Elezioni 2013, al Senato ha votato il 75,2%

1' di lettura

Percentuale in calo di 6 punti rispetto al 2008. In Calabria il dato più basso d'Italia: ha votato il 60,09% degli aventi diritto. Regionali in Lombardia, Lazio e Molise: affluenza del 74,6% (dato aggregato)

75,2% al Senato. 75,1% alla Camera. Questi i dati definitivi relativi all'affluenza alle urne della tornata elettorale del 24 e 25 febbraio 2013 (LO SPECIALE - DATI IN TEMPO REALE).

Regionali, 74,6% - Dati ufficiali anche quelli relativi all'affluenza per le regionali in Lombardia, Lazio e Molise. Il dato (aggregato) è del 74,6%. Il dato omologo riferito alle precedenti elezioni era del 63,12, dunque l'aumento è stato di oltre 11 punti percentuali.
In Lombardia ha votato il 76,7% degli elettori: alle precedenti regionali del 2010 l'affluenza era stata del 64,63%). Nel Lazio il 72,08%, contro il 60,9% delle precedenti regionali. In Molise, l'affluenza è stata del 61,6%. Alle precedenti regionali era stata del 59,8%.

Senato, affluenza al 75,2. Camera al 75,1 - "Si tratta di una percentuale inferiore a quella registrata alle precedenti elezioni  - osserva il ministro - ma in parte l'astensionismo è stato recuperato. Quanto al significato di questa diminuzione del numero degli italiani  alle urne, ovviamente non sono in grado di darne una lettura in chiave politica" (Qui i dati del Viminale). Il maltempo, continua il ministro, "può certamente aver scoraggiato alcune persone, specie nelle fasce d'età più anziane, a recarsi alle urne, ma sicuramente non ha influito per quella percentuale attorno al 6% che è la differenza tra i votanti alle precedenti elezioni politiche e quelli di ieri e oggi".

Cancellieri, disaffezioni al Sud -
Dato certo, invece, è quello relativo all'affluenza al Sud, che "conferma una certa disaffezione, come già avevano dimostrato le elezioni regionali in Sicilia - afferma Annamaria Cancellieri - E' un trend negativo da seguire con attenzione".

In Calabria l’affluenza più bassa - La regione nella quale si è registrata la percentuale di affluenza più bassa è la Calabria. Qui, il dato si è fermato al  63,09%. Alle precedenti elezioni erano andati al voto il 71,40& degli elettori. La provincia che ha votato meno è Reggio Calabria con il 59,63% (68,67 alla tornata elettorale precedente), mentre la provincia più attiva è Catanzaro con il 65,18%. A seguire la provincia di Cosenza con il 64,96&, Vibo Valentia con il 64,05% e Crotone con il 60,70% degli elettori alle urne.

Curiosità: a Mirandola affluenza dell'81,71% - Tiene invece l'affluenza alle urne nel comune modenese di Mirandola. Nonostante la neve e la situazione precaria dovuta al sisma di maggio, la percentuale definitiva dei votanti, comunicata dal Comune, si è attestata all'81,71%. In calo di 5 punti rispetto all'86,75% del 2008, ma tendenzialmente più alta della media nazionale.

Leggi tutto