Elezioni, urne aperte: oltre 50 milioni di italiani al voto

1' di lettura

E' possibile votare fino alle 22 e lunedì 25, dalle 7 alle 15. Gli elettori sono chiamati a rinnovare il Senato della Repubblica e la Camera dei Deputati. In Lombardia, Lazio e Molise si svolgono anche le Regionali. Possibili disagi per il maltempo

Con il maltempo che sta imperversando su tutto il Paese, gli italiani vanno al voto. Domenica 24 febbraio, dalle ore 8 alle ore 22, e lunedì 25 febbraio, dalle ore 7 alle ore 15, sono chiamati alle urne oltre 50 milioni di cittadini per rinnovare il Senato della Repubblica e la Camera dei Deputati (COME SI VOTA). Nelle stesse date si svolgono anche le elezioni del presidente e del Consiglio regionale di tre Regioni: Lombardia, Lazio e Molise (COME SI VOTA).

Gli italiani chiamati al voto: le cifre -
Lo scrutinio inizierà luned 25 febbraio, al termine delle operazioni di voto e di riscontro dei votanti, cominciando dallo spoglio delle schede per l'elezione del Senato. Martedì 26 febbraio, a partire dalle ore 14, si svolgeranno gli scrutini per le elezioni regionali. Gli elettori sono dunque, complessivamente, oltre 50 milioni: per la Camera dei Deputati, sono 47.011.309, di cui 22.569.269 uomini e 24.442.040 donne, per il Senato della Repubblica sono 43.071.494, di cui 20.547.324 maschi e 22.524.170 femmine, che eleggeranno 618 deputati e 309 senatori. Le sezioni saranno 61.597. Gli elettori della circoscrizione estero sono per la Camera dei Deputati 3.438.670 e per il Senato della Repubblica 3.103.887 che eleggeranno 12 deputati e 6 senatori.

Alle urne con il maltempo -
Come ampiamente previsto dalle previsioni meteo, pioggia, neve e freddo stanno imperversando su tutta l'Italia. Sono pronti a Milano gli interventi antineve per garantire ai milanesi il regolare accesso ai seggi elettorali. Tutti insediati i seggi nelle Marche, dove, in molte località, la neve cade da alcune ore: qui presidenti di sezione e scrutatori sono andati al lavoro in scarponi e giacca a vento. Tutto pronto anche in Umbria, nonostante il maltempo.

Autisti ai seggi, autobus ridotti in diverse città -
Scoppia il caso autisti-scrutatori in diverse città: a Torino i mezzi pubblici sono stati ridotti del 15-20%, tra oggi e lunedì 25 a causa degli impegni ai seggi elettorali, come rappresentanti di lista, di ben 1.100 dipendenti, di cui oltre 700 autisti di tram e autobus. Bus ridotti anche a Palermo. Lievi, invece, i disagi registrati a Napoli.

Erasmus, seggi simbolici anche all'estero - Si è ufficialmente aperta sabato 23 anche l'iniziativa di protesta "Io voto lo stesso", giornata elettorale autorganizzata e autogestita dagli italiani non residenti all'estero, tra i quali molti studenti che aderiscono al programma Erasmus, che sono rimasti esclusi dal decreto legge 223 del 18 dicembre 2012. Seggi simbolici sono stati aperti in 24 città estere.

Leggi tutto