Roma, Grillo ai neoeletti: "Avanti per la nostra strada"

1' di lettura

I neoeletti scelgono per alzata di mano i capigruppo di Camera, Roberta Lombardi, e Senato, Vito Crimi. Alla convention ha perso la parola anche il leader del Movimento 5 Stelle. LA CRONACA DELLA GIORNATA

Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio sono a Roma dove hanno partecipato alla convention dei neoeletti del Movimento 5 Stelle. Un incontro trasmesso in streaming sulla web tv del comico genovese. Al suo arrivo alla riunione il leader del M5S è stato accolto da un applauso dei neoeletti. Ora diamo la fiducia a Bersani", ha detto Grillo ironico ai suoi che lo attorniavano e una ha risposto ridendo: "Sì, sì. Come no". Prima che partisse la diretta streaming sono stati votati, per alzata di mano, i capigruppo di Camera e Senato. Si tratta rispettivamente di Roberta Lombardi, 39 anni romana, e Vito Crimi, 40 anni, nato a Palermo ma residente in Lombardia. Nel corso dell'incontro Grillo ha ribadito l'intenzione di "andare avanti per la nostra strada" e Crimi, prendendo la parola, ha annunciato che il M5S non voterà la fiducia a un governo "dei partiti".

La cronaca della giornata

19.07 Lombardi: "Via finanziamenti a partiti e giornali"
- Le prime cose da fare secondo me sono la legge sul conflitto d'interessi, quella sulla corruzione e una nuova legge elettorale. Inoltre bisogna abolire il finanziamento pubblico ai partiti e ai giornali". Cosi' la neo capogruppo M5S alla Camera Roberta Lombardi, prima delle elezioni, illustrava, da semplice candidata, le sue priorità. "Ci vuole una legge per una vera class action - diceva- tema di cui mi sono occupata per anni. Ora e' in mano alle associazioni di categoria, bisogna restituirla ai cittadini".

19.02 Crimi: "Non abbiamo chiesto rimborsi elettorali" - "Non abbiamo fatto richiesta di rimborsi elettorali. Non li prendiamo". Lo ha ribadito il capogruppo in pectore al Senato dei grillini, Vito Crimi, in conferenza stampa.

18.59 Crimi eletto capogruppo con 34 voti su 54
- Venti senatori di M5S non hanno votato per il capogruppo Vito Crimi. "Il capogruppo del Senato è stato eletto con 34 preferenze su 54", fa sapere lo stesso Cri. Anche alla Camera la votazione avrebbe riguardato 37 deputati su 109 a favore di Roberta Lombardi. Per la carica dei capigruppo alla Camera - ha riferito Crimi - si sono presentate una decina di persone.

18.48 Crimi: "Governo tecnico? Lo facciano e poi decidiamo" - Su un'ipotesi di governo tecnico "vediamo, prima lo facciano" poi il M5S decidera'. Lo dice Vito Crimi, che aggiunge: "Non siamo la coalizione che ha vinto: sta a chi ha vinto e al presidente Napolitano decidere" dice Crimi: "Una soluzione? Un governo a cinque stelle".

18.46 Lombardi: "Finanziamento a partiti diventato strumento perverso" - "Alcuni strumenti, come l'assenza di vincolo di mandato o i rimborsi elettorali, che nascono come garanzia per tutelare la liberta', sono diventati uno strumento perverso. E' un fatto". Lo ha detto Roberta Lombardi, indicata come capogruppo alla Camera per i grillini, in conferenza stampa. "Il vincolo di mandato non esiste per la Costituzione - ha aggiunto Vito Crimi, designato capogruppo al Senato - per tutelare l'elettore dal cambio di casacca. Questo e' un dato di fatto. Anche nel nostro caso".

18.40 Crimi: "Valuteremo ogni alternativa a governo dei partiti" -  "Qualunque proposta alternativa al governo dei partiti, noi la valuteremo". Lo ha detto il capogruppo in pectore al Senato di M5S, Vito Crimi, in conferenza stampa. "Non sta a noi - ha aggiunto - individuare il governo. Non siamo la coalizione che dice di aver vinto le elezioni e sta a chi dice di aver vinto le elezioni e a Napolitano di individuare un governo". Il movimento votera' no o si asterra' sulla fiducia a un 'governo dei partiti'? "E' una valutazione - ha risposto Crimi - che faranno i gruppi di Camera e Senato nei prossimi giorni".

18.32 Crimi: "No a gestione dei fondi da parte di Grillo e Casaleggio" - "Non c'è nessuna gestione di fondi dei gruppi da parte di Grillo e Casaleggio", ha detto Vito Crimi, designato capogruppo M5S al Senato, in conferenza stampa.

