Elezioni 2013, Alfano: al Senato "risultato straordinario"

1' di lettura

"Il centrodestra ha vinto le elezioni a Palazzo Madama, dove è la coalizione di maggioranza
relativa" dichiara il segretario del Pdl. Poi chiede al Viminale di "dichiarare la parità". Stumpo (Pd): "Il centrosinistra ha preso più voti"

"Un risultato molto positivo, direi anche straordinario, del quale siamo molto soddisfatti". Così il segretario del Pdl, Angelino Alfano, commenta i primi dati elettorali. "Ho sentito Berlusconi per ringraziarlo. Noi oggi crediamo di essere la maggioranza relativa al Senato. Aspettiamo con serenità i risultati della Camera", ha detto.

Alfano al Viminale: dichiari la parità - E, a proposito del dato della Camera, il segretario parla di scarto irrisorio tra centrodestra e centrosinistra e chiede al Viminale di dichiarare la aprità. I dati "sono solo ufficiosi - dichiara - soggetti inevitabilmente ad un margine di errore "certamente superiore allo scarto dei voti, davvero minimo, che si registra tra le prime due coalizioni della Camera". In queste condizioni, aggiunge, "come sempre avviene negli Stati Uniti, l'autorità preposta alla diffusione dei dati ufficiosi non può che dichiarare il 'too close to call', cioè l'impossibilità di dichiarare il vincitore considerato lo scarto irrisorio di voti a livello percentuale ed assoluto". VIDEO


Stumpo (Pd): "Il centrosinistra è avanti" - Immediata la Nico Stumpo, responsabile Organizzazione del Pd: "Invitiamo Alfano a non esasperare il clima negando la realtà. Il centrosinistra ha ottenuto più voti alla Camera e al Senato. Il centrodestra ne prenda atto: questa è la realtà". VIDEO

Ringraziamenti a Berlusconi - In conferenza stampa, Alfano ringrazia il leader e fondatore del partito, Silvio Berlusconi. “Questo straordinario risultato si deve alla sua tenacia, al suo sforzo generoso, alla sua grinta e alla sua fede nel successo". E ancora: “Ha dovuto ricredersi chi dava per finito Berlusconi. È ancora un leader di gran pregio dal punto di vista politico ma anche di un carattere straordinario, avendo sempre creduto nel successo".

Sui risultati che stanno uscendo dalle urne, il segretario del Pdl dice: “È un risultato nel quale abbiamo sempre confidato. Ringraziamo i milioni di elettori che hanno continuato a credere in noi quando tutti e tutto li inducevano a non credere in noi". Alfano, poi, nota che se è vero che il Pdl rispetto al 2008 ha subito un forte calo, anche il "risultato del Pd di oggi è inferiore di sette punti a quello di cinque anni fa", perché lo scenario di queste elezioni è “totalmente diverso”.
E sul futuro, sulle possibili alleanze, sull’eventuale nome del premier da presentare alle consultazioni, Alfano frena: "Attendiamo i risultati finali. Non tirerete fuori dalla bocca di nessun esponente del Pdl prognosi o scenari senza prima avere i risultati" definitivi.

Leggi tutto