessaria specie per l'economia e l'occupazione, il governo conservi la guida autorevole di Mario Monti fino all'insediamento del nuovo governo (per la cui formazione inizierò le consultazioni di rito mercoledi' 20)". Lo afferma Giorgio Napolitano in una dichiarazione diffusa dal Quirinale. "L'abbandono, in questo momento, da parte del presidente Monti, della guida del governo, genererebbe inoltre - avverte il Presidente della Repubblica - problemi istituzionali senza precedenti e di difficile soluzione". "Apprezzo pertanto il senso di responsabilità e spirito di sacrificio con cui - conclude - egli porterà a completamento la missione di governo assunta nel novembre 2011".

9.24 Crimi (M5S): "Grasso e Bolrdini? Se li votino"
- I nomi di Piero Grasso e Laura Boldrini proposti dal Pd per la presidenza delle Camere non cambiano la posizione del Movimento 5 Stelle, che continuerà a votare per i propri candidati. "Se li votino", risponde il capogruppo M5S al senato  Vito Crimi a chi gli domanda se l'indicazione di due nomi nuovi possa mutare la decisione dei 5 Stelle di non sostenere candidati del Pd o del Pdl alla presidenza.

9.12 Franceschini: "Boldrini e Grasso scelta di grande innovazione "



9.11 Crimi contro la stampa
- Ancora critiche dai grillini al mondo dell'informazione. "Leggo di qualcuno che parla di comunicazione non proprio esatta da nostra parte. Beh... Noi la facciamo la comunicazione esatta sulle idee e sulle proposte... Credetemi chi mi ha intervistato lo sa", dice il capogruppo designato al Senato Vito Crimi. "Ci siamo concessi ai giornalisti, io in particolare, tantissimo molto piu' di altri portavoce. Ho parlato spesso di idee ho lanciato prime proposte, ma voi non mi credete ovviamente... Perche' difficilmente - accusa - i giornalisti di regime fanno passare questo".

8.55 Lombardi: "Democrazia è avere idea di paese" -  "Sento 'illustri intellettuali' affermare che la democrazia e' una giornata persa come quella di oggi a contare schede bianche". Lo scrive sulla sua pagina Facebook la capogruppo designata 5 Stelle alla Camera, Roberta Lombardi, riferendosi all'apertura, ieri, della legislatura e allo stallo sulle presidenze delle Camere. "Democrazia secondo me e' avere un'idea di Paese, scegliere un nome che la incarni e sottoporlo ad un voto. Come abbiamo fatto - rivendica - noi del Movimento 5 Stelle".

8.47 Bersani propone Boldrini e Grasso - Pierluigi Bersani ha proposto i nomi di Laura Boldrini per Montecitorio e Piero Grasso al Senato. "Per noi responsabilità è cambiamento", ha motivato Bersani ricevendo gli applausi dei deputati di Pd, Sel e centro democratico.

Leggi tutto