18.21 Lombardi: "Prima di degenerare il fascismo aveva alto senso dello Stato" - "Da quello che conosco di Casapound, del fascismo hanno conservato solo la parte folcloristica, razzista e sprangaiola. Che non comprende l'ideologia del fascismo,che prima che degenerasse aveva una dimensione nazionale di comunit… attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello stato e la tutela della famiglia". Così la neo capogruppo alla Camera del M5S Roberta Lombardi sul suo blog, in un post dello scorso 21 gennaio.

18.20 Crimi conferma: "Nessuna fiducia a governo dei partiti" - "M5S non può e non darà fiducia ad un governo dei partiti che sono responsabili della situazione in cui si trova il paese". Lo ha detto Vito Crimi, capogruppo in pectore M5S al Senato, parlando con i giornalisti all'hotel Universo. "La parola tsunami - ha spiegato - e' una parola scelta non a caso per la nostra campagna elettorale che è stata fatta contro questi partiti". Crimi ha aggiunto che "il governo lo individuerà Napolitano. Altro su questo argomento non avremo da dire".

17.11 Sui portaborse resta aperta la discussione se prendere parenti - Si parla di collaboratori parlamentari, allora e la capogruppo alla Camera, appunto Roberta Lombardi, consiglia di "evitare parenti, mogli, mariti... amanti". A questo punto riprende subito la parola Crimi per assicurare che "non è che Roberta ha già deciso... Decidiamo insieme. Si può anche decidere che sì...". Ad ogni modo, e così si chiude sul punto, "valutiamo insieme policy comuni".

17.03 Messora: "Con governo tecnico di Rodotà forse ok di Grillo"
- "La strategia di Grillo è lasciarli scornare per poi presentarsi alle prossime elezioni e prendere la maggioranza assoluta. Il movimento vive perché è coerente e non puo' mettersi a trattare". Lo dice a La Zanzara su Radio 24 Claudio Messora, blogger vicino al Movimento Cinque Stelle che è intervenuto nei giorni scorsi sul blog di Grillo con la "provocazione" di un governo grillino appoggiato dagli altri partiti. "Il Pd o fa un alleanza con Grillo - dice Messora, secondo quanto riportato da una nota della trasmissione - ma non e' possibile, oppure va con il Pdl e comunque non durano, vanno al voto e si sputtanano". Per il blogger grillino "il tentativo di Bersani e' gia' morto in partenza, mentre un altro nome potrebbe essere quello di Rodota', una persona stimata. Grillo potrebbe appoggiare un governo fatto da persone neutre che non hanno fatto danni in passato".

16.55 Crimi: "Aspettiamo di vedere modulistica prima di firmare" - Non si annuncia proprio come una formalità il disbrigo delle pratiche che ogni neoeletto in Parlamento affronta al suo ingresso al primo giorno di legislatura. E' Vito Crimi, gia' 'nominato' informalmente capogruppo al Senato, nel corso del 'plenum' dei parlamentari del Movimento 5 Stelle, ad avvertire, sempre nel corso dell'incontro diffuso in streaming, che "cerchiamo di avere quanto prima la modulistica che saremo invitati a firmare, per sapere cosa andiamo a firmare e per valutare e capire - avverte - come dobbiamo agire, se firmare o non firmare o accettare con riserva".

16.50 Crimi: "Il 10 marzo decideremo sulle commissioni" - "Domenica 10 marzo ci rivediamo per un nuovo incontro organizzativo. Non decideremo la sorte del Paese ma decideremo alcune cose, ad esempio chi farà parte delle commissioni". Così Vito Crimi all'assemblea dei parlamentari del M5S.

16.43 Alle 18 conferenza stampa di Crimi e Lombardo
- Vito Crimi e Roberta Lombardi, i due  capigruppo di Senato e Camera del M5S, sono stati eletti per alzata di mano durante la riunione in corso all'hotel Universo di Roma. Nel  corso dell'assemblea, sospesa ora per una breve pausa, 7-8  parlamentari grillini si sono fatti avanti per ricoprire il ruolo di  capigruppo. Alla fine gli eletti del movimento hanno scelto Crimi e  Lombardi che, comunque, stando alle regole dei 5 Stelle, potranno  ricoprire il ruolo solo per 3 mesi. Alle 18 e' stata intanto convocata una conferenza stampa dove i due neo capigruppo si confronteranno con  i giornalisti.


16.29 Speaker del M5S ribadisce il divieto di usare "grillini" - Il M5S ribadisce: è vietato usare il termine 'grillini' per denominare attivisti o parlamentari del Movimento. Lo ribadisce lo speaker della radio del movimento che sta commentando l'incontro in corso a Roma tra i neo eletti del M5S che si presentano ai loro elettori. "Non chiamateli grillini, smettiamola di chiamarli cosi': se proprio volete chiamateli, al limite, i '5 Stelle"' dice il Dj del M5S che aggiunge: "non sopporto proprio questo termine".

15.52 Ressa all'uscita di Grillo dall'hotel
- Clima molto teso alla porta laterale dell'hotel dalla quale e' uscito Grillo, mentre prosegue la diretta streaming della riunione. Nella ressa, un dipendente dell'albergo - strattonato - ad un certo punto ha preso da terra un sanpietrino e ha tentato di lanciarlo, prontamente bloccato dalla polizia municipale. Nel caos l'urlo di un operatore che si e' trovato con un dito incastrato nella portiera dell'auto di Grillo.

15.38 Capigruppo saranno a rotazione -  Il MoVimento 5 Stelle effettuerà, conferma il blog di Beppe Grillo, "una rotazione trimestrale dei capogruppo e portavoce Camera e Senato con persone sempre differenti". "La scelta dei capogruppo - si legge ancora - sarà operata dai gruppi di Camera e Senato".

15.35 Grillo lascia l'hotel - Beppe Grillo ha appena lasciato l'hotel Universo, dove prosegue la riunione degli eletti del M5s. Grande ressa di giornalisti e fotografi davanti all'albergo, ma Grillo non ha rilasciato dichiarazioni. Resta invece all'incontro Gianroberto Casaleggio.

15.15 "Saremo assaliti, non capiscono il nostro progetto" -
Beppe Grillo: "Saremo assaliti, sono assatanati di qualsiasi cosa! Non riescono a capire che vogliamo mandare avanti un progetto, come quello del reddito di cittadinanza".

15.05 Crimi, dalla corte d'appello di Brescia a Palazzo Madama -
Vito Crimi, indicato come capogruppo del Movimento Cinque Stelle al Senato, ha 40 anni e fa l'assistente giudiziario alla Corte d'Appello di Brescia. E' stato il primo degli eletti in Lombardia nelle "Parlamentarie" del Movimento 5 stelle. A Brescia è arrivato nel 1999, vincitore di un concorso pubblico. E' cresciuto a Palermo, nel quartiere di Brancaccio. E' figlio di impiegati. Come lui stesso ha spiegato nel video che accompagnava la candidatura alle Parlamentarie, "l'incontro con questa banda di matti", e cioè con il Movimento Cinque Stelle, "è avvenuta alcuni anni fa, in occasione del primo V-Day. Nessuno, allora, avrebbe immaginato che saremmo arrivati fino a questo punto, che avremmo portato una rivoluzione in questo Paese, che avremmo dato una spallata e una scrollata in modo da scrostare questi partiti che da anni governano questo paese curando più i propri interessi che non quelli dei cittadini".

15.00 Crimi: "Non daremo la fiducia a un governo dei partiti" -
"Abbiamo già detto che una fiducia a un governo dei partiti non la daremo". Lo dice agli altri parlamentari del M5S riuniti a Roma all'hotel Universo Vito Crimi, il futuro capogruppo al Senato.

14.58 Grillo: "Andremo avanti per la nostra strada" -
Prima una nuova battuta (dopo quella sulla fiducia a Bersani): "Abbiamo deciso di dare la fiducia al governo Monti...". Poi Beppe Grillo passa subito alla sostanza e parlando, in diretta web, alla prima assemblea dei parlamentari del Movimento 5 Stelle ribadisce la sostanza: "Abbiamo deciso chi sono i capigruppo, abbiamo discusso sui prossimi passi da compiere. Andiamo avanti per la nostra strada e tutti siamo d'accordo su tutto. Così è perfetto".

14.50 Eletti i capogruppi per alzata di mano -
Vito Crimi sarà il capogruppo al Senato del Movimento Cinque Stelle. Lo ha annunciato Beppe Grillo in apertura dell'assemblea dei neo eletti del movimento. Crimi è stato eletto per alzata di mano, così come Roberta Lombardi, capogruppo alla Camera.

10.30 I neoeletti: "La linea sarà decisa in Parlamento" - I neoparlamentari grillini, invece, nella mattinata di lunedì 4 hanno "concesso" qualche battuta ai cronisti: "La nostra linea politica? La decideremo in Parlamento. Siamo qui solo per conoscerci, non è una riunione operativa", hanno spiegato Laura Bottici e Massimo Artini.

10.00 Grillo: "Il prossimo premier sarà Passera" - Il leader del Movimento 5 Stelle ha intanto detto la sua in un'intervista al New York Times: "Sarebbe inammissibile" assicurare la stabilità di un futuro governo italiano: "E' come se Napoleone facesse un patto con Wellington". Grillo ha rimarcato che il suo obiettivo era eliminare un sistema che "ha disintegrato il Paese" e costruire "qualcosa di nuovo", che ripristini in Italia una vera democrazia partecipativa.
In un'altra intervista, al sito di Wired (che amplia e traduce il colloquio pubblicato dal quotidiano tedesco Bild), Grillo prevede che il nuovo presidente del Consiglio sarà Corrado Passera: "Destra e sinistra erano già alleati prima con Monti. Lo saranno ancora".

Leggi tutto